Liquore al carvi

Oggi vi presento un liquore fatto tempo fà che amo molto e che è meglio fotografare prima che anche l’ultima bottiglietta sparisca (anche se si può sempre rifare nevvero?!?! 😉 ) …è un liquore semplice, con il solo uso dei semi di carvi (usati anche nel liquore più famoso chiamato Kummel).

Il liquore fatto con questi semi ha proprietà digestive e carminative (eliminano i gas intestinali). Un liquore dolce e profumato, ottimo dopo un pranzo abbondante per aiutare la digestione.

  • 500 ml di alcol a 95°
  • 600 l d’acqua
  • 500 gr di zucchero
  • 15 gr di semi di carvi

Far macerare i semi di carvi nell’alcol per almeno 15 giorni, in un recipiente ermetico, al buio e scuotendolo ogni giorno.
Preparare uno sciroppo con lo zucchero e l’acqua, facendolo bollire per 15 minuti circa.
Filtrare il preparato alcolico e unire lo sciroppo di zucchero miscelando bene.
Imbottigliare e chiudere ermeticamente, lasciandolo riposare per almeno 1 mese prima di degustare.

****************************

Non solo in cucina: I semi di carvi (nome botanico Carum carvi) sono anche conosciuti come cumino dei prati, il “cumino” usato generalmente nelle cucine alto atesine e nord europee. da non confondersi con il cumino usato nelle cucine mediorientali e indiane che invece è il Cuminum cyminum! …il carvi è  una spezia usata nella preparazione di pani, negli stufati, con le verze, con un sapore intenso, che ricorda sia i semi del finocchio ed in maniera più delicata il cumino citato pocanzi, usato nella cucina asiatica.

A livello fitoterapico il carvi ha proprietà sia digestive che aperitive, inoltre aiuta l’eliminazione dei gas intestinali, calma coliche intestinali e nelle donne incinta aiuta la montata lattea. Per sfruttare i benefici della pianta l’uso più comune è l’infuso, se no anche, con un uso moderato, il liquore qui proposto, dove i principi attivi della pianta sono estratti in alcool.

Annunci

45 thoughts on “Liquore al carvi

  1. Non ci credo, ieri mi hanno regalato del carvi però in polvere…sono curiosa di assaggiarlo!!Ho trovato una ricettina di biscotti che mi intriga…è vero che sa un po’ di anice?

  2. Ma sei una fonte inesauribile di novità, di preparazioni sane, originali e stupefacenti…complimenti!!!!!!!!
    Sei un’erborista, vero?
    Un abbraccio

  3. @Simo… non sono un’erborista di professione, ma di passione… ho fatto corsi (magari l’università attinente)…e poi tanta pratica e lettura!!!

    @Ambra… sììì sa da anice… un mix tra anice e finocchio!…io i biscotti li ho fatti coi semi interi…anzi potrei rifarli…mi hai dato ispirazione! 🙂

    @Katia …grazie a te! 🙂

    @Genny …forse l’alcool tanto bene non gli fà 🙂

    buona giornata a tutte tose!!! 🙂

  4. buongiorno streghetta passare da te è davvero un incanto!!!questo liquore è una novita per me e da te c’è sempre da imparare!!!grande terry sei unica!!bacioni imma

  5. che bello, non conoscevo questi semi e perniente il liquore. Interessante scoprire cose nuove ogni giorno
    grazie
    p.s._ se le bottiglie scarseggiano, deve essere proprio buono!!!

  6. Fantastico!Un liquore con i semi di carvi!Lo proverò!…Un abbraccio cara!
    ps.questo fine settimana andrò in campagna e mi domandavo se è periodo di fiori di tarassaco…non saprei dov’altro cercare

  7. ciao terry:)) proprio ieri dicevo che devo tentare di fare qualche liquore a casa, ho tante bottiglie vuote da riempire!! Non ho mai fatto nemeno il limoncello a casa perciò devo darmi da fare…questa tua ricettina mi piace molto, bravissima come sempre:-)
    Un abbraccio!

