Panini per hamburger con pasta madre – Sourdough burger buns

Scroll down for english version

image

Come anticipato nel precedente post… ecco a voi i deliziosi panini per hamburger che hanno accompagnato i burger di tacchino!

Sono davvero orgogliosa della mia pasta madre, ogni volta che la uso si comporta benissimo e mi da grosse soddisfazioni, come questi panini!

La ricetta l’ho presa dal libro “Pasta Madre” di Antonella Scialdone (blog Pappa-reale) che sin da subito è stato un ottimo punto di riferimento per capire di piú e gestire al meglio questo meraviglioso lievito naturale.

Io ho dimezzato le dosi, visto che a casa siamo in due, entrambi matti per il pane ed è bene non farne tantissimo, altrimenti ce lo mangiamo tutto! :)

Abbiamo trovato questi panini perfetti, crosticina croccante e interno morbidissimo… Favolosi! Ve li consiglio anche se non avete la pasta madre, sostituitela con mezzo cubetto di lievito e provateli! :)

image

- per 5 panini:

  • 250 gr farina manitoba
  • 100 gr latte
  • 80 gr pasta madre
  • 1 uovo medio
  • 50 gr di burro, morbido
  • 15 gr zucchero
  • 6 gr sale
  • 1 uovo e semi vari per la finitura

Dopo aver rinfrescato la pasta madre ho preparato l’impasto la sera e l’ho lasciato lievitare la notte. Ho impastato con la macchina del pane (usate altrimenti una planetaria o impastate a mano) per 15 minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, liscio ed elastico. Ho messo nel cestello il latte e vi ho dissolto il lievito madre, poi ho unito l’uovo, il burro e lo zucchero, ho coperto con farina e sale ed ho azionato programma impasto per 15 minuti. Ho messo l’impasto in una ciotola e lasciato riposare e lievitare durante la notte, coperto con pellicola. La mattina dopo ho ripreso l’impasto, l’ho lavorato brevemente e messo di nuovo a riposare riposare un’altra ora, sempre coperto in luogo riparato e caldo. Ho formato poi 5 palline, le ho disposte su una teglia da forno e le ho coperte con pellicola, leggermente oliata per non farla attacare. Lasciare lievitare fino a raddoppio. Spennellare i panini con un uovo sbattuto e cospargerli con semi di sesamo e di papavero. Cuocere i panini in forno preriscaldato a 180º per circa 25 minuti.

image

image

Sourdough burger buns

As anticipated on previous post… here you have the recipe for the amazing burger buns you saw stuffed with turkey burgers!

My sourdough is “working” really well… I’m having great results with everything I’m baking, included these buns! The recipe comes from an Italian cookbook dedicated to sourdough, how to look after it and how to bake with it.

These buns have a nice crunchy top and they’re super soft inside! …For sure I’ll make them again for any burger I’d like to eat! :)

In case you don’t bake with sourdough, you can use active dry yeast instead, I’m sure they’ll be great as well!

image

 

- for 5 buns:

  • 250 gr strong white flour
  • 100 gr milk
  • 80 gr sourdough (fed and active in 4 hours from last refresh)
  • 1 egg
  • 50 gr butter, soften
  • 15 gr sugar
  • 6 gr salt
  • 1 egg and mixed seeds (poppyseed and sesame seeds) to finish

I used my bread machine to work the dough. You can use a standmixer if you have one or work I by hand for about 15 minutes until you get a soft, smooth and elastic dough.

Dissolve refreshed sourdough in milk and place it in bread machine basket. Add egg, sugar and soft butter, cover with flour and on top salt. Mix for about 15 minutes then place it in a bowl, cover with film and let it rise overnight. The morning after take dough, work it quickly and place it again in the bowl, covered, for about 1 hour 30 minutes. Take the dough and shape 5 balls. Place them on a baking tray covered with parchement paper, cover with film, slightly greased so it doesn’t stick on the dough. When doubled in size (about 1 hour) brush buns top with beaten egg, sprinkle mixed seeds on top and then bake them in preheated oven at 180° for about 25 minutes.

image

 

Burger di tacchino con pere grigliate e senape – Turkey burgers with grilled pears and mustard

Scroll down for english version

Burger di tacchino e pere grigliate2

Il menù di ottobre con le pere continua a prendere forma!

