Cake pops alla zucca – Jack O’Lantern Cake Pops

Scroll down for english version

pumpkin cake pops 4

Ogni anno penso, il prossimo anno mi prendo per tempo e prova a fare qualcosa di carino per Halloween… poi le settimane passano, il tempo è sempre poco ed anche quest’anno sono riuscita a fare solo questi cake pops… e non come li avrei voluti… e senza il tempo di provarci con più calma!

Lo so che Halloween non è una festa nostra ed anzi, in molte regioni ci sono tradizioni simili e nostrane che andrebbero valorizzate (a Venezia i bambini fanno il giro per le case a metà novembre per San Martino) ma ormai questa americana sembra entrata di prepotenza anche nelle nostre case… e siccome trovo divertentissimo questo giocare sul macabro con un sorriso… ed in pasticceria credo stimoli la creatività …io alla fine cedo e preparo sempre qualcosina! :) L’anno scorso avevo preparato i biscotti teschio e scheletro, quest’anno i cake pops!

Avevo già provato i cake pops con copertura classica al cioccolato e tutto era andato benissimo, quest’anno volevo coprirli con i candy melts… ma sciogliendoli è venuta una glassa troppo densa per intingerci i cake pops …così alla fine ho optato per una copertura con pasta di zucchero arancione che ho poi colorato con pennarelli alimentari per ricreare le facce delle zucche intagliate! 
Alla fine ho sbirciato sul web ed ho scoperto che per coprire i cake pops, i candy melts vanno sciolti insieme a dello shortening (margarina o burro) …ma ormai mi tengo buona la dritta per un’altra volta… ahimè tra lavoro e impegni, tempo di riprovarci proprio non ne ho avuto!

Quindi vi lascio questa versione di cake pops… che trovo comunque carina ed anche buona, visto che per l’interno ho fatto una torta (anzi dei muffins) alla zucca speziati e questi cake pops sono quindi pure deliziosi oltre che carini! :)

Un divertente e spaventevole Halloween a tutti! :)

pumpkin cake pops 3

 

Per circa 24 cake pops

- per la torta alla zucca:

  • 220 gr di farina 00
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 150 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 75 ml d’olio di semi di girasole (bio e spremuto a freddo)
  • 270 gr di purea di zucca (la mia era cotta al vapore e frullata)

- per fare i cake pops:

  • 250 gr philadelphia
  • pasta di zucchero arancione
  • pasta di zucchero verde
  • pennarello alimentare nero

In una ciotola miscelare farina, zucchero, sale, lievito e spezie. In un’altra sbattere le uova con l’olio e la zucca. Versare questo composto nel mix di farina e mescolare con una spatola. Versare il composto in uno stampo da torta o muffins e cuocere in forno preriscaldato a 190° per circa 30 minuti.

Una volta fredda la torta sbriciolatela dentro una ciotola unitevi il philadelphia e amalgamateli bene fino ad avere un composto compatto e maneggevole. Formate delle palline schiacciate e segnatele a mo’ di zucca. Mettetele in frigo per almeno un’ora. Coprite ogni palline con della pasta di zucchero arancione e decorate con pasta di zucchero verde per fare la parte superiore della zucca. Mettete in frigo un’altra ora e una volta ben sodi, decorate i cake pops con pennerallo nero disegnando le facce tipiche da zucca intagliata. Infilare i bastoncini da cake pops e conservare in frigo fino al momento di servirli.

image

 

Pumpkin cake pops

Pumpkin – Jack O’lantern Cake Pops

Every year I want to make lost of funny thinsg for halloween… but then time is short, work and private life are demanding and I end up making just one thing. Last year I made only the skull and skeleton cookies …this year just these cake pops.

I also wanted to make them in a different way… but again, I learnt too late how to melt candy melts for cake pops dipping. Cos the first idea was to cover these cake pops with orange candy melts… but once melted the mixture was too thick and the cake pops stuck in. So I opted for a coloured sugar paste and an edible colour black pen to draw Jack O’lantern face on them.

