Marmellata di prugne, marsala e zenzero – Damson, marsala and ginger jam

Scroll down for english version

Marmellata prugne marsala zenzero

Di recente vi avevo raccontato un po’ di cose sulle prugne e vi avevo anche detto che avevo avuto in regalo dal suocero un bel sacchetto pieno di piccole prugne dolci!… un po’ le avevo usate per i muffins di lino, un po’ le ho mangiate… ed un po’ sono finite in questa meravigliosa marmellata!

L’idea me l’ha data il bellissimo blog My Kitchen Witch, che negli stessi giorni in cui ricevevo queste prugne aveva pubblicato un meraviglioso “Burro” di prugne, armagnac e cardamomo! …in inglese chiamano “Burro” una specie di marmellata fatta con la polpa di un frutto, cotta, passata, zuccherata e cotta di nuova fino a diventare simile ad un burro da spalmare. Il più famoso è quello di mele “Apple Butter” ma si può fare con molta altra frutta.

Marmellata prugne marsala zenzero4

Il mio non voglio e non posso chiamarlo “butter” perchè la frutta l’ho passata da cruda e poi cotta… quindi alla fine è una marmellata ma vi giuro che è buonissima… e seguendo l’esempio di My Kitchen Witch ho aromatizzato il tutto con un liquore ed una spezia, solo che non avendo l’Armagnac ho usato un nostrano Marsala all’uovo e come spezia ho usato dello zenzero, che adoro, fresco e pungente bilancia benissimo la dolcezza del marsala e della marmellata!

E’ una marmellata deliziosa, aromatica, dolce, speziata ed il Marsala ci sta davvero bene!!! ;)

…e se volete provare altre marmellate con le prugne…

Marmellata prugne marsala zenzero3

  • 530 gr di purea di prugne
  • 200 gr di zucchero
  • 1 tazzina da caffè di marsala all’uovo
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere

Denocciolate le prugne e passatele con un passaverdure. Mettete la purea ricavata in una casseruola insieme allo zucchero e portare a bollore. A metà cottura unite lo zenzero in polvere e il marsala. Continuate la cottura fino a che la marmellata non raggiunga la giusta consistenza. Schiumate se necessario. Invasate la marmellata ancora bollente in vasi sterilizzati e se li dovete conservare, chiudeteli subito e capovolgeteli. Una volta aperta la marmellata va conservata in frigo.

English corner 2

Marmellata prugne marsala zenzero2

Damson, marsala and ginger jam

As I told you recently… I had the luck to receive as present a big bag full of sweet tiny damsons! …with some I made the flax flour muffins… and with the remaining ones, after eating some …I made this delicious jam!

The inspiration comes from a blog I follow and really love… My Kitchen Witch, who recently posted a recipe for a luscious Damson, Armagnac and cardamom butter. I really loved the idea to add a touch of liqueur to my jams… but I didn’t have Armagnac or brandy with me… so I opted for an italian Marsala, a strong sweet wine which I really love! …then, to as well a spice touch I opted for the tangy note of ginger, to balance the sweetness of the marsala.

I cannot call my jam a butter, cos I learnt (reading more about it) that to make a fruit butter you need to cook the fruit before reding it to a purèe… and I didn’t do this, cos I reduced the fruit to pulp before cooking it! …anyway no matter the name… the result is much more important and this jam is fantastic, I really love it… and before to use it all on my toasted bread at breakfast I also want to try to use it as glaze or to pair it with blue cheese as also My Kitchen Witch suggests! :)

  • 530 gr damson purée
  • 200 gr sugar
  • a small coffee cup of Marsala
  • 2 tsp ground ginger

Remove pit from damsons and pass the fruit through a food mill. Place the pulp into a saucepan with sugar and bring to boil. When halfway through add marsala and ginger, stir well and cook until jam gets the right thickness. Pour boiling jam into sterilised jars and close lit tightly. Turn jars upside down and allow to cool. Store in fridge once opened.

Marmellata prugne marsala zenzero5

Ciambelline ai mirtilli e cardamomo – Blueberry and cardamom baked donuts

Scroll down for english version

Ciambelline ai mirtilli e cardamomo

Come anticipatovi nel post precedente… ecco una nuova ricetta coi mirtilli! …un’idea davvero semplice buonissima per delle deliziose ciambelle da colazione o merenda… golose e sane, visto che non sono fritte ma cotte al forno!