Io e le mie compagne della rubrica StagioniAMO! cerchiamo di invogliarvi a provare i nostri menù stagionali che ogni mese creiamo con un ingrediente di stagione, protagonista dall’antipasto al dolce! …questo mese vi abbiamo già “servito”, sulla nostra tavola virtuale, un antipasto ed un primo:

LOGO UFFICIALE

Oggi io vi presento il secondo… dei burger di tacchino con pere grigliate e senape …in doppia veste, quella più seria, serviti su un piatto o quella casual, infilati dentro un panino da hamburger!

E’un secondo davvero leggero, gli hamburger sono saporiti ma leggeri e si accompagnano benissimo alla nota dolce della pera e alla nota pungente della senape! ..io ho usato una senape americana… la mustard… la mostarda che Alberto Sordi provava a mangiare al posto del “maccarone” provocatore! ;)

Adoro tutti i tipi di senape ma con gli hamburger quella americana ci sta proprio bene! :) …inoltre negli hamburger c’è anche la senape in polvere (la Colman’s inglese), salsa worchester, peperoncino, aglio orsino e cipollotti per extra gusto e il pangrattato Panko (quello japan) che essendo fatto di sola mollica regala morbidezza!

Come pere ho usato delle abate, croccanti e dolci allo stesso tempo, perfette per la grigliatura perché non si spappolano!

I panini che vedete nelle foto li ho fatti in casa… sono meravigliosi e la ricetta arriva presto su queste pagine… quindi stay tuned! ;)

Speriamo che anche questa ricetta vi stimoli a provare la pera a tutto tondo, un frutto di stagione versatile e meraviglioso di cui potete trovare tantissime varietà!

Io di recente sono stata alla Festa dei Frutti Dimenticati a Casola Valsenio ed ho portato a casa alcune delle pere “dimenticate”… varietà antiche da riscoprire e valorizzare… quindi sicuramente tornerò a breve con altre ricette con le pere! …nel frattempo vi aspettiamo lunedì prossimo da Luna – Pizza, Fichi e Zighini che conclude il nostro menù con il dolce! :)

Burger di tacchino e pere grigliate7

- per 5 hambuger:

  • 500 gr di carne di tacchino macinata
  • 3 cucchiaini senape in polvere
  • 2 cucchiai salsa worchester
  • 3 cucchiai pangrattato (panko giapponese)
  • peperoncino
  • 1 cipollotto tritato
  • 1 cucchiaino di aglio orsino secco
  • sale
  • 2 pere abate
  • senape all’americana
  • panini per hambuger (opzionali)

In una terrina unite la carne di tacchino con i cipollotti tritati, la senape in polvere, l’aglio orsino, il peperoncino, sale, salsa worchester e pangrattato. Mescolate bene per amalgamare il tutto e formate degli hamburger. Tagliate le pere a fettine e grigliatele insieme agli hamburger su una bistecchiera (io uso quella in ghisa che trovo meravigliosa).

Servite gli hamburger insieme alle pere grigliate e alla senape o su un piatto da portata o in mezzo ad un panino con qualche foglia di lattuga.

Burger di tacchino e pere grigliate

English corner 2

 

Burger di tacchino e pere grigliate3

Turkey burgers with grilled pears and mustard

Probably you already know that I love to bake dessert with vegetables but i’m also enjoying experiments with fruit in savoury dishes!

Pear is an amazing fruit, very versatile and you can create many savoury dishes with it… it’s fantastic paired with cheese, especially blue ones… but I found out that it’s great also with meat! :)

In this dish I simply grilled pears and served them with the turkey burgers and mustard and the combination was really tasty!

It’s a very simple and healthy dish (even more if you serve it without burger buns! :) ) turkey burgers are light but tasty, thanks to wild garlic, spring onions, english mustard and Worchester sauce!

You can serve them on a dish, for a classic version or, if you prefer, in a casual one… if you serve them into soft burger buns!