I then had a look on the web to see how to cover cake pops with candy melts… and I saw that in these case you have to add some shortening, to make the mixture thinner…. ahah!!! …that’s why mine was too thick! …anyway I didn’t have time to make cake pops again… so for this year I will enjoy these suagr paste ones… which are delicious anyway, also con inside there is a spicy pumpkin cake mixture!

 

A spooky and scary Halloween to everyone! :)

For about 24 cake pops

- for the pumpkin cake:

  • 220 gr all-purpose flour
  • 1 sachet baking powder
  • 1 pinch of salt
  • 1 tsp ground ginger
  • 1 tsp ground cinnamon
  • 1/2 tsp ground nutmeg
  • 150 gr sugar
  • 2 eggs
  • 75 ml sunflower oil
  • 270 gr pumpkin purée

- for the cake pops:

  • 250 gr cream cheese
  • orange sugar paste
  • green sugar paste
  • edible black colour pen

In a bowl mix flour, suar, baking powder, spices and salt. In another bowl whisk eggs with oil and pumpkin purée. Pour liquid mixture into dry one and mix with a spatula. Pour batter into muffins cases or a cake pan and bake in preheated oven at 190° for about 30 minutes. When cool crumble muffins (or cake) and mix it with cream cheese until you get a compact mixture you can handle. Shape little balls, press them a bit and shape pumpkins. Leve balls in fridge for an hour. Cover cake pops with orange sugar paste, make a green top for the pumpkins with green sugar paste and store in fridge for another hour. With black pen draw jack o’lantern faces on cake pops and place them on cake pops sticks. Store in fridge until you serve them.

pumpkin cake pops 2

Marmellata di pere cotogne speziata – Spiced quince jam

Scroll down for english version

image

Anche quest’anno, come da un po’ di anni a questa parte, ad ottobre, sono andata alla festa dei frutti dimenticati di Casola Valsenio. L’anno scorso ve ne ho parlato in piú momenti, postando un po’ di ricette provate con questi frutti antichi. Ho comunque voluto riunire foto, nozioni e ricette in una pagina dedicata appunti ai Frutti Dimenticati.

Ogni anno porto a casa un po’ di frutti, alcuni comprati ai banchi della festa altri raccolti da me nel frutteto dell’agriturismo (previa autorizzazione dei proprietari, ormai cari amici) o in giro per le stradine sterrate che lo circondano, immerse nella natura.

Purtroppo quest’anno le pioggie abbondanti hanno rovinato di molto il raccolto ed infatti molto mele, cotogne e pere volpine erano marcite. Comunque con il mio bottino, ricco o meno, cerco sempre di combinare qualcosa e pian piano cercheró di raccontarvelo nelle prossime settimane.image

Intanto cominciamo da qualcosa di classico e semplice, una marmellata di cotogne, con in piú un tocco di spezie, per renderla ancor piú calda ed autunnale!

Quelle che raccolgo a Casola Valsenio sono pere cotogne ma solo la forma le distingue dalle mele cotogne, il gusto e le caratteristiche sono uguali. Le cotogne sono frutti dalla polpa dura e asprigna che si mangia solo cotta. Io amo molto come la polpa soda e chiara si trasforma in una crema morbida e rossastra… ed amo il gusto dolce ed acidulo che la caratterizza.

Questa deliziosa marmellata l’ho poi usata per fare un’altra cosa davvero buona che vi presenteró presto! ;) non cambiate canale ;)

image

  • Pere cotogne
  • zucchero (1/3 del peso delle pere cotogne giá pulite)
  • acqua
  • misto di spezie per panpepato

Pelare le cotogne e tagliarle a tocchetti, metterle in un pentolino con acqua fino a coprirle e zucchero pari ad 1/3 del loro peso. Portare a bollore e cuocerle, mescolando e schiumando se necessario. Le cotogne quando diventano tenere si spappolano facilmente ed assumo un colore piú rossastro.  Quasi a fine a cottura unire 1 o 2 cucchiaini di misto spezie per panpepato, secondo i gusti. Invasare la marmellata ancora bollente in vasi sterilizzati, chiudere subito e capovolgerli. Una volta aperti i vasetti si conservano in frigo.

