Torta di fichi e lavanda

Ecco una delle varie ricette con cui ho ammazzato i vari fichi che mi son passati per le mani settimane fà! …e come detto per le Brioche, anche se non siamo in stagione, desidero raccogliere anche qui queste varie idee “ai fichi”! 🙂

Per questa torta ho voluto sposare i fichi alla mia adorata lavanda… ed è stato matrimonio d’amore!!! 🙂 …come sempre se ben dosata, la lavanda sa donare un tocco ed un profumo speciale ad ogni preparazione! …la cosa divertente poi è fare il test dell’assaggio, non dico nulla …e tutti ad annusare, assaggiare …”uhm, buona…ma che cos’è questo profumo?” … e vai con le sparate… cannella?…finocchio? …rosmarino? … niente …alla lavanda non ci arrivano mai! ….ma alla fine della torta sì però! 🙂

  • 3 uova
  • 120 gr di zucchero
  • 120 gr di burro morbido
  • 120 ml di latte
  • 200 gr di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 120 gr di mandorle in polvere
  • 1 cucchiaio di fiori di lavanda secchi (lavanda non trattata!!!)
  • 1 pizzico di sale
  • una decina circa di fichi freschi

Come prima cosa io ho preferito frullare i fiori di lavanda insieme ad un po’ delle mandorle in polvere, uno per far sì che l’olio della mandorla estraesse bene i profumi e poi anche per non far trovare ai commensali i capolini di lavanda nella torta, poiché non a tutti possono essere graditi.
Poi si prepara l’impasto.
Separare i tuorli e gli albumi in due ciotole diverse, montare gli albumi a neve ben ferma, con un pizzico di sale.
Tenere da parte.
Sbattere i tuorli con lo zucchero finché belli chiari e spumosi, aggiungere, sempre sbattendo, il burro morbido a tocchetti, poi il latte, la farina setacciata con il lievito ed in ultimo le mandorle in polvere e la lavanda.
Incorporare delicatamente gli albumi al composto, con una spatola, mescolando dal basso verso l’alto.
Versare il composto in uno stampo a cerniera da 24 cm, imburrato ed infarinato.
Spellare i fichi e tagliarli in 4 spicchi, affondare parzialmente ogni spicchio nell’impasto, a raggiera.
Infornare in forno già caldo a 190° per 45/50 minuti.
Fare eventuale prova stecchino al centro.

– Altra idea con i FICHI …le brioche

– Altra idea con la LAVANDA ….la lemon curd

************************

Non solo in cucina: Di lavanda ne esistono svariate specie (Lavandula officinalis, Angustifolia, Vera, Spica ed altre) ma sono tutte caratterizzate dalla stessa intensità di colore, di profumo e bene o male dalle stesse proprietà curative. La lavanda è stata usata sin dall’antichità come prodotto per l’igiene e la bellezza personale, il suo profumo richiama la freschezza ed il pulito ma questa pianta è così versatile da avere molti altri e usi e pregi tutti da scoprire. La lavanda è ricchissima di olio essenziale , composto a sua volta da un centinaio di elementi, tra questi il più importante è il linalolo (alcol terpenico), il principale responsabile delle proprietà terapeutiche della pianta. La lavanda è sedativa, riequilibrante, rilassante, digestiva, antinausea, carminativa, antiinfiammatoria, antireumatica, antisettica, cicatrizzante, balsamica. Un modo per utilizzare a pieno i numerosi benefici di questa pianta è l’uso dell’olio essenziale (estratto per distallazione in corrente di vapore) considerato una panacea per i suoi numerosi utilizzi, dalla cura della casa a quella del corpo, in viaggio o in auto, uno dei pochi oli, tra l’altro, da poter essere usato puro sulla pelle: 1 goccia o 2 come primo intervento su contusioni (anche miscelate a un pò di olio di mandorle per un massaggio più intenso) o sempre 1 o 2 gocce massaggiate sulle tempie per alleviare il mal di testa. Potete preparare un buon gel lenitivo doposole, per pelli arrossate e scottate aggiungendo circa 20 gocce di olio di lavanda a 100 ml di gel di aloe vera (reperibile in ogni erboristeria). Se volete utilizzare i fiori di lavanda freschi o secchi potete preparare un infuso (30gr di lavanda per 500 ml d’acqua) da usare come digestivo, calmante o anche come tonico per pelli grasse e acneiche (ricordo in questi casi che gli infusi vanno preparati ed usati o al massimo conservati per non più di 24 ore ed in frigorifero).

Questa ricetta fiorita partecipa al contest di Paneepomodoro – la cucina in fiore! 🙂
Annunci

31 thoughts on “Torta di fichi e lavanda

  1. Be…. ci fai finire l’anno con le voglie di fico!
    Quindi adesso è d’obbligo stamparsi la ricetta in attesa del caldo che verrà e ….. stamparti tanti sbaciuzz !!!!

    Auguri carissima!
    Al prossimo meraviglioso anno che ci aspetta!

    nasinasi… speranzosi

  2. tesorooooooooooo…ieri ho comprato la lavanda per fare dei biscottini…perchè non una torta?!…Magari la tua!
    P.s ne ho messo un pugnetto in un veletto sul mio comodino…ora sono nel lettuccio e ne sento il profumo inebriante, è bellissimo leggerti e nell’aria respirare l’odore dell’ingrediente che fa parte della ricetta! 🙂
    Auguri cara tanti auguri per un 2010 davvero speciale!

  3. Seguo ad occhi chiusi il profumi di questo dolce del sud, che voglia mi hai dato!
    Tanti cari auguri per l’anno che verrà, splendende naturalmente 😉

  4. anche io adoro particolarmente la lavanda, tempo fa ho fatto delle quagliette con un fondo di cottura aromatizzato alla lavanda, uno dei piatti più buoni che abbia mai fatto…magari la foto non è gran che, mi trovavo nella staff house del ristorante in cui ho fatto la stage, quindi immaginati quanta poca organizzazione e che tristezza di casa!!!cmq il piatto nonostante la misera cucina che avevamo è riuscito…bacio e felice 2010
    ti mando il link
    http://spremutedarancia.blogspot.com/2008/09/quaglie-in-tutte-le-salse.html

  5. Questa torta è uno spettacolo! La lavanda mi piace moltissimo, ha un aroma delizioso.
    La tua torta e la tua foto mi hanno riportata all’autunno, una sensazione piacevolissima!
    Tanti cari auguri di buon anno!
    Baci Giovanna

  6. Pingback: Cookies ai fichi e mandorle « Crumpets & co.

  7. Pingback: i migliori blog di cucina » Blog Archive » Cookies ai fichi e mandorle

  8. Pingback: Muffins Albicocche e Lavanda « Crumpets & co.

  9. Pingback: Ode alla lavanda « Crumpets & co.

  10. Pingback: Ode alla lavanda

  11. Pingback: Marmellata di pesche e lavanda « Crumpets & co.

  12. Pingback: Frittelle di fiori d’acacia – Faux acacia fritters « Crumpets & co.

  13. Pingback: Il nuovo contest: La cucina con i fiori | paneepomodoro

  14. Pingback: La Piantata Gift – Torta fichi e lavanda

  15. Pingback: Crostata rustica di fichi e mandorle – Figs and almond tart « Crumpets & co.

    • Ciao Natalia, son felice tu l’abbia provata e che ti sia piaciuta… È sempre una delle mie torte preferite… Peccato la stagione dei fichi duri poco 😉
      Grazie
      Terry

  16. Pingback: Frutta di stagione… i fichi! | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...