By the way, the burger buns you see are homemade, so stay tuned cos I’ll post the recipe soon! :)

Burger di tacchino e pere grigliate6

- per 5 hambuger:

  • 500 gr ground turkey
  • 3 tsp mustard powder (Colman’s)
  • 2 tbsp worchester sauce
  • 3 tbsp panko breadcrumbs
  • hot chilli peppers, ground
  • 1 spring onion, chopped
  • 1 tsp wild garlic, dried
  • salt
  • 2 pears
  • american mustard
  • burger buns (optionals)

In a bowl combine ground turkey with spring onions, mustard powder, wild garlic, worchester sauce, chilli pepper, panko breadcrumbs. Shape 5 burgers and grilled them together with sliced pears on a hot cast iron pan. Serve burger with grilled pears and mustard on a dish or if you prefer into burger buns together with some lettuce leaves.

Burger di tacchino e pere grigliate4

Cookies yogurt e mirtilli – Blueberry and yogurt cookies

Scroll down for english version

Biscotti yogurt e mirtilli4

Oggi vi lascio una ricettina velocissima, semplicissima e buonissima per fare dei biscottoni morbidi ed extra-mirtillosi!

Sono nati dando uno sguardo nel frigo e trovandovi sia dello yogurt ai mirtilli che dei mirtilli freschi… volevo fare qualcosa di veloce, visto il poco tempo e così, assemblando idee sparse sul web ho messo assieme questi cookies!

Non hanno burro ne olio, solo buon yogurt che regala una morbidezza unica… sono proprio deliziosi ed ottimi compagni da colazione! :)

Biscotti yogurt e mirtilli

  • 250 gr di yogurt ai mirtilli
  • 150 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di estratto liquido naturale di vaniglia
  • 280 gr di farina 00
  • 1 e 1/2 cucchiaini di lievito
  • un pizzico di sale
  • 125 gr di mirtilli freschi

In una ciotola, con un frustino, sbattere yogurt e zucchero, unire l’uovo e la vaniglia e sbattere bene. Miscelate assieme farina, lievito e sale ed uniteli al mix di yogurt, incorporando il tutto con una spatola, unendo in ultima anche i mirtilli. Con un dosagelato (o un cucchiaio) disponete delle palline di composto su una teglia da forno coperta con carta forno. Cuocete i cookies in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti o funchè dorati. Fateli raffreddare su una gratella.

English corner 2

Biscotti yogurt e mirtilli3

 Blueberry and yogurt cookies

I had a look at my fridge and saw some fresh blueberries and some delicious blueberry yogurts… hence the idea to combine these two ingredients into something easy, quick and delicious at the same time!

I liked the idea to bake some drop cookies which are always quite easy to make… and having a look at the web and putting together few ideas I came out with these delicious cookies!

They’re very fragrant and soft…. easy as I wanted and perfect for my breakfast… and they heavenly taste and smell blueberries… I loved them!

  • 250 gr blueberry yogurt
  • 150 gr sugar
  • 1 egg
  • 1 tsp natural vanilla extract
  • 280 gr all-purpose flour
  • 1 – 1/2 tsp baking powder
  • a pinch of salt
  • 125 gr fresh blueberries

In a bowl whisk together yogurt and sugar. Add egg and vanilla and whisk well to combine. Mix flour with baking powder and salt and add the mixture to yogurt one mixing with a spatula to combine then fold in blueberries. Using and ice cream scoop(or a spoon) place some balls of batter on a baking tray covered with parchment paper. Bake cookies in preheated oven at 180° for about 15 minutes or until slightly golden. Cool on a rack.

Biscotti yogurt e mirtilli2

Panipopo – Panini samoani al latte di cocco – Samoan sweet coconut buns

Scroll down for engligh version

Panipopo6

Il nuovo Abbecedario Culinario Mondiale ha da poco preso il via… il nome già dice molto… quest’anno il tour ci vedrà toccare 26 nazioni… 5 continenti più l’Antartide… alla scoperta di ricette e tradizioni culinarie di mezzo mondo! …mi gira già la testa se penso a tutte le cose che vorrei provare e che spero di riuscire a cucinare!

88972-logo

Ma andiamo con calma… intanto fino al 26 ottobre siamo ancora alla prima tappa… ci stiamo godendo il caldo ed il sole delle Isole Samoa! …abbiamo iniziato (ovviamente) con la lattera A di Apia capitale di queste isole dell’Oceania e chiunque voglia provare delle ricette samoane può postarle e linkarle a casa dell’ambasciatrice e guida di questa tappa, Marta di Mangiare è un po’ come viaggiare visitando il suo post di presentazione troverete già un sacco di meravigliose ricette samoane!