In America sono un’istituzione, ma ormai anche qui da noi, i doughnuts o donuts, sono diventati famosi… anche grazie ai miei amati Simpsons e la smisurata passione di Homer per questi dolci con il buco! ;) …i donuts classici sono fritti ma ormai prendono sempre più piede anche quelli cotti al forno negli appositi stampi.

In questo torna sempre utile Pinterest che grazie ai suoi infiniti spunti, ha arricchito di golose idee la mia bacheca dedicata ai Donuts! ;) …e proprio su Pinterest ho trovato la ricetta a cui mi sono ispirata per queste ciambelle… che vengono dal blog Sweet Peas & Saffron!

L’impasto è davvero veloce da fare così come la cottura e la bontà è assicurata! …poi mi è piaciuto un sacco l’abbinamento dei mirtilli con il cardamomo… speciale davvero! :) Con le dosi di cardamomo regolatevi voi, il cardamomo è una spezia molto intensa, soprattutto se si pestano i grani estratti dai baccelli ma di solito quello già in polvere è molto meno potente, quindi regolatevi in base al vostro gusto e al vostro cardamomo.

Chiamatele donuts o chiamatele ciambelle il risultato non cambia… sono dei dolcetti buonissimi, delle merendine golose e profumate… quindi armatevi di stampo e provatele! :)

Ciambelline ai mirtilli e cardamomo 2

  • 250 gr di farina
  • 150 gr di zucchero
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 1 e 1/2 cucchiaini di cardamomo in polvere
  • 1/2 cucchiaini di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaini di noce moscata in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova
  • 180 ml di latticello (in sostituzione latte acidulato con 1 cucchiaino di succo di limone)
  • 30 gr di burro fuso
  • 140 gr di mirtilli freschi

- per decorare:

  • 2 cucchiai di burro fuso
  • Mezza tazza di zucchero
  • 1 cucchiaino di cardamomo in polvere

In una ciotola unite farina, zucchero, lievito, sale e spezie e miscelatele bene. In un’altra ciotola sbattete le uova con il burro fuso ed il latticello. Unite il mix liquido al secco e mescolate bene per amalgamare il tutto. Incorporate i mirtilli. Riempite con il composto una teglia per ciambelle, fino a ¾ circa e cuocetele in forno preriscaldato a 200° per circa 10/15 minuti. Sfornare le ciambelline e dopo circa 5 minuti trasferirle su una gratella a raffreddare. Sciogliere il burro e con questo spennellate le ciambelle fredde. In una tazza mescolate lo zucchero con il cardamomo e intingetevi dentro la parte superiore delle ciambelle spennellata con il burro.

Ciambelline ai mirtilli e cardamomo 5

Non solo in cucina: Il cardamomo (Elettaria Cardamomum) è una pianta originaria dell’India, cresce nell’India Meridionale ed in Sri Lanka. In questi paesi il cardamomo è una spezia fondamentale per i piatti masala ed i curry. Anche nei paesi arabi è molto amato ed usato e viene regalato agli ospiti di rispetto. Di questa pianta si utilizzano i baccelli con all’interno numerosi semi neri dall’aroma intenso, questi hanno proprietà digestive e aperitive, carminative, stimolanti e sono ottimi contro l’alitosi. Per godere di questi benefici si possono aggiungere dei semini pestati al nostro tè o infonderli da soli. Da questa pianta aromatica si estrae anche l’olio essenziale, che oltre a possedere le stesse proprietà dei semi, é anche antisettico, stimolante e tonico. Per usufruire di questi effetti lo si può bruciare negli appositi fornelletti per aromatizzarela casa. Per un bagno tonico e rinvigorente potete aggiungere 5 o 6 gocce all’acqua del bagno diluendolo prima in un po’ di panna o miele, usati come veicolanti poiché gli oli essenziali non sono idrosolubili. (per maggiori info sull’utilizzo degli oli essenziali vi rimando alla relativa pagina)

English corner 2

Ciambelline ai mirtilli e cardamomo 4

Blueberry and cardamom baked donuts

I love donuts… here in Italy they’re not a staple as they may be in the USA but they’re getting more and more popular!

Classic donuts are fried but luckily also baked donuts are getting more and more popular and also thanks to my beloved Pinterest, I’m collecting lots of delicious ideas for this healthier version.