image

image

Spiced quince jam

Also this year, as I’m used to do since a few years, I went at the Forgotten Fruit fair in Casola Valsenio, a small town in Emilia-Romagna. (Here last year post)

As usual I came back home with a good amount of fruit, apples, pears, rose hips, jujubes, quince and other small fruit. With some quinces I made this warm spicy jam, but i hope to share more soon, while I keep trying new recipes with old fruit! ;)

Quince is a fruit that should be always eaten cooked, raw is hard and sharp but when cooked it becomes creamy, slightly sweet and of a lovely red hue. Jam is a classic way to enjoy and preserve this seasonal fruit and it’s great to create many other good things… and regarding this, soon I’ll share another recipe where I used this fabulous jam! …stay tuned!

image

  • Quinces
  • sugar (a third of chopped quinces weight)
  • water
  • gingerbread spices

Peel and cut quinces in pieces, place them in a saucepan, cover with water, add sugar and bring to boil. While cooking quinces will become soft and they’ll change colour. When jam is nearly ready add spices according to your taste. Pour boiling jam into sterilised jar and close lid immediately. Turn jars upside down and allow to cool. Once opened store in fridge.

image

Il menù di StagioniAMO! con le pere di conclude …è in tavola il dolce!

LOGO UFFICIALE

Il menù con le pere che queste mese noi quattro di StagioniAMO! vi abbiamo proposto oggi si conclude… in dolcezza ovviamente… Luna di Pizza, Fichi e Zighini ha preparato un meraviglioso Strudel di pere e cioccolato …goloso, ricco di pere e pezzettoni di cioccolato, pura goduria! 

Un dolce autunnale, che arriva giusto giusto a coccolarci e a scaldarci da questi primi freddi che ormai sono arrivati! Perfetto per chiudere il nostro menù servito fin’ora:

Vi aspettiamo lunedì prossimo a casa di Marzia di Coffee&Mattarello per un nuovo menù con un nuovo ingrediente di stagione!

 

Inoltre ricordo a tutti quelli che passano di qui… blogger e non blogger … che abbiamo dato il via anche un Contest, dedicato a noci e nocciole… quindi se volete stagionare e cucinare con noi… leggete il regolamento del Contest quie proponeteci le vostre ricette dall’antipasto al dolce!

stagioniamo CONTEST ingredienti

Paifala – Mezzelune all’ananas samoane – Samoan pineapple half-moon pies

Scroll down for english version

Paifala4

Il tempo vola e la prima tappa dell’Abbecedario Culinario Mondiale sta volgendo al termine. Fino a domani saremo alle Isole Samoa, ad Apia la capitale… la A… la nostra prima lettera di un lungo viaggio attraverso le lettere che scandiranno il nostro percorso in giro per il mondo alla scoperta delle cucine e delle tradizioni di tantissimi paesi!

88972-logo

Ho iniziato a seguire l’Abbecedario dalla prima “edizione” …pian piano ho partecipato sempre più attivamente, viaggiando attraverso le cucine regionali italiane, quelle della comunità europea ed ora quelle del mondo. Mi sono avvicinata con la curiosità di cucinare e scoprire ricette sempre nuove ed oltre a questo ho trovato un gruppo di persone che condividevano con me queste passioni, questo spirito curioso, la voglia di cucinare senza prendersi troppo sul serio… e sabato scorso ho avuto il piacere di conoscere buona parte di queste compagne di viaggio, che anno dopo anno sono cresciute sempre più!

E’ stato un incontro bellissimo, pieno di risate, di regalini, di commozione, di sorprese… tra cui la più grande è stata la sensazione di stare con persone che conoscevo da sempre! …ormai tutte noi non vediamo l’ora di ripetere l’esperienza. Nel frattempo viaggeremo attraverso le cucine del mondo con uno spirito ancora più unito e volenteroso!

Per l’Abbecedario voglio ringraziare Aiuolik (qui il suo post del nostro incontro) la creatrice di questo progetto, sorpresa quanto noi di quanto la sua creatura fosse cresciuta, nonostante non ci siano nè premi nè nomi o sponsor importanti dietro a tutto… e credo che proprio per questo, il nostro gruppo è così genuino ed è cresciuto spontaneamente, senza forzature!