Panipopo2

Il latte di cocco la fa da padrone in tantissime ricette, dolci e salate ed io, dopo i biscotti, ci sono ricascata ed ho preparato un’altra ricetta che lo vede protagonista… un’altra ricetta tipica di queste isole… i Panipopo… panini morbidi, leggermente dolci cotti con una salsa di latte di cocco che a fine cottura fa da letto e accompagnamento a questi panini soffici e profumati.

La ricetta l’ho presa dal questo sito e l’ho rifatta quasi uguale. Ho fatto due teglie, una tonda da 20 cm con 7 panini ed una rettangolare con 6. Sono venuti una delizia, un profumo inebriante ha pervaso la casa mentre cuocevano in forno. La prova assaggio sia per la teglia che è rimasta a casa che per quella che ho portato al lavoro è stata più che superata, spazzolati via alla velocità della luce tra mugugni di piacere! :)

Panipopo4

- per 13 panini:

  • 240 ml di acqua
  • 50 gr di zucchero
  • 1 presa di sale
  • 1 uovo
  • 30 ml di olio di semi di girasole (bio e spremuto a freddo)
  • 40 gr di latte in polvere
  • 270 gr farina manitoba
  • 200 gr farina 00
  • 7 gr (una bustina di lievito secco)

- Per la salsa:

  • 200 ml di latte di cocco
  • 200 ml d’acqua
  • 100 gr di zucchero

Note: io ho impastato con la macchina del pane, altrimenti usate una planetaria o impastate a mano. E’ un impasto morbido e umido quindi a mano potreste fare un po’ più di fatica e rischiare di mettere troppa farina.

Mettere nel cesto della macchina del pane l’acqua, l’uovo leggermente sbattuto, lo zucchero, l’olio e il sale. Coprire con le farine miscelate con latte in polvere e sopra a tutto mettere il lievito. Impastate per circa 15 minuti. Lasciate lievitare fino al raddoppio in una ciotola coperta e messa in un luogo tiepido. Riprendete l’impasto, lavoratelo brevemente e stendetelo. Ricavate circa 12/13 palline e disponetele dentro delle teglie da forno, lasciando dello spazio tra l’una e l’altra per la lievitazione. Coprite le teglie e lasciate lievitare un’altra ora. Nel frattempo preparate la salsa, mescolando assieme latte di cocco, acqua e zucchero. Mettete in un pentolino e scaldate il tutto per 5 minuti per far sciogliere lo zucchero. Non portate a bollore. Una volte che le palline sono aumentate di volume, copritele con la salsa di latte di cocco e cuocetele in forno preriscaldato a 190° per circa 30 minuti o finché le vedrete belle brunite e con la salsa che bolle ai lati.

Servite i panini con la salsa di cocco. All’inizio può sembrare liquida ma lasciandola riposare si addensa diventando cremosa.

Panipopo8

English corner 2

 

Panipopo7

Panipopo – Samoan sweet coconut buns

The new World Culinary ABC has just started with the letter A of Apia capital of Samoa Islands! … until october 26 everyone can try and share samoan recipes and add them to collection that our ambassador  Marta of Mangiare è un po’ come viaggiare is following here.

If you are new to the Culinary ABC you can read more here and discover how to participate!

One of main ingredients of Samoa cuisine is coconut milk, used in sweet and savoury dishes.

Panipopo3

After having tried Masi Popo, this week, coconut milk tempted me again and I baked these fragrant and soft Panipopo… sweet buns cooked in a delicious coconut sauce.

 

I found the recipe in this blog and I followed it with just few changes.

I used two pans, a 20 cm round one for 7 buns and a small rectangular one for 6 buns. These buns are fantastic, soft and fragrant… the house smells coconut while you bake them and when you eat them soaked in the creamy coconut sauce they really melt in your mouth! I shared one pan with colleagues and I left second one home… they both got empty in few minutes! ;)

Panipopo

- for 13 buns:

  • 240 ml lukewarm water
  • 50 gr sugar
  • 1 egg, slightly beaten
  • 30 ml sunflower seed oil (organic and cold pressed)
  • A pinch of salt
  • 40 gr dry milk
  • 270 gr bread flour
  • 200 gr all-purpose flour
  • 7 gr (1 package) active dry yeast (or instant yeast)

- For the sauce:

  • 200 ml coconut milk
  • 200 ml water
  • 100 gr sugar

Notes: I used bread machine to mix the dough. You can use a stand mixer or a work it by hand. Rememeber it should be a soft dough, slightly sticky, so if you work it by hand try not to add too much flour.

