Torta salata con erbette di campo e brie

La stagione per gustarsi le erbette di campo è in pieno fulgore, che le si vada a raccogliere (moooolto meglio) o le si trovi da qualche fruttivendolo… vale la pena provarle!!! …io per questa torta salata ne ho unite tre diverse, le rosoline (di cui vi avevo già parlato QUI!) …i bruscandoli (germogli del luppolo selvatico – Humulus lupulus) e quelli che noi qui chiamiamo carletti …ma che sono anche conosciuti come sciopet o strigoli… o con il loro nome botanico silene (silene vulgaris).

Le erbe le ho precendemente sbollentate in acqua salata, sia le rosoline che i carletti van giù in pochi minuti, i bruscandoli ci mettono qualche minuto in più. Una volta cotte così, queste erbette, potete saltarle in padella o usarle come la vostra fantasia suggerisce o anche conservarle in freezer in attesa della ricetta giusta! 🙂

Per questa torta poi ho voluto finalmente provare la brisèe al vino che ho visto in vari blog… avevo già provato quella alla birra che ho amato subito… ora toccava a quella al vino… altrettanto buona, molto più simile ad una classica brisèe per consistenza, mentre quella alla birra aveva un’elasticità diversa… comunque entrambe ottime!

Che dirvi una torta salata deliziosa… le erbette son saporitissime e il tocco del brie insieme m’è piaciuto proprio!!!

Per la Brisèe al vino:

  • 200 gr di farina 00
  • 50 gr di farina integrale
  • 80 ml di olio evo
  • 80 ml di vino bianco freddo (io ho usato un prosecco fermo)
  • sale qb

Per la farcia:

  • 350 gr circa di erbette di campo già cotte (io ho messo bruscandoli, carletti e rosoline)
  • 100 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 80 gr di brie
  • sale qb

Preparare la brisèe impastando assieme gli ingredienti fino a formare una palla liscia che farete riposare in frigo almeno un’ora. Nel frattempo preparate la farcia, semplice senza troppi grassi a parte il brie 😉 … con le verdure solo sbollentate, che conservano ancora il loro bel sapore, fatte scolare bene, leggermente “strizzate” a cui si unisce la ricotta, l’uova e un pizzico di sale.

Stendere la pasta su una spianatoia infarinata e rivestire uno stampo da 24 cm. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta, versarci dentro il mix di erbe e ricotta e poi distribuirvi sopra il brie a tocchetti. Infornare a 200° per 45 minuti circa, finchè la pasta sia ben dorata e la farcia rappresa.

***************************

Non solo in cucina : I carletti come dicevo sono il nome locale della Silene (Silene vulgaris), è una pianta che cresce spontanea in tutt’Italia per campi e prat e spesso nei vignetii. In cucina si usano i giovani germogli, tra l’altro ricchi di vitamina C.

*****

I bruscandoli, sono per noi veneti i giovani getti del Luppolo selvatico (Humulus lupulus) raccolti selvatici lungo siepi e fossi. Al luppolo in fitoterapia si riconoscono proprietà sedative, calmanti infatti lo si trova spesso in sciroppi naturali per la tosse ed anche in tisana può essere un aiuto contro l‘insonnia.

Annunci

46 thoughts on “Torta salata con erbette di campo e brie

  1. terry!!!! se oggi non mi raccolgono le erbette nel prato li strozzo tutti! e tu dirai “raccoglitele da sola!”…. non posso… son bloccata alla schiena, se mi abbasso a far sto lavoro rimango li per sempre :-DDDDDDD

  2. Le stesse erbette che ho raccolto domenica…ma ho fatto l’orzotto e frittata…devo concentrarmi sulle rosoline!!
    Un baseto e un strucon!!

  3. Bellissima questa torta: a partire dalla base (curiosa quella con la birra invece del vino!!) e il ripieno con erbette di stagione! non ammiamo mai idea di come utilizzarle..ma una tortina ci semrba un’idea proprio ghiotta!!
    baci baci

  4. La brisèe alla birra non l’avevo mai sentita!

    quella al vino l’ho provata ma quanto è squisita! somiglia molto ai tarallini quelli pugliesi al vino ^_^
    Il brie è amaliator, sofficioso, chissà che cremina gustosa amalgamata al fresco delle erbette, un accostamento che mi piace e che mi tenta ^_^ una torta salata davvero bri-osa (brie e brisèe…ahahha ho fatto la battuta ahahah…5 minuti di vergogna…..)
    hem… baci e buona giornata…

  5. Come mi tenti con le erbette di campo!!! Peccato che qui me le sogno 😦 Posso consolarmi solo gustando virtualmente la tua splendida torta salata. Un bacione cara, buona giornata

  6. Bellissima questa torta salata!
    Erbette di campo… un sogno qui a Milano, ehhh!
    Non avevo mai sentito la brisee al vino, nè alla birra, assolutamete da provare!