One of these pins if for these scented cardamom and blueberry donuts and the recipe comes from the beautiful blog Sweet Peas & Saffron. I slightly adapted and converted the recipe in grams and the result was delicious!

Baked donuts are really easy to make, you just need to have the special pan… which I really suggest you to buy and once you have one be sure you’ll want to bake donuts everyday, in many different versions! ;) Blueberries and cardamom go very well together and the donuts are soft and fragrant, perfect for breakfast or sweet snack!

Cardamom is a powerful spice, if you pestle grains removed from pods it’s really strong and you really need few pinches… but if you use an already ground one, the intensity may vary, so go with your taste and your cardamom! :)

Ciambelline ai mirtilli e cardamomo 6

  • 250 gr of all-purpose flour
  • 150 gr of caster sugar
  • 1 and 1/2 tsp of ground cardamom
  • 1/2 tsp of ground cinnamon
  • 1/2 tsp of ground nutmeg
  • a pinch of salt
  • 2 tsp of baking powder
  • 2 eggs
  • 180 ml of buttermilk
  • 30 gr of butter, melted
  • 140 gr of blueberries

- to glaze:

  • 2 tbsp melted butter
  • 1/2 cup of sugar
  • 1 tsp ground cardamom

In a bowl mix together flour, sugar, baking powder, salt and spices. In another bowl whisk together eggs, buttermilk and melted butter. Pour liquid mixture into dry one and mix well to combine. Fold in blueberries. Spoon batter into greased donuts pan till ¾. Bake in preheated oven at 220° for about 10/15 minutes. After 5 minutes remove from pan and cool on a rack. Melt butter and set aside. In a bowl mix sugar and cardamom, brush the top of cooled donuts with melted butter then dunk them into sugar to coat the top.

Ciambelline ai mirtilli e cardamomo 3

Frutta di stagione: …i mirtilli

Mirtilli

L’estate è la stagione dei frutti di bosco… piccole e sugose bacche che anche se possiamo ormai trovare tutto l’anno, solo in questa stagione possiamo anche raccogliere fresche! …l’anno scorso per esempio (estate che sono riuscita a godermi piú di questa) ho avuto modo di raccogliere i lamponi in montagna, le more nella campagna pugliese e i ribes in romagna.

Quest’anno non ho avuto occasioni di andare a raccogliere nulla ma per fortuna al mercato si trovano un sacco frutti di bosco tra cui i meravigliosi mirtilli di bosco, piú piccoli e sugosi rispetto al classico mirtillo!

Ed anche se i mirtilli del mercato non hanno il “sapore” dei “questi li ho raccolti io!” …consiglio di non farsi mancare queste perle viola scuro che oltre ad essere buone buone fa anche tanto bene!

Mirtilli di bosco

Le virtú del mirtillo nero (Vaccinium myrtillus) sono conosciute da tempo e spesso estratti di mirtillo si trovano in integratori o preparati farmaceutici ma nulla puó eguagliare il frutto fresco, dove tutti gli elementi lavorano in sinergia, donando al mirtillo molteplici proprietá benefiche. Nei mirtilli troviamo acidi organici (malico, citrico, etc.) che tonificano l’apparato digerente, zuccheri, tannini, pectine, vitamine A, C, B e le preziose antocianine, sostanze che agiscono proteggendo e riforzando le pareti venose e dei vasi capillari, quindi utili in caso di varici, pesantezza alle gambe, degenerazione della retina e diminuzione della vista. Inoltre il mirtillo ha proprietà astringenti, antidiarroiche, vermifughe e antisettiche delle vie urinarie, utile a chi soffre di cistite.

Per uso esterno il succo di mirtillo ha effetti astringenti e antinfiammatori, toccasana in caso di pelle irritata, eczemi, per sciacqui alla bocca in caso di mal di gola o irritazioni del cavo orale. Per i suoi benefici sui capillari e vene, in casa, possiamo preparare una maschera contro la couperose, riducendo in poltiglia 1 cucchiaio di bacche ed unendolo 2 cucchiai di farina d’avena. Stendere sul viso e lasciare agire per 15 minuti, risciacquando con acqua tiepida.

Prossimamente arriverò con una nuova ricetta coi mirtilli… ma intanto vi lascio la lista delle ricette mirtillose preparate fin’ora:

Blueberries

(Immagine presa dal web)

StagioniAMO! con l’uva… Oggi gustiamo il secondo!