In the bread machine basket place water, egge, oil, sugar, salt then I covered with flours mixed with dry milk and on top of everything put the yeast. Mix the dough for 15 minutes then place it in a bowl, covered, to let it rise until doubled in size.

Punch dough down and roll it down on a slightly floured surface. Cut 12/13 pieces and shape them into small balls. Place them in baking pans, allowing some space in between. Cover pans and let balls to double in size for about 1 hour. In the meantime, in a saucepan heat water, coconut milk and sugar and mix until sugar is dissolved. Don’t bring to boil. Cover buns with coconut sauce and bake them in preheated oven at 190° for about 30 minutes or until buns are golden brown and sauce bubbles around the edges. Serve with coconut sauce.

Panipopo5

StagioniAMO!… tutti in tavola che c’è il primo!

LOGO UFFICIALE

Il menù mensile di StagioniAMO! con protagoniste le pere continua a prendere forma!

Dopo l’antipasto presentato da  Federica di Caffè Babilonia …dei sfiziosi, profumati e super gustosi spiedini di pere e gorgonzola, oggi è in tavola il primo presentato da Marzia di Coffee&Mattarello un saporitissimo risotto con lardo, stracchino e pere… autunnale, ricco, cremoso …da leccarsi i baffi! :)

Per il secondo con le pere vi aspetto lunedí prossimo qui da me! :)

E per chi si fosse perso il post di presentazione… abbiamo dato il via anche un Contest, dedicato a noci e nocciole… quindi se volete stagionare e cucinare con noi… leggete il regolamento del Contest qui… e proponeteci le vostre ricette dall’antipasto al dolce!

stagioniamo CONTEST ingredienti

Focaccia semintegrale alle olive – Semi-whole wheat focaccia with olives

Scroll down for english version

image

Ho sempre amato i lievitati… i vari nutrizionisti e dietologi che ho incontrato mi hanno sempre limitato i carboidrati… e seppur io cerchi di attenermi a tali dettami, è difficile esser ligia per una che come me ama pasta, cereali e pane… di ogni sorta!!!

Il problema poi si è aggravato da quando ho la pasta madre… se prima panificavo una volta ogni tanto… ora con il lievito madre sono stimolata a panificare quasi ogni settimana! …la cosa per me è piacevolissima ovviamente… stimola la mia creatività e curiosità… anche se poi, la mia già poca voglia di attenermi ad una sottospecie di dieta vacilla ancora di più! :)

image

 

Quello che vi presento oggi è un altro mio esperimento con la pasta madre ed una idratazione media-alta, come si richiede per una Signora Focaccia! ;)

L’ho chiamata semintegrale perché ho usato una parte di farina integrale ed una di farina tipo 2, che comunque si trova tra la 0 e la integrale. E’ venuta una meraviglia, morbidissima e profumata e come ogni buon lievitato che passa per casa nostra è durata meno di 24 ore! …ve la immaginate vero tagliata in due e farcita?! :)

Io c’ho messo olive verdi e nere, dell’aglio orsino secco, profumato e gustoso e del sale nero delle Hawaii, chiamato anche Black Lava, originario dell’isola Molokai. Il nome di questo sale ed anche il colore fanno intuire la sua origine vulcanica. Ha un gusto che va tra l’amarotico e l’affumicato, davvero unico e speciale!

image

  • 170 gr farina integrale
  • 330 gr farina buratto tipo 2
  • 350 ml acqua
  • 45 gr olio evo
  • 1 cucchiaino sale
  • 200 gr pasta madre
  • Olive
  • sale nero hawaii
  • aglio orsino secco

