Gratin di “radici”

Finalmente!!!! …finalmente un pò di cose… 1°) finalmente ho trovato pure io, qui in zona, un’azienda agricola che produce frutta e verdura bio e che fa la consegna a domicilio della cassettina settimanale… cosa questa della “weekly box” già diffusa in molti paesi, per primo il Regno Unito… e che qui in Italia al solito è arrivata sempre dopo! 🙂 …quindi son contenta…e quel che poi mi piace di questa azienda (non ha un suo sito web purtroppo) è che ad ogni stagione ha un assortimento di frutta e verdura particolari… varietà rare o “antiche” che è difficile reperire altrove! …li avevo già conosciuti la scorsa estate ad un mercatino della Coldiretti… e il loro banco mi aveva attratta per delle melanzane mignon che comparivano in prima fila…poi sbircio meglio e vedo dei pomodirini ciliegino color giallo brillante, dei pomodori color arancio …che sembravan caki…e poi l’okra…insomma mi avevan subito conquistato! …l’unica pecca era che non erano propri vicinissimi… qundi pensate che bello scoprire che ora fan pure consegna a casa o dove ci si vuol metter d’accordo per incontrarsi! …2°) …e dico un’altro “finalmente” perchè è stato ancor più bello scoprire che tra le varietà di ortaggi poco noti qui in Italia… loro hanno pure la PASTINACA! … avevo conosciuto questa “carota albina” (come amo chiamarla io) in Inghilterra, dove lì è ampiamente usata e qualsiasi ortofrutta la vende! … mi piaceva molto…un gusto dolciastro particolare, simile alla carota ma con un qualcosa di diverso! …peccato non trovarla qui…beh fin ad ora almeno!;) …purtroppo l’ho scovata troppo tardi …perchè le pastinache che ho ricevuto io eran le ultime della stagione… ma almeno ora avrò una ragione in più per attendere il prossimi autunno-inverno! 🙂  

Comunque la pastinaca non è stato l’unico ortaggio particolare che ho trovato nella cassettina, c’era pure un cavolo rapa  (di origine cinese), e dei ramolacci …delle radici della famiglia dei ravanelli, un pò più grandi, tutti neri esteriormente, a polpa bianca con un gusto fresco-piccante. E poi delle belle mele rugginose ma dolcissime, un cavolo rosso, del radicchio variegato, delle patate…insomma tante cose belle e buone! 🙂

Insomma… con queste verdure ci ho combinato un pò di cose… ed inizio da questo gratin dove ho usato la pastinaca tanto desiderata! …Per il nome dato alla ricetta mi sono ispirata a delle ricette inglesi, che chiamano questi mix di ortaggi in purea o gratin o altro come “smashed roots” o “roasted roots” etc….dove roots sta appunto per radici, essendo infondo tutte le verdure  usate delle radici o tuberi! …che ci ho messo??? …pastinaca, patata e sedano rapa! 🙂 … la panna acida che ho usato non è quella fresca che ultimamente vedo in vendita anche nei normali supermercati (della Meggle) …ma una “sour cream” (marca Discovery) che vendono sempre al super, nei reparti di cucina messicana. La sour cream è infatti molto usata sia nel sud degli USA che in Messico.

  • 1 patata abbastanza grande
  • 140 gr di sedano rapa
  • 3 pastinache non troppo grandi
  • 150 gr di panna acida (sour cream)
  • 3 cucchiai di erba cipollina tritata
  • 100 gr di pecorino romano grattugiato

Lessare le verdure tagliate a cubetti di media grandezza, in acqua salata. Una volta cotte scolarle e frullarle. metterle in una ciotola, unire il pecorino (riservandone un pò per la copertura), la panna acida e l’erba cipollina, aggiustare di sale e metter il composto in un terrina da forno. Livellare bene e cospargere con il pecorino rimasto. Cuocere in forno a 190° per circa 20 minuti o finchè non si sia formata una bella crosticina dorata.

**********************

Non solo in cucina: la Pastinaca (Pastinaca sativa) abbiamo visto esser molto simile alla carota sia per forma che per gusto, ha però un punto a suo favore poichè contiene, rispetto alla “cugina” arancione …più vitamine (B1, B2, B6, C, E) e sali minerali (soprattutto potassio), restando sempre povera di calorie (55 kcal per 100 gr). La pastinaca contiene inoltre e molte fibre uitli per la digestione e per aiutare il transito intestinale ed ha proprietà diuretiche, antiossidanti (grazie all’acido folico) e antireumatiche.

Annunci

44 thoughts on “Gratin di “radici”

  1. Buona settimana Terry, percepisco tra le righe la stessa gioia che ho provato io quando, per la prima volta, ho trovato quassù il cavolo nero!! Sublime questo gratin, ho “intravisto” anche il cavolo cappuccio rosso..aspetto tue NUOVE;-)

  2. Terry…sei una fonte inesauribile di scoperte! La pastinaca, questa sconosciuta!!! Ma credo che mi piacerebbe parecchio visto che con le carote sono come i conigli 😉
    Bello e invitante il tuo gratin 🙂 Un bacio cara, buon lunedì

  3. messa così fà un pò impressione eh?! non abbiamo mai assaggiato nessuna delle due..ma il gratin ci piace una cifra!
    fortunata ad aver trovato un’azienda così…i prodotti son sicuramente meglio controllati e di qualità!
    un bacione

  4. che bella la weekly box di verdure bio, devo andare in cerca anche qui a milano se c’è una cosa simile! fantastico il tuo gratin di radici, sano e gustoso!!! brava la Terry!!