E poi ringrazio Anima Paleo che ha organizzato l’incontro e si è data tanto da fare… e tutte le mie compagne di viaggio, quelle che ho conosciuto e quelle che conoscerò, perchè ognuna di loro è davvero speciale!

Venendo alla ricetta, oggi vi presento questi deliziose mezzelune, super esotiche… e super golose! …frolla al latte di cocco, ripieno d’ananas… che profumi e che bontà!

Per questa tappa non ho preparato nulla di originale, ricette classiche samoane che anche altre compagne di viaggio hanno preparato… ma ho seguito la mia passione per il latte di cocco ed ho cucinato quello che più mi ispirava. Ma se volete conoscere e provare altre ricette samoane, passate a casa di  Marta di Mangiare è un po’ come viaggiare la nostra ambasciatrice che  nel suo post di presentazione ha raccolto tutte le meravigliose ricette samoane arrivate in queste tre settimane e cucinate con passione dalle altre viaggiatrici dell’Abbecedario!

Paifala2

Ricetta presa e leggermente riadattata dal sito Samoa Food

Per 5 mezzelune:

- per il ripieno:

  • 1 barattolo di ananas in succo d’ananas (340 gr sgocciolato)
  • 120 gr di zucchero
  • 30 gr di amido di mais
  • 80 ml di succo d’ananas (dal barattolo)
  • 120 ml di latte

- per l’impasto:

  • 380 gr di farina
  • 80 gr di burro
  • 240 ml di latte di cocco
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 1 pizzico di sale

Tagliare l’ananas sgocciolato a pezzetti e metterlo in un pentolino con i restanti ingredienti. Portare a bollore e fare addensare. Spegnete e lasciate raffreddare.

Nel frattempo preparate l’impasto, lavorando prima farina, lievito e sale con il burro a pezzetti ed unendo poi il latte di cocco. Non lavorate troppo l’impasto, deve restare come una frolla e non diventare elastico. Stendetelo alto circa 5 mm e ricavatene 5 dischi (io ho usato un piatto da frutta, circa 20 cm). Riempite ogni disco con il composto di ananas (io ne ho avanzato un po’), bagnate con acqua i bordi e richiudetelo a mezzaluna, facendo aderire bene i bordi e sigillandoli con i rebbi di una forchetta. Sempre con la forchetta fate 3 buchi in superficie. Posizionate le mezzelune su di una teglia da forno coperta con carta forno e cuocetele in forno preriscaldato a 190° per circa 40 miniti o finchè dorati.

Note: la ricetta originale prevedeva 200 gr di zucchero, io li ho trovati eccessivi essendo già l’ananas molto dolce, quindi ho ridotto le dosi.

image

Paifala3

Paifala – Samoan pineapple half-moon pies

The new World Culinary ABC has just started with the letter A of Apia capital of Samoa Islands! … until tomorrow everyone can try and share samoan recipes and add them to collection that our ambassador  Marta of Mangiare è un po’ come viaggiare is following here.

If you are new to the Culinary ABC you can read more here and discover how to participate!

One again I’ve inspired by a recipe which has as ingredient coconut milk. I suddenly loved these pies… Coconut milk in the pastry and a creamy filling made with pineapple… how to resist?

The recipe comes, once again, from the beautiful blog Samoa Food and it really worths a try! …I only reduced the sugar amount… as I thought pineapple is already sweet and 200 gr were too much… anyway, it’s up to your taste! …just know that even this way they were amazing, scented and delicious!

For 5 half-moon pies:

- for the filling:

  • 340 gr drained  pineapple
  • 120 gr sugar
  • 30 gr cornstarch
  • 80 ml pineapple juice
  • 120 ml milk

- for the pastry:

  • 380 gr all-purpose flour
  • 80 gr butter
  • 240 ml coconut milk
  • 2 tsp baking powder
  • 1 pinch salt

Chop pineapple and place it in a saucepan with other ingredients. Bring to boil and let it thicken. Set aside and allow to cool.