Essendo un impasto umido ho impastato il tutto con la macchina del pane, altrimenti va benissimo una planetaria. Ho sciolto il lievito madre nell’acqua e l’ho messo nel cestello della MDP, ho unito l’olio, le farine ed il sale. Ho azionato il programma solo impasto per 15 minuti. L’impasto era morbido, elastico e leggermente appiccicoso. L’ho lasciato lievitare fino al raddoppio, circa 4 ore o poco meno. Ho preso l’impasto e l’ho steso su una superficie leggermente infarinata e con una spatola oliata ho tirato su l’impasto per effettuare due giri di pieghe. Ho steso l’impasto su una teglia tonda, l’ho coperto con una pellicola unta d’olio e l’ho lasciato rilievitare per un’altra ora, fino al raddoppio. Ho messo le olive sopra la focaccia, infilandole bene nell’impasto, ho cosparso l’aglio orsino ed il sale ed ho spruzzato un po’ d’olio evo su tutta la superficie. Ho cotto la focaccia in forno preriscaldato a 200° per circa 40 minuti.English corner 2

 

image

Semi-whole wheat focaccia with olives

I always loved to bake breads or anything yeast baked good… but I was used to do it every now and then. But now, since I have the sourdough living in my fridge I’m (happily) forced to bake nearly every week… and I’m stimulated to create and experiment each time something new!

This time I prepared another focaccia with a part of whole wheat flour and a part of first clear flour (which is a bread flour in between a white flour and whole wheat one)… this is way I called it “semi-whole wheat”.

image

I enriched this focaccia with black and green olives, some dried wild garlic and Hawaiian black lava sea salt.
This particular salt is harvested from pacific waters using traditional methods of solar evaporation, allowing the salt crystals to form with all minerals included. The taste is quite unique with smoky and slightly bitter notes.

The result of this mix of ingredients and a very soft dough is a unique, fragrant and tasty focaccia, quite high and perfect to be stuffed and create delicious sandwiches.

image

  • 170 gr whole wheat flour
  • 330 gr first clear flour (very strong bread flour)
  • 350 ml water
  • 45 gr extra virgin olive oil
  • 1 tsp salt
  • 200 gr sourdough
  • Olives
  • Hawaiian black lava sea salt
  • Wild garlic, dried

As it is a dough with an medium-high hydration you best work it with a stand mixer or a brad machine, as I did. I dissolved sourdough in water and place it in the bread machine basket. I added olive oil, mixed flours and salt and started a kneading program that last 15 minutes. The result is a soft, elastic and slightly sticky dough. Leave it to double in size, covered with film, for about 4 hours. Place the dough on a slightly floured surface and roll it out in a rectangular shape. Fold dough in three, helping yourself with a greased spatula, as the dough may be sticky. Repeat this twice. Place the dough in baking pan and cover with a greased film. Let it rise for about one hour. Press olives into dough, sprinkle with wild garlic and black salt and spray some olive oil on top. Bake in preheated oven at 200° for about 40 minutes.

image

Unisco questa focaccia alla raccolta mensile Panissimo#22, iniziativa creata da Sandra di Indovina chi viene a cena e Barbara di Bread & Companatico che questo mese viene ospitata da Maria Teresa – De Gustibus Itinera.

With this bread I participate to Panissimo#22, an event created by Barbara of Bread & Companatico and Sandra of Indovina chi viene a cena? and hosted this month by Maria Teresa – De Gustibus Itinera.

panissimo

Masi Popo/Masi Samoa – Biscotti al latte di cocco samoani – Samoan milk coconut cookies

Scroll down for english version

Masi Popo6

Mi sembra ieri che con la carovana dell’Abbecedario giravamo l’Italia, regione dopo regione, scoprendo e provando le tante ricette tipiche del nostro paese… invece il tempo passa eccome, passa veloce … e nel frattempo oltre all’Italia abbiamo girato anche tutta l’Europa della Comunità Europea ed oggi, dopo un po’ di mesi di pausa estiva la carovana riparte alla scoperta delle tradizioni e ricette culinarie del mondo!

88972-logo

 

L’abbecedario Culinario mondiale si baserà ovviamente su 26 lettere… 5 per ogni continente più una per l’Antartide (ancora ci stiamo domandando cosa mangeranno in Antartide!)… e ad ogni lettera corrisponderà la città di uno stato.

