Pane al kefir

…O pane con kefir… o ancor meglio… pane lievitato con il kefir!!!!

Da quando sono entrata in possesso dei granuli per produrre il Kefir in casa (grazie a Libera che l’aveva a sua volta ricevuto in dono da Oxana, grande produttrice di Kefir) …ho iniziato a documentarmi sempre più su questa antica bevanda dalle origini caucasiche!… di siti ne ho trovati diversi, dove poter imparare a produrlo al meglio, conoscerne le proprietà e i benefici.. e anche per scovar idee su come utilizzarlo oltre a berlo quotidianamente!

Nel mio girovagare mi sono imbattuta in questo sito dove ho trovato pure un’interessante ricetta per fare il pane con il kefir, dove il kefir non serve solo a dar “gusto” all’impasto ma funge proprio da agente lievitante! :)

Come non provare?! :) … ho modificato qualcosa dalla loro versione, sia nelle quantità, avendo meno farina a disposizione, sia nel procedimento… ma il risultato è stato ottimo lo stesso! …due bei pani croccanti fuori e morbidi dentro… per niente acidi. la crosticina aveva un leggero retrogusto da formaggio cotto, gradevole comunque! …appena sfornato, ancora caldo è stato subito tagliato a fettone e la mia dolce metà si è preparato una super “bruschetta” con gorgonzola e prosciutto crudo di Parma!!! … strepitosa!!! :)

- primo impasto:

  • 150 gr di farina manitoba
  • 300 ml di kefir

- secondo impasto:

  • 650 gr di farina manitoba
  • 1 bicchiere di acqua tiepida
  • 1 e 1/2 cucchiaino di sale

Ho preparato un primo impasto mescolando insieme il kefir con 150 gr di farina, li ho messi in una ciotola ampia che poi ho coperto con un canovaccio ed ho lasciato lievitare per 24 ore. Come dicono nella ricetta originale a cui mi sono ispirata, l’impasto nelle 24 ore raddoppia e poi si sfongia. Dopo 24 ore comunque si vedrà che l’impasto è ben aereato e si è creata la maglia glutinica.

Io ho poi ho messo ad impastare il tutto nella macchina del pane, dove l’ho anche lasciato lievitare. Ho messo l’acqua (non tutta), il sale, il primo impasto di farina e kefir e poi la farina restante. Ho azionato il programma di solo impasto e mi son regolata con l’acqua in base a come vedevo venir su l’impasto. A me è servito un bicchiere.

Ho lasciato lievitare il tutto nella macchina per 4 ore circa, dopodichè ho ripreso l’impasto, l’ho impastato brevemente, dividendolo in due forme allungate che ho messo su una placca pronte per farle rilievitare per altre 4 ore dentro il forno, spento, in cui ho messo un pentolino di acqua bollente (vedi foto sopra).

Trascorso questo tempo, il pane era lievitato notevolmente (vedi foto qui sopra), ho deciso di fare delle incisioni, delicatamente sul dorso, ho acceso il forno a 200° ed una volta in temperatura ho infornato il pane, che ho fatto cuocere per circa 20-25 minuti. Ne è uscito ulteriormente cresciuto in altezza e bello fragrante.

Come vi ho detto è stato subito tagliato a fette per gustarlo in una saporitissima bruschetta con gorgonzola e Parma!!! :)

…ahhh prima di fare le bruschette, il direttore artistico del set fotografico (il mio ragazzo! ;) )… ah creato pure questo bel topone! :)

About these ads

63 pensieri su “Pane al kefir

  1. ahahahh che simpatico il topone!
    Pane bellissimo, complimenti!
    Secondo te è possibile sostituire il kefir con qualcos’altro?
    Non saprei dove prenderlo il kefir :(

  2. dire che mi piace è davvero poco, rimarrò qui tutta la mattina a guardarlo se non ti dispiace, sperando che uno di questi filoncini cade fuori dallo schermo. Impossibile, lo so, ma ti è venuto una meraviglia.

  3. Pingback: Pane al kefir

  4. Ma sai che questo pane ha un aspetto da vero seduttore? ;-)
    Io non conosco bene il kefir e nemmeno l’arte della panificazione, ma il dubbio ignorante sorge spontaneo: senza la macchina del pane otterrei lo stesso risultato?

  5. tesoro lo vedo perfetto l’abbinamento con il prsociutto e gorgonzola però anche il topone nn è male:D!!ti è venuto cosi bene che mette appetito solo a guardarlo!!bacioni imma

  6. Non conoscevo il kefir….. comunque hai realizzato proprio un bel pane… chissà con una bella fetta di salame che buono!!!! .-P.. smack e buon lunedì! .-D

  7. Lo conosco da poco il kefir ma solo quello che vendono al supermercato. Mi piace moltissimo ma non avrei mai immaginato che fungesse da lievito!! E che lievito, visti i risultati! Complimenti e grazie per la ricetta, ciao a presto

  8. Acc…. mi hai battuta sul tempo! Tutta colpa di qualcuno qui intorno che si mangia tutta la produzione giornaliera :-(
    Però devo ammettere che il topone non mi sarebbe davvero venuto in mente :-)
    Ciao

  9. Ciao ragazze, un grazie a tutte voi che siete passate di qui affscinate dal bel topo! :)))
    scherzi a parte mi fa sempre piacere ricevere i vostri commenti e riscontri! :)

    @Gloria… anche senza macchina del pane direi si sì…io l’ho usata per impastare e lasciar lievitare al caldo, in assenza si può usare ho un impastatrice, ho un robot da cucina…o le manine e un pò di tempo in più :) …poi si mette in una ciotola a lievitare in luogo caldino e senza spifferi! :) e avanti con il resto della ricetta! :)

    @Pagnottella :)))))))) sei unica!!!! ti adoro!!!