LOGO UFFICIALE

Il menú di settembre di StagioniAMO! con l’uva come protagonista continua… prende sempre piú forma… ci solletica le papille gustative e ci invoglia a sperimentare, ad usare questo frutto di stagione non solo in veste dolce ma ad usarlo a tutto tondo anche per piatti salati!

Fin’ora vi abbiamo servito:

Antipasto: Tartufi d’uva al gorgonzola e noci e caprino e pistacchio
Primo: Fusilli con Uva e Salsiccia

…ed oggi vi portiamo in tavola un gustoso secondo presentato da Marzia di Coffee&Mattarello …dei tranci di salmone all’uva e pepe verde… Eleganti, chic, originali… Buoni! Un piatto dai mille aromi e sapori! ;)

La settimana prossima concludiamo il menú con il dolce a casa di LunaPizza, fichi e zighini… Vi aspettiamo! :)

Casarecce integrali con crema di zucchine e feta – Whole wheat pasta with zucchini cream and feta

Scroll down for english version

Casarecce integrali con crema di zucchine e feta

Non so da voi… ma qui a Venezia regna il grigio… ancora!!! …fa fresco… ogni tanto piove… e se non si sta attenti la meteopatia si fa sentire… quindi per godere di un po’ di colore e di parvenza di fine estate, concludo questa settimana con un altro primo!

Un primo fresco, veloce, saporito, cremoso e profumato! C’è la zucchina, ancora di stagione, la maggiorana fresca che da profumo, la feta che da sapidità, qualche pomodorino ad aggiungere colore e il philadelphia che rende il tutto cremoso!

E’ un primo buono da mangiare subito ma anche ottimo per un pranzo al sacco o al lavoro, mangiato fresco!

Buon fine settimana a tutti! :)

Casarecce integrali con crema di zucchine e feta2

- per 2 persone:

  • 150 gr di casarecce integrali
  • 1 zucchina grande
  • 50 gr di philadelphia (io ho usato il light)
  • foglie di maggiorana fresche
  • sale e pepe
  • 100 gr di feta
  • qualche pomodorini ciliegino

Tagliare la zucchina a tocchetti  e se grande eliminare la parte centrale, che rilascia troppa acqua. Metterla dentro un frullatore insieme al philadelphia e alla maggiorana e ridurre il tutto in crema. Aggiustare di sale e pepe. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata ed un volta cotta scolarla e metterla in una padella con la crema di zucchine, la feta sbriciolata ed i pomodorini tagliati a metà. Saltare a fuoco vivace per qualche minuto finchè ben amalgamata alla crema.

English corner 2

Casarecce integrali con crema di zucchine e feta3

Whole wheat pasta with zucchini cream and feta

Here in north of Italy we really had an awful summer, rainy, cold and windy… today we’re having another gray day and so, to cheer up the mood and feel a bit summer I post this easy peasy pasta dish, fresh and colourful and… of course… very good! :)

I put zucchini, in season, for a sweet and fresh touch, feta for a savoury note, marjoram adds scent, cherry tomatoes a touch of colour and philadelphia makes the whole dish creamy!

It’s great when done but it’s also very good as a take-away meal, fresh and tasty.

Happy weekend everyone! :)

- for 2 persons:

  • 150 gr whole wheat pasta
  • 1 big zucchini/courgette
  • 50 gr cream cheese
  • some fresh marjoram leaves
  • salt and pepper
  • 100 gr feta cheese
  • some cherry tomatoes

Cut zucchini in chunks, removing the core if too big, as it has lot of water and could make the cream too runny. Place zucchini in a food processor with cream cheese and marjoram and reduce everything to a cream. Adjsy with salt and pepper. Cook pasta in salted boiling water and when “al dente” drain it well and place it in a pan with zucchini cream, crumbled feta and cherry tomatoes cut in two. Toss well fro few minutes on high heat until all is well combined.

Casarecce integrali con crema di zucchine e feta4

Calamarata con coda di rospo e olive taggiasche – Calamarata pasta with monkfish and taggiasche olives

Scroll down for english version

image

Non so voi come la vedete… ma per me i primi di mare sanno d’estate! …per carità, sono ottimi anche d’inverno… buoni sempre… ma nella mia testa, se penso ad un primo di mare, lo visualizzo su un tavolo davanti ad una spiaggia e al mare! ;)

Così, prima che anche gli ultimi strascichi di quest’estate sfuggente svaniscano del tutto… voglio postare questa pasta semplicissima e buonissima fatta con uno dei miei pesci preferiti… la coda di rospo (o rana pescatrice).