Il viaggio è iniziato il 6 ottobre con la A di Apia, capitale delle Isole Samoa! …l’ambasciatrice per questa nazione é Marta di Mangiare è un po’ come viaggiare che ha già presentato un gustoso e profumato piatto di pesce, l’Oka l’a. Staremo con i piedi a mollo nell’azzurro mare delle Isole Samoa fino al 26 ottobre, e chiunque voglia provare una ricetta di questa nazione può poi unirla alla raccolta!

Comunque, se siete curiosi e vi siete persi il post con il calendario delle date, QUI trovate tutte le date, le lettere e le nazioni, così da poter organizzarvi e seguirci al meglio.

Masi Popo

Io inizio questo viaggio dell’Abbecedario tra i sapori e profumi samoani con dei deliziosi biscotti al latte di cocco!

Questi biscotti sono tanto semplici quanto deliziosi… l’aspetto non ha nulla di particolare ma il gusto è favoloso! Già quando li si cucina si sprigiona un profumo delizioso per la cucina, quando li si addenda poi conquistano! …hanno la consistenza di uno shortbread ma non così burrosi, sono profumati e non troppo dolci! …una meraviglia!

Le dosi le ho prese da qui e su youtube c’è un video che spiega bene come farli.

Masi Popo4

  • 120 gr burro
  • 120 gr zucchero
  • 2 uova
  • 200 ml latte di cocco (no light)
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
  • 550 gr di farina 00
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 1 pizzico di sale

Sbattete il burro con lo zucchero finchè ben cremosi. Unire le uova una alla volta, sbattendo bene ad ogni aggiunta. Unire il latte di cocco e la vaniglia e sbattere bene. Aggiungere la farina miscelata con lievito e sale e mescolare con una spatola. Trasferire il composto su una spianatoia leggermente infarinata e lavorate l’impasto formando una palla. Ci potrebbe volere altra farina ma unitene poco alla volta poichè l’impasto deve essere morbido. L’impasto inoltre non va lavorato molto o al posto di avere dei biscotti friabili avrete dei biscotti duri. Il glutine in questo tipo di impasti non va sviluppato.

Stendere l’impasto alto circa 6 mm e tagliarlo a quadrati di circa 7 cm. Posizionare i biscotti su una teglia da forno coperta con carta forno e cuocerli in forno preriscaldato a 180° per circa 20/25 minuti.

Masi Popo3

Masi popo /Masi Samoa – Samoan milk coconut cookies

Few months ago we ended a virtual gastronomic tour through the EC Countries, now after a summer “siesta” we are back with another virtual tour through the gastronomic traditions and recipes of the World… with the World Culinary ABC!

88972-logo

This tour will feature an ambassador for each letter and we hope that again there will be many of you traveling with us — for just one leg or for the whole tour or whenever your luggage is ready and you want to join the fun.

Each letter of the alphabet is associated with a city that represents a country and the ambassador will start the festivities with a dish s/he chooses from that country’s culinary tradition. During the three weeks following the opening post, anyone can publish a recipe from the same country. It’s that easy.

Here you can read more about rules and calendar.

This tour started past monday with the A of Apia,  capitalof Samoa Islands and through october 26 we will explore these islands culinary traditions.

The ambassador for this country is Marta of Mangiare è un po’ come viaggiare which started this tour with a scented and delicious fish recipe …the Oka l’a.

My first recipe to discover this country food traditions are these delicious shortbread-like cookies… flaky, buttery and coconut scented!

When you bake them the house will smell coconut and when you will taste them you will love them at first bite!

I found the recipe here and there is also a video on youtube which explain very well all steps.

Masi Popo5

  • 120 gr butter
  • 120 gr sugar
  • 2 eggs
  • 200 ml coconut milk (full fat)
  • 1 tsp vanilla essence
  • 550 gr flour
  • 2 tsp baking powder
  • 1 pinch of salt

Beat butter and suagr until creamy, add eggs one at time beating well after each addition. Pour in coconut milk and vanilla and beat well. Add flour, baking powder and salt and mix with a spatula. Transfer dough on a floured surface and form a soft ball. Do not overknead the dough or you’ll get tough biscuits. You may need extra flour but not too much cos they have to remain soft. Roll out the dough 6 mm thick and cut 7 cm squares. Place biscuits on a baking tray covered with parchment paper and bake them in preheated oven at 180° for about 20/25 minutes.

Masi Popo2