In the meantime prepare the pastry. Mix flour, salt and baking powder and work with butter then add coconut milk and work the pastry until comes together.  It doesn’t need to be smooth or overworked cos it’s a pastry and doesn’t have to be elastic. Roll out the pastry 5 mm thick and cut 5 circle of about 20 cm (I used a small plate). Place in the middle of each circle some pineapple filling, wet edges with some water and seal the pies, pressing the edges with a fork. Pierce the top of the pies with a fork and place them on a baking tray covered with parchment paper. Bake in preheated oven at 190° for about 40 minutes or until golden.

Paifala

Panini per hamburger con pasta madre – Sourdough burger buns

Scroll down for english version

image

Come anticipato nel precedente post… ecco a voi i deliziosi panini per hamburger che hanno accompagnato i burger di tacchino!

Sono davvero orgogliosa della mia pasta madre, ogni volta che la uso si comporta benissimo e mi da grosse soddisfazioni, come questi panini!

La ricetta l’ho presa dal libro “Pasta Madre” di Antonella Scialdone (blog Pappa-reale) che sin da subito è stato un ottimo punto di riferimento per capire di piú e gestire al meglio questo meraviglioso lievito naturale.

Io ho dimezzato le dosi, visto che a casa siamo in due, entrambi matti per il pane ed è bene non farne tantissimo, altrimenti ce lo mangiamo tutto! :)

Abbiamo trovato questi panini perfetti, crosticina croccante e interno morbidissimo… Favolosi! Ve li consiglio anche se non avete la pasta madre, sostituitela con mezzo cubetto di lievito e provateli! :)

image

- per 5 panini:

  • 250 gr farina manitoba
  • 100 gr latte
  • 80 gr pasta madre
  • 1 uovo medio
  • 50 gr di burro, morbido
  • 15 gr zucchero
  • 6 gr sale
  • 1 uovo e semi vari per la finitura

Dopo aver rinfrescato la pasta madre ho preparato l’impasto la sera e l’ho lasciato lievitare la notte. Ho impastato con la macchina del pane (usate altrimenti una planetaria o impastate a mano) per 15 minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, liscio ed elastico. Ho messo nel cestello il latte e vi ho dissolto il lievito madre, poi ho unito l’uovo, il burro e lo zucchero, ho coperto con farina e sale ed ho azionato programma impasto per 15 minuti. Ho messo l’impasto in una ciotola e lasciato riposare e lievitare durante la notte, coperto con pellicola. La mattina dopo ho ripreso l’impasto, l’ho lavorato brevemente e messo di nuovo a riposare riposare un’altra ora, sempre coperto in luogo riparato e caldo. Ho formato poi 5 palline, le ho disposte su una teglia da forno e le ho coperte con pellicola, leggermente oliata per non farla attacare. Lasciare lievitare fino a raddoppio. Spennellare i panini con un uovo sbattuto e cospargerli con semi di sesamo e di papavero. Cuocere i panini in forno preriscaldato a 180º per circa 25 minuti.

image

image

Sourdough burger buns

As anticipated on previous post… here you have the recipe for the amazing burger buns you saw stuffed with turkey burgers!

My sourdough is “working” really well… I’m having great results with everything I’m baking, included these buns! The recipe comes from an Italian cookbook dedicated to sourdough, how to look after it and how to bake with it.

These buns have a nice crunchy top and they’re super soft inside! …For sure I’ll make them again for any burger I’d like to eat! :)

In case you don’t bake with sourdough, you can use active dry yeast instead, I’m sure they’ll be great as well!

image

 

- for 5 buns:

  • 250 gr strong white flour
  • 100 gr milk
  • 80 gr sourdough (fed and active in 4 hours from last refresh)
  • 1 egg
  • 50 gr butter, soften
  • 15 gr sugar
  • 6 gr salt
  • 1 egg and mixed seeds (poppyseed and sesame seeds) to finish

I used my bread machine to work the dough. You can use a standmixer if you have one or work I by hand for about 15 minutes until you get a soft, smooth and elastic dough.