  7. Ho deciso, prendo 1 giorno di ferie e vengo da te per andare a erbette!Che meraviglia questa torta Terry!Anch’io facevo la pasta col vino, mi tocca provare la birra ora 😉
    Bacione

  8. Caspita, mai assaggiate queste erbette…qua dalle nostre parti ormai i campi valli a trovare!
    Complimenti, buonissima e sicuramente anche depurativa!

  9. …le erbetteeeee :):) che belle, mi hai messo una voglia di andarle a cercare!tra una cosa e l’altra non sono ancora riuscita ad andar per campi e farne un bel cestino (che poi rimane un pugnetto una volta cotte :)) …che ottima torta salata, tesoro!la pasta è particolarissima, deve essere motlo gustosa…e il brie a legare tutto poi è veramente il tocco che ci voleva 🙂 COMPLIMENTISSIMISSIMI!rubo una fetta per pranzo, si può?!?!?!un abbraccio stritolante 🙂

  10. uuuu ma sei veneta anche tu? di dove?? 🙂 appena ho letto “carletti” ho pensato subito che non potevamo che essere vicine. 😀
    adoro bruscandoli, caletti, rosole, ortiche, malva, brusaoci (tarassaco) e tutte le erbette in tutti i modi, specie per fare degli erbazzoni meravigliosi come questo!interessante la pasta al vino: il profumo sa tanto di vino/alcool? devo provarla! 🙂

  11. che boni i brusandoli.. :)!! li adoro!
    I carletti invece .. ahimè non sono capace di riconoscerli e aspetto che qualcuno me li porti.
    p.s. sono veneta pure io….

  12. Concordo pienamente, però io non sono molto pratica ad andare a raccogliere per campi l’erbetta, chissà che raccatto…???però mi sa che sperimento qualcosa da poco sperimentato… bacio

  13. che combinazione!!! anche io l’altro giorno ho cucinato i bruscandoli (che qui da me si chiamano luvertin in dialetto!) ma li ho comprati al mercato!!! io ci ho fatto dei budini salati! bravissima come al solito! un bacio

  14. Ti prego insegnami come trovare e riconoscere i bruscandoli!!! Io adoro tutte queste erbette! 🙂 Io sto a Roma, chissà qui se ci sono e come si chiamano…

  15. Buonissimo questo tortino. L’altro giorno i mie genitori mi hanno portato un bel mazzetto di asparagi selvatici raccolti durante una passeggiata e stasera preparerò un bel risottino ( spero di riuscire a pubblicare anche un post). Ciao. Lisa

  16. Ciao, che belle cose hai fatto ultimamente!
    i bruscandoli da noi si chiamano luvertin con la u francese. Bella la foto di gruppo, con le sorelle Simili, ti vedo finalmente, sei molto carina.
    Bacu a presto

  17. moooolto gustosa 🙂 e poi io adoro il Brie in ogni sua declinazione! una domanda… secondo te posso usare il vino rosso per la brisee? intanto ti mando un bel bacino :*

  18. Terry, ma lo sai che non conosco nessuna delle erbette sopra elencate? Mi sembra di aver visto i bruscandoli, ma altre non le vendono nemmeno le vecchiette al mercato!
    Buonissima la torta, è ora che la provo anch’io…
    Baci

  19. Hai ragione, esistono tantissime erbe di campo commestibili ed è un vero peccato che oramai nessuno le colga più, anche perchè a riconoscerle sono veramente in pochi (gli anziani in genere), per fortuna che tanti fruttivendoli le propongono spesso tra i banchi dei loro negozi, la mia mi ha anche procurato dei fiori commestibile per l’insalata e… è alla caccia delle patate viola!! Mitica!

  20. Pingback: Frittata di carletti al forno « Crumpets & co.

  21. Pingback: Torta cipollosa con speck e taleggio « Crumpets & co.

  22. Pingback: Torta cipollosa con speck e taleggio

  23. Pingback: Crespelle ai bruscandoli e prosciutto cotto « Crumpets & co.

  24. Pingback: Focaccia con le rosoline – Focaccia with field poppy leaves | Crumpets & co.

  25. Pingback: Focaccia con le rosoline – Focaccia with field poppy leaves

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...