  8. Ciao Terry!
    da provare questo liquore!!! ma tu usi sempre l’alcool??? no sai perchè nei liquori che prepariamo noi usiamo la grappa bianca perchè meno forte e vengono buonissimo ugualmente che dici??? Anzi penso che mi devo decidere a postare quello con ai semi della mela che è buonissimo 🙂
    Un bacio

  9. Buongiorno terry!
    Mi piace molto questo liquore: è una bella preparazione per avvicinarmi a questa spezia, che francamente non conosco. Adesso sono curiosa e devo assolutamente andare a ficcare il naso nei barattoli dell’erborista 😉
    Buona giornata,

    wenny

  10. Da quando ho scoperto il carvi, ho praticamente ecluso quel puzzone del cumino…Amando profondamente questa spezia credo che andrei a nozze con questo cichettino ;)Lo vedrei da dio abbinato ad una dose di ciacole ;D
    baci

  11. Pingback: Liquore al carvi

  12. Ciao Terry,
    splendida come sempre 😉
    Questo commento c’entra poco con il tuo post, ma come ti ho risposto sul mio blog avrei una curiosità da chiederti visto che mi sembra di capire che di erbe aromatiche e affini te ne intendi. Avevo intenzione di preparare qualcosa con della borragine che ho piantato in un vasetto del mio giardino, ma facendo una ricerca in rete ho trovato molti che dicono che quest’erba è tossica e addirittura cancerogena?!?!
    Ti risulta? Mi dispiacerebbe rinunciare, sta venendo fuori proprio una bella pianta…
    Attendo notizie, intanto ti ringrazio!
    Un abbraccio,
    Alice

  13. Ciao Alice… La borragine contiene sì una sostanza che può dar problemi al fegato… ma solo se mangiata in grosse quantità! …sinceramente non amo il terrorismo che viene fatto in certi casi… è bene informarsi e conoscere ciò che si mangia dalle erbe a tutto il resto!

    Una delle prime cose che il mio meastro erborista ci disse era che come una pianta ci può aiutare a stare meglio, un’altra ci può uccidere… quindi è bene sapere ciò che si consuma!… così come quando si prendono preparati erboristici e bene informarsi!
    Penso a chissà quante cose ingeriamo che non ci fan bene dai coloranti e conservanti nel cibo… penso a quello che ci spalmiamo sulla pelle… ai siliconi, ai petrolati e parabeni… e poco viene detto in tal proposito… e poi invece magari si fà tanto fumo per una pianta come la borragine, mangiata da sempre, come pianta selvatica… nelle campagne, le ricette popolari son tramandate da secoli… ed è conosciuta per tante altre proprietà benefiche!
    Il papà di una mia amica ce l’ha in orto da anni e anni e in questa stagione la consuma… ed è in piena salute! …io la sto seminando… visto che la piantina non la trovo… e la consumerò serenamente!… problemi al fegato non ne ho…e quello è l’unico caso in cui è sconsigliata!!!

    Da parte mia ti dico che di consumarla …non credo mangerai tutti giorni per mesi borragine così da intossicarti! 🙂

    un abbraccio

    *******************

    grazie a tutte voi che passate di qui… siete fonte di sorrisi quotidiani! 🙂 …e ne ho bisogno! 🙂

  14. prima ci fai mangiare cose buone..poi ci dai il liquorino per farci digerire…mettiamo su un B&B? 😉
    Svegliata???? Io ho le dita con le vesciche 😦 però ho sistemato il giardino…Smack!

  15. Non l’ho mai provato!Mi ispira tanto,io sono amate degli elisir casalinghi,sono di gran lunga più buoni di quelli industriali^^
    La prossima volta che vado in erboristeria chiederò,anche se la commessa è molto antipatica,però le erbe che ha sono davvero ottime e devo sopportarla^^

  16. non ho mai sentito di questi semi, per me è una vera novità!
    scusami ma il liquore che gusto ha? a che sapore si avvicina?
    baci e tantissimi complimenti!

  17. Grazie Terry,
    sono d’accordo con te, neanche io amo il terrorismo che viene fatto in certi casi, per questo mi sono rivolta a te 😉
    La mia piantina quindi è salva e anche le ricettine che avevo in mente, spero di postarle presto!
    Ciao,
    Alice

  18. Pingback: Pasta al forno con ricotta e borragine « Pane, burro e Alice

  19. Pingback: Amish Friendship Bread | IL CUCCHIAIO DI LEGNO

  20. Pingback: Crespelle montanare « Crumpets & co.

  21. Buona la descrizione del cumino dei prati. provero’ sicuramente a fare il liquore…sara’ sicuramente ottimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...