Dissolve refreshed sourdough in milk and place it in bread machine basket. Add egg, sugar and soft butter, cover with flour and on top salt. Mix for about 15 minutes then place it in a bowl, cover with film and let it rise overnight. The morning after take dough, work it quickly and place it again in the bowl, covered, for about 1 hour 30 minutes. Take the dough and shape 5 balls. Place them on a baking tray covered with parchement paper, cover with film, slightly greased so it doesn’t stick on the dough. When doubled in size (about 1 hour) brush buns top with beaten egg, sprinkle mixed seeds on top and then bake them in preheated oven at 180° for about 25 minutes.

image

 

Burger di tacchino con pere grigliate e senape – Turkey burgers with grilled pears and mustard

Scroll down for english version

Burger di tacchino e pere grigliate2

Il menù di ottobre con le pere continua a prendere forma!

Io e le mie compagne della rubrica StagioniAMO! cerchiamo di invogliarvi a provare i nostri menù stagionali che ogni mese creiamo con un ingrediente di stagione, protagonista dall’antipasto al dolce! …questo mese vi abbiamo già “servito”, sulla nostra tavola virtuale, un antipasto ed un primo:

LOGO UFFICIALE

Oggi io vi presento il secondo… dei burger di tacchino con pere grigliate e senape …in doppia veste, quella più seria, serviti su un piatto o quella casual, infilati dentro un panino da hamburger!

E’un secondo davvero leggero, gli hamburger sono saporiti ma leggeri e si accompagnano benissimo alla nota dolce della pera e alla nota pungente della senape! ..io ho usato una senape americana… la mustard… la mostarda che Alberto Sordi provava a mangiare al posto del “maccarone” provocatore! ;)

Adoro tutti i tipi di senape ma con gli hamburger quella americana ci sta proprio bene! :) …inoltre negli hamburger c’è anche la senape in polvere (la Colman’s inglese), salsa worchester, peperoncino, aglio orsino e cipollotti per extra gusto e il pangrattato Panko (quello japan) che essendo fatto di sola mollica regala morbidezza!

Come pere ho usato delle abate, croccanti e dolci allo stesso tempo, perfette per la grigliatura perché non si spappolano!

I panini che vedete nelle foto li ho fatti in casa… sono meravigliosi e la ricetta arriva presto su queste pagine… quindi stay tuned! ;)

Speriamo che anche questa ricetta vi stimoli a provare la pera a tutto tondo, un frutto di stagione versatile e meraviglioso di cui potete trovare tantissime varietà!

Io di recente sono stata alla Festa dei Frutti Dimenticati a Casola Valsenio ed ho portato a casa alcune delle pere “dimenticate”… varietà antiche da riscoprire e valorizzare… quindi sicuramente tornerò a breve con altre ricette con le pere! …nel frattempo vi aspettiamo lunedì prossimo da Luna – Pizza, Fichi e Zighini che conclude il nostro menù con il dolce! :)

Burger di tacchino e pere grigliate7

- per 5 hambuger:

  • 500 gr di carne di tacchino macinata
  • 3 cucchiaini senape in polvere
  • 2 cucchiai salsa worchester
  • 3 cucchiai pangrattato (panko giapponese)
  • peperoncino
  • 1 cipollotto tritato
  • 1 cucchiaino di aglio orsino secco
  • sale
  • 2 pere abate
  • senape all’americana
  • panini per hambuger (opzionali)

In una terrina unite la carne di tacchino con i cipollotti tritati, la senape in polvere, l’aglio orsino, il peperoncino, sale, salsa worchester e pangrattato. Mescolate bene per amalgamare il tutto e formate degli hamburger. Tagliate le pere a fettine e grigliatele insieme agli hamburger su una bistecchiera (io uso quella in ghisa che trovo meravigliosa).

Servite gli hamburger insieme alle pere grigliate e alla senape o su un piatto da portata o in mezzo ad un panino con qualche foglia di lattuga.

Burger di tacchino e pere grigliate

English corner 2

 

Burger di tacchino e pere grigliate3

Turkey burgers with grilled pears and mustard

Probably you already know that I love to bake dessert with vegetables but i’m also enjoying experiments with fruit in savoury dishes!

