Fugassa de Pasqua

Xe Pasqua xe Pasqua

che caro che go

se magna a fugassa

e anca i cocò!

Già domani e Pasqua … e per questa festività mi son finalmente decisa a superare il tabù e la pigrizia che mi prende nell’affrontare le lunghe lievitazioni!!! …cosa di cui si discuteva anche ieri con Glorianei suoi commenti!

Dopo aver visto a Natale voi amiche blogger alle prese con trionfanti pandori e sontuosi panettoni… e, ora che è Pasqua, con svolazzanti colombe… mi son detta che era giunto il momento che anch’io provassi a far qualcosa sul genere, soprattutto ora che posso farmi aiutare nell’impasto dalla mitica MDP!!! 🙂 …così presa questa ferma decisione… ho pensato di realizzare qualcosa che sia solo “nostro”… cioè di noi veneziani!… la Fugassa!!! (in italiano “focaccia”)…tipico dolce pasquale, che ormai si trova nelle pasticcerie anche sotto natale… con un impasto che sta tra un pandoro ed un panettone, semplice, senza uvette o canditi, ma solo una glassa di mandorle e granella di zucchero sopra! 

Nadia …che la settimana scorsa era qui a Venezia per deliziarci con la sua presenza, simpatia e verve… ha avuto la fortuna di portarsi a casa una delle migliori Fugasse di Venezia, quella della pasticceria Tonolo… beh la mia non arriva a quei livelli, ma come primo esperimento proprio non posso lamentarmi!!! …è più compatta l’alveolatura rispetto alla fugassa da pasticceria, ma è comunque morbida e profumata, credo che ripetendo l’esperimento allungherei l’ultima lievitazione ad almeno 4 ore.

La Fugassa si solito si presenta negli stampi di carta, un pò più larga e bassa di un panettone …io lo stampo non l’ho trovato, così ho cotto il tutto in uno stampo a cerniera da 24 cm, rialzando leggermente il bordo con della carta forno!

 La ricetta come base l’ho presa daquesto libro molto carino, tutto incentrato sui dolci tipici veneziani! …ho ridotto di poco il lievito, da 25 a 20 gr …poi l’unica altra cosa che mancava era la glassa di zucchero, che ho invece estrapolato da un’altro libro di ricette veneziane. Come dicevo per impastare il tutto mi son fatta aiutare dalla macchina del pane, dove poi ho lasciato anche lievitare i primi due impasti. Chi non ce l’ha, può seguire la ricetta comunque passo passo, impastando a mano (forza!!!!) o con un’impastatrice.

p.s: grazie vecia Cra per la filastrocca!!! 😉

Fugassa de Pasqua 

  • 500 gr di farina di forza
  • 20 gr di lievito
  • 6 tuorli + metà degli albumi per la glassa
  • 200 gr di zucchero
  • 150 gr di burro
  • 1 bicchiere scarso di latte
  • sale
  • 60 gr di mandorle in polvere
  • mandorle intere spellate
  • granella di zucchero

Sciogliere il lievito nel latte tiepido, versare il latte nel cestello della Mdp, mettere 1/3 della farina e far impastare. Deve venire una palla bella compatta che va lasciata lievitare fino al raddoppio, circa 2 ore.

Prendere la pasta lievitata e metterla da parte.  Mettere nel cestello della Mdp, un altro terzo della farina, metà dello zucchero, metà del burro e 3 tuorli. Farli miscelare bene e poi unirvi il panetto lievitato a far impastare di nuovo e lievitare per altre 2 ore.

Riprendere la pasta lievitata, metterla da parte, di nuovo mettere nel cestello Mdp, l’ultimo terzo di farina, il restante zucchero, burro e 3 tuorli, far impastare brevemente questi e poi aggiungervi il panetto lievitato e lasciar impastare vigorosamente solo per il ciclo di impasto. Questa volta togliere la pasta lavorata e metterla nello stampo per lasciarla lievitare lì, coperta da un panno umido, per almeno 3 ore. Quando è ora di infornare, preparare la glassa, sbattendo gli albumi e unendovi le mandorle in polvere. Spalmare la glassa sopra l’impasto e poi cospargervi sopra la granella di zucchero ed un pò di mandorle intere. Infornare a 180° e lasciar cuocere per 45  minuti circa.  Sfornare e far raffreddare.

Offro virtualmente una fetta a tutti quelli che passano di quà silenti o meno… ogni vostra visita è per me un piacere! 🙂

A tutti voi i miei sinceri auguri di una…

 

******************************

Anche questa ricettina, presa dal libro Baicoli. Zaleti. Galani. La dolce serenissima repubblica. Ricette di pasticceria della tradizione veneziana – Casa ed. Arsenale la aggiungo alla libreria dello Starbooks la bellissima iniziativa del blog Menuturistico di cui vi avevo parlato QUI!

*******************************

Questa ricetta si unisce all’Abbecedario Culinario d’Italia.

 

Annunci

35 thoughts on “Fugassa de Pasqua

  1. Bè, io quella della pasticceria Tonolo non l’ho mai assaggiata, ma la tua non credo abbia niente da invidiare a quelle esposte oltre i vetri super lucidi delle migliori pasticcerie d’Italia…^_^

    Ma che bizzarro da noi la focaccia è salata e con i pomodori ^_^

    Bacioni bedda e felici journées di vacanza!

  2. E’ assolutamente meravigliosa…che bella l’ultima foto! Non credo di poter ripassare e volevi tantissimo farti i miei AUGURI DI BUONA PASQUA carissima Terry!

  3. …ma taci che miracolosamente mi ci sono cimentata anche io con le lunghe lievitazioni…presto posterò la mia colomba con p.m!
    Complimenti per la meravigliosa fugassa, ti è venuta uno spettacolo…
    …ancora auguri!

  4. Pingback: Fugassa de Pasqua

  5. E vaiiiiiiiii! Finalmente ce l’hai fatta a sfatare il tabù e anche alla grande :D! Senza tante cerimonie accetto volentieri una fettona di quella “fugassa” meravigliosa e ti faccio taaaanti ma tanti auguri di buona Pasqua. Arrossico un po’ e vado via….a presto tesoro 🙂

  6. Ricambio con infinito affetto i tuoi auguri, anche se in ritardo, ma purtroppo ho avuto un problemuccio con il computer!!!
    Io ancora non mi sono lanciata nei lievitati… quindi complimenti per il coraggio che è stato premiato!!!
    Baci

  7. Carissima, ogni volta che passo a trovarti è un continuo “scroll down”, mi lustro gli occhi con tutte le bontà che porti in tavola e che non riesco a seguire quotidianamente. Ma quando mi fermo leggo tutte le ricette e recupero il tempo perso. Ti abbraccio e contraccambio gli Auguri ;D
    Sonia

  8. Anche io quest’anno mi ero detta che mi sarei cimentata con una di queste preparazioni lievitate lunghissime, ma non ho ancora tenuto fede al mio proposito!
    Complimenti per il risultato, sembra ottimo!

  9. Volevo scriverti già molti giorni fa, perchè questo dolce mi ha colpito molto, ma qua il tempo vola. Quest’anno mi sono dedicata alla pizza di Pasqua, l’anno prossimo mi butto sulla fugassa! Sperimentiamo !!

  10. Mi sono messa a fare la fugassa..solo che non avevo letto di quei mega lunghi tempi di lievitazione,ahimè mi sà che la infornerò a mezzanotte. 🙂 Buona Pasqua,un bacione. Elena

  11. Pingback: Muffins cocco-lampone – Raspberry and coconut muffins | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...