    @Libera… certo!!! tu sei la madrina!!! :)))

    @Ornella….ciao cara… anche io conoscevo il kefir da supermercato ma non so se sia la stessa cosa, quello fatto in casa è con i granuli del kefir, che fanno fermentare il latte, che dopo 24 ore insieme a loro diventa appunto kefir… che ha appunto questo potere di far anche lievitare! …prova a leggere sul sito che ho linkato se e cosa dicono del kefir acquistato pronto! :)

    Un abbraccio ed un grazie collettivo!!!

  10. Ciao Terry,mi hai fatto venir voglia di provare a fare questo pane,ma non ho capito una cosa tu fai il kefir d’acqua o di latte? Perche’ io faccio quello d’acqua.Complimenti ciao

    • Scusa se ti rispondo io: questo è il kefir di latte perché di acqua è tutta altra procedura. Con questo basta avere una quantità di latte fresco intero.

    • Ma lo sai che il tuo commento via mail non mi è arrivato …uff.. me ne rendo conto ora che ti ha risposto Oxana!
      Cmq come dice con quello di latte…con quello d’acqua non ho idea! :)
      bacioni

  11. Ah ah, bel topone, mitica!
    Senti, le fotografie sono di un invitante davvero estremo… devo decidermi a cominciare a panificare in casa. Guarda che risultati!
    Bacio,

    wenny

  12. ottimo, cara è fanastico e la foto rende giustizia.bella idea di utilizzare il kefir di Oxana.un bacione e una fettina con il salame ci sta giusto bene!

    • Cara Oxana…non posso che ringraziarti per aver ora il kefir nelle mie mani!… ora mi sa che pure io devo iniziare a spacciarlo in giro! ho già trovato due amiche che lo vogliono! :)
      …cmq ora son curiosa di sapere com’è la tua ricetta! ..attendo trepidante che poi provo pure quella!:)
      baci!!!

      ancora un grazie a tutte voi che passate di qui! :)

  13. cara Terry e cara Oxana,quindi io non posso fare questa meraviglia di pane con il mio kefir d’acqua? sempre granuli di kefir sono… :-) voi che siete esperte potete informarvi per me? Thanks

    • Ciao Elena,
      penso proprio di no ma puoi sempre provare a fare almeno primo pasto: se ti viene come è venuto da Terry o no. Lo fai con una piccola quantità. Come so io il kefir di acqua si fa con lo zucchero e ancora qualcosa, e si lascia a fermentarsi, quindì, prova a fare come ti ho scritto.

  14. ecco lo sapevo…se sabato mi sono fermata a fissare la busta contenente gli aggeggi per fare il kefir dovevo assecondare il mio istinto che era collegato telepaticamente con te…ma che pane bello!!! un bacione

  15. Ma che bello! e che alveolatura… sei proprio brava!
    Il kefir con il latte non l’ho mai assaggiato, ma si trova in commercio?
    Conosco quello che si riproduce in acqua con limone e prugne secche… sono granuli gelatinosi… che pare facciano un gran bene!
    baci

  16. Deve avere quel profumo buono e caratteristico. Lo bevevo quando ero più giovane e talebana salutista ( e più magra….) vorrei riprenderlo perché fa proprio bene… dove potrei trovarlo? naturasi??
    besos, buona settimana:)
    pat

  17. Grazie Terry che hai condiviso con noi questa ricetta…..anche la mia produzione di kefir è abbondante,su consiglio di Oxana ho fatto la ricotta,ma ora mi entusiasma l’idea di provare il tuo pane.
    La bruschetta poi……fa venire l’acquolina solo a vederla!!!
    Ciao ciao.

  18. Ancora un grazie davvero a tute voi che siete passate di qua! :)

    @patricia…..non so se con quello del naturasì venga il pane, è da provare, io sto facendo il kefir in casa coi granuli, lo preparo tutti i giorni, fermenta il latte e filtro i granuli che riutilizzo su altro latte! …una bontà buona e sana! …Così fresco ricco dei suoi fermenti fa lievitare il pane…con quello acquistato è da provare!:)

    @felix, so che oxana inviava granuli di kefir a chi era interessato, prova a contattarla!:)

    @Tiziana….wow…anche io voglio far la ricotta…..passi la ricetta? !:)

    bacioni a tutteeee!

  19. Terry, sembra buonissimo! Ho sempre guardato i kefir con interesse nel mio negozio biologico di fiducia ma non ho mai provato! Sembra perfetto per ottenere un ottimo pane!!

