Schiacciata Soffice all’Uva della Lucia

Questa è una ricetta che per me ha un valore davvero speciale… poichè me l’ha lasciata una mia cara collega ed amica che purtroppo da alcuni mesi non è più con noi. Oltre ad essere una persona meravigliosa e buona, era una cuoca bravissima ed appassionata e questo è uno dei tanti dolci con cui ci ha deliziato qui al lavoro, nonchè una delle ricette che le ho “estrapolato”! 🙂

…e visto che di uva buona se ne trova ancora in giro vi propongo questo dolce morbido e genuino… un pò una versione semplice e veloce della famosa schiacciata all’uva toscana (che si fà con lievito di birra e uva da vino comunque). Provatela, tagliata a quadrotti, per rallegrare la colazione o lo spuntino! 🙂

  • 350 gr di farina
  • 600 gr di uva bianca o nera
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 6 cucchiai di olio di semi di girasole (lo trovo bio spremuto a freddo alla coop)
  • 350 ml di latte
  • 1 uovo
  • 8 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai zucchero + 2 cucchiai d’olio per copertura

Pulire l’uva, eliminando pure i semini interni, raccoglierla in una terrina.
In una ciotola sbattere bene con un frullatore elettrico l’uovo con lo zucchero finché ben montati, aggiungere poi l’olio e poi, alternandoli, il latte e la farina, sempre sbattendo.
In ultima aggiungere il lievito.
Unire al composto 3/4 dell’uva schiacciandola leggermente con le mani.
Ricoprire una teglia quadrata o rettangolare (la mia è 24 x 28) con della carta forno e versare il composto.
Coprire con la restante uva e spennellare con lo zucchero e l’olio amalgamati insieme.
Infornare in forno caldo a 180° per 45/50 minuti.
Sfornare, lasciar freddare e servire tagliandola a quadrotti.

****************************

Un grazie a tutti quelli che sono passati di quà in questi primi giorni, mi ha fatto davvero piacere…a quelli che hanno lasciato un commento, a quelli che hanno solo sbirciato….GRAZIE!!! 🙂

****************************

Non solo in cucina: L’uva, meraviglioso frutto autunnale, oltre a deliziare il nostro palato, ci regala, con ogni suo acino, un sacco di cose buone…a partire dalla grande quantità d’acqua, passando per i vari sali minerali (potassio, magnesio, fosforo, calcio) fino all’acido folico, ai polifenoli e vitamine A, B1, B6 e C. Gli unici che devono stare attenti a non abusarne sono i diabetici o chi segue diete ipocaloriche, poichè l’uva contiene una buona quantità di zuccheri (sia glucosio che fruttosio), motivo per il quale è anche uno dei frutti più calorici (80 kcal circa per 100 gr.).

L’uva ha proprietà antiossidanti, depurative e drenanti, remineralizzanti e disintossicanti (a tal proposito è famosa la cura-dieta dell’uva). Per uso esterno, a livello cosmetico, l’uva aiuta la pelle a idratarsi, rigenerarsi e depurarsi; una veloce cura casalinga per rigenerare e purificare da tossine la pelle stanca è quella di schiacciare una decina di acini d’uva e spennellare o picchiettare il viso con il succo. Si lascia agire il tutto per 15 minuti e poi si risciacqua bene. Se si vuole sfruttare ed aumentare anche il potere antiossidante dell’uva (grazie ai polifenoli) di può aggiungere anche un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva ricco di vitamina E, antiossidante per eccellenza. 

 
Annunci

9 thoughts on “Schiacciata Soffice all’Uva della Lucia

    • ah Gra….lo sai che ho uno stock di ricette provate….in più quelle da provare e che ho in serbo….preparati!!! :)))
      Mò ti scrivo in privato!!!

      @Grazie Elena….Elisabetta già ci aveva fatto conoscere su flickr….ora mi sono unita anche al gruppo foodblogger! ….ovviamente ti seguirò pure io con molto piacere!!!! :)))

  1. al tempo della vendemmia mi è capitato di assaggiare la schiacciata toscana con l’uva di Burde, l’osteria dall’ottima cuicina. un dolce incantevole, grondante uva nera e succosa e caramellata infilata in abbondanza e poi messa anche sopra la pasta del pane, a cui si aggiunge olio aromatizzato al rosmarino e zucchero.

    questa mi ha subito attratta sulla scia del ricordo di quella…

    • Bisogna che un giorno provi a fare pure quella…anch eio ne avevo assaggiata una buonissima…e poi la tua descrizione mi ha fatto salivare!!! :)))
      Bisogna trovare una buona uva da vino, succosa!…mi sa che ormai mi tocca aspettare il prossimo anno! 😦

  2. Pingback: Torta di ricotta della Lucia – Ricotta tart | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...