Adoro questo pesce, carnoso, gustoso, leggero e soprattutto pratico… una lisca sola e nessun rischio di trovarsi qualche spina in bocca! …da piccola mi era successo di ingoiarne una e per un bel po’ di tempo non ho più voluto mangiare pesce… poi, per fortuna, crescendo il coraggio e la voglia mi è tornata… il pesce è così buono!!!… ma se comunque voglio mangiare del pesce senza preoccupazioni di spine… opto spesso per la coda di rospo che è perfetta! :)

Per questo piatto ho usato un formato di pasta che non avevo mai provato, la calamarata e devo dire che ci sta benissimo sia per forma che per consistenza… per il resto non c’è molto altro da dire se non che è un piatto buonissimo, profumato e mediterraneo… quindi, se trovate della buona coda di rospo… provatelo! :)

image

- per 3 persone:

  • 250 gr di pasta formato calamarata (io ho usato la Garofalo)
  • 2 code di rospo senza pelle
  • una manciata di pomodorini
  • una manciata di olive taggiasche, denocciolate
  • olio evo
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • vino bianco
  • origano
  • sale e pepe

Pulite bene la coda di rospo eliminando pinne ed eventuali membrane, dopodichè tagliae a tocchetti la polpa. In una padella scaldate tre cucchiai d’olio evo con lo scalogno tritato e l’aglio, unire la coda di rospo e mescolare bene. Dopo qualche minuto sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciate evaporare ed unite i pomodorini, l’origano e le olive. Mescolate bene ed una volta ristretto il sughetto, aggiustate di sale e pepe e spegnete il fuoco. Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata ed una volta pronta scolatela e versatela nella padella con il pesce. Rimettete sul fuoco e spadellate bene per amalgamare la pasta con il condimento.

English corner 2

image

Calamarata pasta with monkfish and taggiasche olives

When I was a kid my mum was used to cook fish very often… I grew up by the sea and fresh fish was available every day and it was fantastic! …but one I had a really bad experience cos I swallow a bone and since that day I didn’t eat fish for a long long time! Luckily with time I started eating fish again and I started from fish without bones, like swordfish or monkfish! Now I eat everything… and every kind of fish… but if I still want to cook and eat fish without any fuss, I choose monkfish!

Monkfish is a great fish… its meat is firm and tasty, it’s poor in fat but rich in minerals and good proteins… so easy to cook, tasty and healthy… impossible not to love it! :)

This pasta is very simple to make and incredibly tasty and fragrant! I used a pasta called “calamarata”… from the word “calamaro” – squid… cos its shape reminds of chopped squid rings. It’s a great pasta for fish sauces! Then I used some “taggiasche” olives, small and delicious black olives from Liguria region… I love them!!!

- For 3 persons:

  • 250 gr calamarata pasta (or any pasta shape you may like)
  • 2 monkfish without skin
  • A handful of cherry tomatoes
  • A handful of taggiasche olives (or other black olives)
  • Extra virgin olive oil
  • 1 shallot
  • 1 garlic clove
  • White wine
  • Salt and pepper
  • Oregano, dried

Cut monkfish in chunks. Heat 3 tbsp of olive oil in a pan together with chopped shallot and garlic clove. Add fish, saute for few minutes then pour in half a glass of white wine. Allow to evaporate then add cherry tomatoes, olives and oregano. Cook until sauce is reduced and adjust with salt and pepper. In the meantime cook pasta in salted boiling water and when “al dente” drain it well and add it to fish pan. Return to heat and toss well to combine all ingredients.

image

Muffins di lino super nutrienti alle prugne e semi di chia – Energy muffins with damson, flax flour and chia seeds

Scroll down for english version

Muffins lino prugne semi di chia5

Giorni fà vi avevo raccontato quanto sono buone fanno bene le prugne… oggi vi presento dei morbidissimi muffins dove oltre alle proprietá delle prugne ci sono un sacco di altri ingredienti che rendono questi muffins perfetti per una prima colazione sana, nutriente e gustosa! :)

Mio suocero mi aveva portato a casa un sacchetto pieno di piccole prugne che raccoglie dal suo albero in montagna, piú piccole ma non meno buone… anzi, dolcezza concentrata! ;) …ho pensato cosí di usarne un po’ per farmi dei muffins per la colazione e guardando a quello che la dispensa aveva da offrire, ho creato questi muffins! …onestamente non avevo idea di cosa ne sarebbe venuto fuori… ma vi giuro che questi dolcetti mi hanno conquistato al primo morso… morbidissimi, gustosi, delicati!