  5. Come ti capisco! Anch’io sono sempre alla ricetta di questi mercatini, questi contadini che vendono prodotti del loro orto.
    E quando li trovo, sono contentissima.
    E anch’io sono alla ricerca di questi ortaggi quasi scomparsi.
    Ottimo il gratin. Mi piacciono queste ricette preparate con questi ingredienti, “rari” nelle nostre zone.
    Baci Giovanna

  6. Pingback: Gratin di “radici”

  7. Caspita che belle verdurine…il gratin poi, slurp. Appena posso vedo se trovo anche io dalle mie parti un posto dove hanno tutte queste belle “cosine”. Buon lunedì. Lisa

  8. Comare che meraviglia!Io mi arrangio con la Bioexpress e, ci credi che sembro una bimba davanti all’albero di Natale, ogni volta che mi arriva la cassettina?!
    Ottimo questo gratin, me lo spazzolerei immediatamenteeeeeeeeeee
    Basi basi

  9. @accantoalcamino….staytuned per il cavolo!!! 🙂

    @Federica…chissà che st apastinaca inizi a trovarsi un pò di più in giro…merita davvero, così la provi pure tu!

    @Giovanna…vedo che siamo sulla stessa lunghezza d’onda

    @Gloria…il ramolaccio è un parente del ravanello…gusto simile, piccantino e fresco…buono!..presto un’idea anche con quello!:) resta sintonizzata!

    @Saretta… tu stai in zona Milano giusto?…devo lanciare l’idea a Tepperella di questa bioexpress visto che si è incuriosita! ….già, bello tornar bimbe!!

    baci ed un grazie a tutte voi che siete passate di qui…e più pastinache per tutteeee! :)))

  10. io d’inverno son sempre tentata di attivare questo servizio .d’estato ho mio suocero:d però è piuttosto costoso..tu di dove sei ? per capire quanto sia fattibile con la tua stessa azienda:D

  11. Fantastica la cassettina di splendide verdure che ti arriva a casa! Io la pastinica proprio non la consoscevo! Chissà se qui riuscirò a scovarla… Buona serata Laura

  12. La pastinaca ancora qui dalle mie parti niente come pure il ramolaccio…speriamo di incontrali presto questi particolari (per noi)ortaggi 🙂

    Bello quello di avere a casa la cassettina della verdura e frutta!

    Gustossimo gratin!

    Notte!

  13. E’ stupenda l’iniziative di alcune rare aziende agricole. Io ne conosco una che offre lo stesso servizio qui a Roma ma per me un’intera cassetta di frutta e verdura a settimana sarebbe troppo e la scelta un pò esigua. Allora preferisco recarmi là io stessa e scegliere (meno comodo ma per me più economico). Le radici gratinate sono un’idea fantastica che ti copierò assolutamente. A onor del vero la pastinaca qui non l’ho comunque mai trovata, peccato!
    Un carissimo saluto. Deborah

  14. La Pastinaca… la sento nominare spesso da quando seguo su Sky “Master Chef” ma non l’ho mai vista cruda, quindi grazie Terry per le foto e la descrizione… ma temo che qui nella mia zona non sia semplice da trovare… :*(

    E se provo la tua ricettina sostituiendola con le “normali” carote? ^_____^

    Grazie
    Un bacione!

  15. Pingback: Insalata di radicchio, mele e ramolaccio « Crumpets & co.

  16. Pingback: i migliori blog di cucina » Blog Archive » Insalata di radicchio, mele e ramolaccio

  17. Pingback: Cavolo rosso all’arancia e cannella « Crumpets & co.

  18. Pingback: i migliori blog di cucina » Blog Archive » Zuppa di carota e pastinaca all’arancia e zenzero

  19. Ciao a tutti e a tutte,
    Sto cercando il nome di una verdura che ci hanno servita in contorno a Roma la settimana scorsa. Si taglia molto fina e si mette in acqua per far-la ricciare. Si mangia cruda ed è verde. Qualcuno sà dir-mi come si chiama? Si mangia con le acciughe

  20. Ciao a tutti e a tutte,
    Sto cercando il nome di una verdura che ci hanno servita in contorno a Roma la settimana scorsa. Si taglia molto fina e si mette in acqua per far-la ricciare. Si mangia cruda ed è verde. Qualcuno sà dir-mi come si chiama? Si mangia con le acciughe.
    Grazie tante

  21. Pingback: Crema di sedano rapa e pere al Roquefort « Crumpets & co.

  22. Pingback: Involtini di manzo con amaranto rosso « Crumpets & co.

  23. Pingback: Involtini di manzo con amaranto rosso

  24. Pingback: Pesto di basilico viola e nocciole « Crumpets & co.

  25. Pingback: Vellutata di pastinaca e mele speziata « Crumpets & co.

  26. Pingback: Rosti di patate e pastinaca all’aglio orsino – Potato and parsnip rosti with wild garlic | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.