Pear is an amazing fruit, very versatile and you can create many savoury dishes with it… it’s fantastic paired with cheese, especially blue ones… but I found out that it’s great also with meat! :)

In this dish I simply grilled pears and served them with the turkey burgers and mustard and the combination was really tasty!

It’s a very simple and healthy dish (even more if you serve it without burger buns! :) ) turkey burgers are light but tasty, thanks to wild garlic, spring onions, english mustard and Worchester sauce!

You can serve them on a dish, for a classic version or, if you prefer, in a casual one… if you serve them into soft burger buns!

By the way, the burger buns you see are homemade, so stay tuned cos I’ll post the recipe soon! :)

Burger di tacchino e pere grigliate6

- per 5 hambuger:

  • 500 gr ground turkey
  • 3 tsp mustard powder (Colman’s)
  • 2 tbsp worchester sauce
  • 3 tbsp panko breadcrumbs
  • hot chilli peppers, ground
  • 1 spring onion, chopped
  • 1 tsp wild garlic, dried
  • salt
  • 2 pears
  • american mustard
  • burger buns (optionals)

In a bowl combine ground turkey with spring onions, mustard powder, wild garlic, worchester sauce, chilli pepper, panko breadcrumbs. Shape 5 burgers and grilled them together with sliced pears on a hot cast iron pan. Serve burger with grilled pears and mustard on a dish or if you prefer into burger buns together with some lettuce leaves.

Burger di tacchino e pere grigliate4

Cookies yogurt e mirtilli – Blueberry and yogurt cookies

Scroll down for english version

Biscotti yogurt e mirtilli4

Oggi vi lascio una ricettina velocissima, semplicissima e buonissima per fare dei biscottoni morbidi ed extra-mirtillosi!

Sono nati dando uno sguardo nel frigo e trovandovi sia dello yogurt ai mirtilli che dei mirtilli freschi… volevo fare qualcosa di veloce, visto il poco tempo e così, assemblando idee sparse sul web ho messo assieme questi cookies!

Non hanno burro ne olio, solo buon yogurt che regala una morbidezza unica… sono proprio deliziosi ed ottimi compagni da colazione! :)

Biscotti yogurt e mirtilli

  • 250 gr di yogurt ai mirtilli
  • 150 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di estratto liquido naturale di vaniglia
  • 280 gr di farina 00
  • 1 e 1/2 cucchiaini di lievito
  • un pizzico di sale
  • 125 gr di mirtilli freschi

In una ciotola, con un frustino, sbattere yogurt e zucchero, unire l’uovo e la vaniglia e sbattere bene. Miscelate assieme farina, lievito e sale ed uniteli al mix di yogurt, incorporando il tutto con una spatola, unendo in ultima anche i mirtilli. Con un dosagelato (o un cucchiaio) disponete delle palline di composto su una teglia da forno coperta con carta forno. Cuocete i cookies in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti o funchè dorati. Fateli raffreddare su una gratella.

English corner 2

Biscotti yogurt e mirtilli3

 Blueberry and yogurt cookies

I had a look at my fridge and saw some fresh blueberries and some delicious blueberry yogurts… hence the idea to combine these two ingredients into something easy, quick and delicious at the same time!

I liked the idea to bake some drop cookies which are always quite easy to make… and having a look at the web and putting together few ideas I came out with these delicious cookies!

They’re very fragrant and soft…. easy as I wanted and perfect for my breakfast… and they heavenly taste and smell blueberries… I loved them!

  • 250 gr blueberry yogurt
  • 150 gr sugar
  • 1 egg
  • 1 tsp natural vanilla extract
  • 280 gr all-purpose flour
  • 1 – 1/2 tsp baking powder
  • a pinch of salt
  • 125 gr fresh blueberries

In a bowl whisk together yogurt and sugar. Add egg and vanilla and whisk well to combine. Mix flour with baking powder and salt and add the mixture to yogurt one mixing with a spatula to combine then fold in blueberries. Using and ice cream scoop(or a spoon) place some balls of batter on a baking tray covered with parchment paper. Bake cookies in preheated oven at 180° for about 15 minutes or until slightly golden. Cool on a rack.

Biscotti yogurt e mirtilli2