  20. Ciao Terry,
    nel post di gnocchi di melanzane ho scritto come si fa la ricotta di kefir:
    “Per fare la ricotta di kefir: io lo metto in una vaschetta e la metto nel frizzer per tutta la notte ( oppure quando ho tanto kefir lo metto e può rimanere li, nel frizer per tanti giorni ). Poi, lo tiro e lo metto nel setaccio con una ciotola sotto, lo lascio scongelarsi e…….ricotta pronta!”
    Ti metto la coppia dal post

  21. stelassa!! il topone di pane, ti me fa sbueàr!
    coi bambini del Kefir, poi…nou!
    ehi incredibile, ho pubblicato un post!! mi fai tu la correzione degli errori? :-)
    un bacione!

  22. Il kefir per me è un mondo sconosciuto ma sarei curiosa di sapere tutto…
    Magari con il tempo riuscuìirò ad avvicinarmi anche al kefir…
    Il pane è bellissimo, ma devo dire che il topone ha un fascino tutto particolare :DDDD
    Bravissima, fai sempre un sacco di cose particolari che mi piacciono tanto.
    Un bacione

  23. Eccomi Terry, finalmente riesco a scriverti. Anch’io ho sperimentato il kefir come lievitante la scorsa settimana e ne sono rimasta veramente super soddisfatta: è bello vedere come si sviluppa il processo praticamente dal niente. Sono soddisfazioni non è vero? Un bacio

  24. Cooomareeeeeeeee!Che figata sto panone topone!!!:)
    Ma tu hai il kefir da latte o di acqua?Anni fa coltivai anch’io quello d’acqua ma, mi piacerebbe ritentare conq uello di latte(uccisi quello d’acqua a seguito di un viaggio…)baciiiiiii

  25. Sembra buonissimo, insomma la faccia di questo panone è bellissima. Avevo una popolazione di kefir una volta…ma che vantaggi offre rispetto al lievito?
    ciao!

  26. Divertentissimo topone!.. mi stai facendo scervellare… voglio il kefir!! devo provà! adoro impastare pane lievitati in genere, il pane sembra una favola!! la ricotta anche?? no, nn se po’.. ti faccio sapere!incomincia la ricerca!

  27. Beh che dirvi… ancora un grazie per i vostri riscontri!!!

    @Sara… aver usato il kefir come lievito credo sia un pò come usare un lievito madre, lieviti naturali che credo offrano un vantaggio a chi magari è intollerante al lievito di birra …ovviamente ha lo “svantaggio” (che poi non è un difetto) della lievitazione con tempi lunghi! …per me è stato bello ed affascinante scoprire come oltre al lievito di birra che ho sempre usato e la pasta madre (mai usata) … anche un altro elemento potesse far lievitare il pane… vederlo crescere è stato proprio bello! …e poi è buono… non acido come avevo letto (forse lì dipende dal kefir con cui lo si fà)… morbido e si conserva bene per almeno 2 giorni! :)

    @Vickyart… fammi sapere se riesci a trovare i granuli per produrre il kefir… a me stan crescendo e dovrò iniziare a regalarli… tu per caso abiti vicino a Venezia… se no te li do io…così puoi farti anche tu il kefir! :)
    bacioni

    Un abbraccione collettivo!

  28. Sto aspettando il kefir da oxana, non vedo l’ora di cominciarne anch’io la produzione. metto questa ricetta a preferiti, così quando ci sarà l’occasione la vorrei riprodurre. baci.
    Terry

  29. cara Terry,
    ho fatto il pane con kefir già due volte, ma non avendo il kefir fatto in casa ho comprato uno bio (da Natura sì). Dopo 24 ore, questo mio lievitino, però mi è sembrato poco vivo, cioè non ho notato nessun cambiamento, era ed è rimasta una pastella densa. Naturalmente, credo che la colpa è del kefir comprato.
    Non volendo rischiare, nel secondo impasto, insieme al kefir ho aggiunto 10 g di lievito madre di kamut (secco, è dell’Antico Molino Rosso), e poi ho aggiunto molta più acqua di quella prevista nella ricetta originale, ottenendo così una pasta abbastanza morbida. L’ho fatto lievitare per tre ore e cotto nella pentola di ghisa 15 minuti con coperchio e 15-20 senza. Ti lascio il link alle foto finché non trovo il tempo di postarlo sul blog. Io sono cmq. stracontenta come è venuto. Ho sostituito una parte della farina bianca con la farina integrale di grano e di segale.

    http://www.flickr.com/photos/46617371@N05/sets/72157625147107196/

    Un bacio

  30. Pingback: Pollo al pompelmo e kefir « Crumpets & co.

  31. Buona sera , mi perdoni la domanda banale
    Ma spero d’esser scusata poiché ho appena
    Ricevuto il kefir di latte …..e quindi si può dire che non Conosco questo miracoloso prodotto
    La mia domanda e’ …. Per 300 ml di kefir si
    Intende questi “biscini bianchi mollicci ”
    Oppure ciò che hanno prodotto lasciandoli per
    12/24 ore nel latte ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...