Come vi dicevo, in questi muffins, ci sono tante cose buone oltre alle prugne… c’è la farina di lino, ricca di omega 3, vitamine e fibre, ci sono le nocciole che contengono anch’esse vitamine, sali minerali, acido folico, proteine e omega 6, poi c’ho infilato pure un po’ di semi di chia… il nuovo wonderfood, ricchi di fibra, vitamine, sali minerali e omega 3… Insomma un bel mix di ingredienti sani e nutrienti addolciti da poco zucchero di canna integrale tipo muscovado… Solo 100 gr per 14 muffins… una dolcezza delicata ed il mix di prugne, nocciole, semini croccanti, rende questi muffins davvero deliziosi e ottimi per cominciare la giornata con la marcia giusta! ;)

Muffins lino prugne semi di chia

 per 14 muffins:

  • 130 gr di farina 00
  • 50 gr di farina di semi di lino
  • 50 gr di nocciole in polvere
  • 2 cucchiai di semi di chia
  • 100 gr di zucchero di canna integrale tipo muscovado
  • 1 bustina di lievito
  • un pizzico di sale
  • 120 ml di olio di semi di girasole (bio e spremuto a freddo)
  • 120 ml di latte
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di estrato naturale liquido di vaniglia
  • 250 gr di prugne fresche a tocchetti (pesate denocciolate)

 

In una ciotola capiente miscelare bene tutti gli ingredienti secchi, farina, farina di lino, zucchero, nocciole, semi di chia, sale e lievito. In un’altra ciotola sbattere gli ingredienti liquidi, uova, olio, latte e vaniglia. Versare il composto liquido nel secco e mescolare con una spatola per amalgamare gli ingredienti ma senza dilungarsi troppo. Incorporare nell’impasto le prugne. Con un cucchiaio riempite una teglia da muffins preparata con dei pirottini di carta. Infornate in forno preriscaldato a 190º per circa 35 minuti. Sfornate e fate raffreddare i muffins su una gratella.

English corner 2

Muffins lino prugne semi di chia4

 

Energy muffins with damson, flax flour and chia seeds

Days ago I received as a lovely present a big bag full of tiny and delicious damsons! …what a perfect present for someone who loves to cook?! ;)

With some of them I decided to make some healthy muffins for my breakfast! …I had a look at what I had in my cupboard and I came out with these energy muffins! …I say this cos I packed with many ingredients all rich in vitamins, minerals, omega 3, omega 6, fiber and many other great things for our bodies… I’m talking of hazelnuts, flax meal, chia seeds and damsons... of course! ;)

I didn’t know if my experiment would have worked… but the results was even better than what I expected… these muffins are very soft, nutty, subtly sweet (I used only 100 gr of muscovado sugar), crunchy, juicyperfect to start the day the right way!

Today I’m happy to share them with you and I really hope you’ll try them! ;)

Muffins lino prugne semi di chia3

- for 14 muffins:

  • 130 gr all-purpose flour
  • 50 gr flax flour/meal
  • 50 gr hazelnut flour/meal
  • 2 tbsp chia seeds
  • 100 gr of brown sugar (muscovado)
  • 1 baking powder sachet (about 2 tsp)
  • a pinch of salt
  • 120 ml sunflower seed oil (organic and cold pressed)
  • 120 ml milk
  • 2 eggs
  • 1 tsp natural vanilla extract
  • 250 gr damson, cleaned, pitted and cut in small pieces

In a big bowl mix all dry ingredients, flours, sugar, hazelnuts, chia sedds, baking powder, salt. In another bowl whosk eggs, milk, vanilla and oil then pour this liquid mixture into dry mixture and mix with a spatula. Fold in damsons. Spoon mixture into a muffins baking tray prepared with baking paper cups. Bake muffins in preheated oven 1t 190° for about 35 minutes. Cool on a rack.

Muffins lino prugne semi di chia2