Quiche asparagi e salmone

Una quiche di mia fantasia che ho fatto per la prima volta l’anno scorso… ed ora che son tornati gli asparagi ho voluto assolutamente riprovare! …l’idea è nata dal desiderio di abbinare asparagi e salmone… era un accostamento che avevo letto in altre ricette di pasta e mi era rimasto in mente. Così ho creato questa quiche, per me buonissima e semplice, non ho aggiunto spezie o erbe nel ripieno  (solo un pò di erba cipollina nella brisèe) per cercare di gustarmi bene i due ingredienti principali! Mi raccomando nel regolarvi con il sale perché il salmone è saporito, per fortuna mi sono tenuta indietro ed è stato bene così!

– per la brisé:

  • 250 gr di farina 00
  • 120 gr di burro
  • 1 cucchiaio di erba cipollina
  • 1 cucchiaino di sale
  • 4-5 cucchiai di latte freddo


– per la farcia:

  • 20 asparagi verdi circa
  • 200 gr di salmone affumicato
  • 1 scalogno
  • 2 uova
  • 200 ml di crème fraiche
  • olio evo
  • sale

Preparare la pasta brisé: unire la farina in una ciotola con il sale, aggiungere il burro freddo tagliato a tocchetti ed iniziare a lavorare l’impasto con le mani, l’impasto deve essere sbricioloso, aggiungere l’erba cipollina e poi il latte freddo a cucchiai regolandosi, fino a che l’impasto non risulti ben amalgamato e liscio.
Formare una palla, ricoprire di pellicola e lasciare riposare in frigo un’oretta.
Nel frattempo preparare gli asparagi, pulendoli bene, io tolgo l’estremità più dura e legnosa e con un pela patate, pelo la parte finale del gambo.
Tagliare a rondelline il gambo degli asparagi, tenendo intere le punte che andranno poi sopra la quiche anche a mò di decorazione.
Regolatevi su quanta punta lasciare in base al raggio del vostro stampo.
Lessare le punte in acqua salata finché tenere ma non troppo, 10 minuti circa.
Scolarli e lasciarli asciugare su della carta da cucina.
I gambi a rondelline farli saltare in padella con un po’ d’olio e lo scalogno tritato, aggiungere 1 mestolo di acqua calda o brodo di verdure, regolare di sale e lasciar cuocere finché l’acqua non sia sfumata, sempre una decina di minuti.
Togliere dal fuoco e far raffreddare, dopodiché unire il salmone tagliato a tocchetti e mettere da parte.
Imburrare e infarinare uno stampo da quiche.
Accendere il forno a 200°.
Stendere la pasta brisé su una spianatoia infarinata, rivestire lo stampo.
Sbattere intanto le uova con la crème fraiche e il sale. Riempire lo stampo con il mix di asparagi e salmone, ricoprire con il mix di uova e poi adagiarvi al centro, a raggiera, le punte di asparagi. Io poi al centro ci ho messo un pezzetto di salmone. Mettere in forno caldo e far cuocere 45 minuti circa o finché la farcia non sia ben rappresa.

47 thoughts on “Quiche asparagi e salmone

  1. Guarda che caso, ho appena commentato una ricetta simile ma con pasta sfoglia e ricotta. La tentazione si ripete, troppo invitante questa combinazione per un’amante di asparagi e salmone come la sottoscritta 😉 Un bacione tesoro, buona giornata

  2. Mi piace l’idea di mettere l’erba cipollina direttamente nella brisè! Asparagi e salmone non li ho mai provati insieme, ma credo siano una grande accoppiata!

  3. A parte il fatto che è bella come il sole ma…l’accostamento èp perfetto!Quell’erba cipollina nella brisè è la ciliegina sulla torta!
    bacione grande

  4. le quiche mi piacciono da morire e questa ha tutti i sapori che adoro e poi si presenta cosi bene è molto scenografica,brava terry il tuo blog l’adoro e anche te!!baci imma

  5. cavolo che bella…bravissima ti è venuta perfetta! Non ho mai cucinato una quiche…ovviamente li ho mangiati però:)
    Devo tirar su le maniche e testare prima o poi:)
    Bravissima come sempre terry:)
    Un bacione

  6. Splendido accoppiamento cara Terry! 😀
    Ultimamente ho provato anch’io il salmone in una torta salata e ne sono rimasta affascinatissima, quindi immagino il suo sapore con gli asparagi, delizioso! :-*

  7. Pingback: Quiche asparagi e salmone

  8. cara Terry le torte salate sono un po’ il mio debiole e questa versione primaverile mi ha stregato… hai avuto davvero una gran bell’idea… e sono d’accordo con te nel non usare troppe spezie.. (forse solo dell’aneto.. ma non so ) davvero perfetta!!! un bacio

  9. Tempo di asparagi…..a casa mia piacciono moltissimo,perciò
    li preparo in vari modi,ma abbinati al salmone non ho mai provato…..domani questa quiche sarà in tavola!

  10. Ma dai!!Ho fatto anche io una quiche agli asparagi che devo ancora postare….col salmone però ha un certo nonsocchè in più!!Bacio

  11. Ma dai!
    Anch’io oggi mi sono data agli asparagi 🙂
    Non avevo mai pensato all’accoppiata asparago-salmone affumicata; dev’essere interessante e, gustativamente, molto seducente.
    Un bacione,

    wenny

  12. Una quiche strepitosa! Gli asparagi che sono i protagonisti verdi della tavola primaverile in uniono al salmone, il rosa più delicato e saporito del mare… Un insieme di sapori che mi delizia. Bravissima. Apprezzo proprio tanto il tuo blog, è sempre molto “ispiratorio”! Buon fine settimana. Deborah

  13. Buon giorno Terry, latito un po’..ho il “mouse” a casa 😦 se vengo a mangiare una fetta di questa favola mi apri? 😉
    Tutto ok? Te struco anca mi!!!

  14. anche per me asparagi e salmone sono un bellissimo abbinamento!!! per una quiche sono altrettanto belli e si vede il risultato dalle tue foto!!!

  15. Hi Terry!!!
    I have missed you on flickr! I will check your blog often too! I need to learn some italian so I can travel to italy next summer!!
    Ciao,
    Beth : )

    • Ciao Marcella!
      La creme fraiche è una panna molto ricca (in contentuti di grassi) e leggermente acidula, simile alla panna acida (quella che viene chiamata sour cream in inglese) …son stati i francesi a svilupparla, inoculando dei batteri a della panna non pastorizzata!….se la cerchi io la trovo all’Auchan dove hanno vari prodotti di marca francese, lì ora trovo anche la panna acida delle Meggle se vuoi usare quella, son simili. Se invece vuoi farla in casa la possiamo riprodurre unendo dello yogurt a della normale panna fresca, 1 cucchiaio per 250 ml di panna circa, Fai leggermente scaldar la panna, unisci lo yogurt, la riscaldi di nuovi e poi la fai riposare per 24 ore circa!
      Cmq… se non la trovi e magari uno non ha voglia di mettersi a far cose in casa… per questa ricetta usa benissimo una normale panna senza problemi! 🙂
      Grazie della visita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.