Pesto di basilico viola e nocciole

Questa varietà di basilico dal color viola intenso l’avevo spesso vista per il web, nei miei giravagare culinari-erboristici… ma non l’avevo davvero mai trovata… finchè non sono andata per l’ennesima volta al mercato della coldiretti, al banchetto dell’azienda agricola Perbacco (di cui vi ho già parlato in precedenza) …posto magico dove, come al solito, trovo dall’ introvabile al totalmente sconosciuto… e questa volta ho trovato pure il famigerato basilico viola!!! 🙂

Preso un bel mazzetto ero lì che pensavo a cosa farne… visto che andava utilizzato tutto e a breve… così, a parte aromatizzare un sughetto express… ho optato per un classico pesto… dove però al posto dei pinoli ho usato delle nocciole! …non vi dico che profumo e che gusto! davvero speciale!!! …io continuerò a cercarne i semini… sarebbe bello averlo in terrazza… in ogni modo ora so dove posso trovarlo! 🙂

  • 20 gr di basilico viola
  • 50 gr di nocciole
  • 3 cucchiai di pecorino grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo
  • sale qb

Ho messo tutti gli ingredienti in un frullatore (vorrei un bel mortaio…che prima o poi arriverà!) a parte il sale che aggiungo dopo per dosarlo al meglio, aggiusto d’olio, invaso e conservo ben coperto d’olio! 🙂

54 thoughts on “Pesto di basilico viola e nocciole

  1. interessante questo pesto!
    mi incuriosci un sacco l’abbinamento del basilico viola con le nocciole.

    non credo di riuscire a trovare la stessa varietà di basilico qui e in questo periodo, visto che sta anche iniziando un bel freddo, però la mia pianta “tradizionale” è ancora molto attiva…ci provo questa sera come condimento per la pasta!

  2. Ora ho capito perchp quel nome l’azienda agricola! PERBACCO…ma le hanno tutte loro? Non ci posso credere al basilico viola, mi sto quasi vergognando di tutta la mia ignotanza in materia di novità vegetali! Però cavolo se sono curiosa di quel pesto :D! Un bacione, buona settimana

  3. io del basilico viola non sapevo neppure l’esistenza, è bellissimo! Uh se trovi i semi faccelo sapere, vorrei metterlo su anche solo per pavoneggiarmi con certa gente che crede sempre di essere più avanti di tutti solo perchè ha la salvia ananas o robette del genere 🙂

  4. Buondì… grazie a tutte!!!:)

    ….che gusto ha questo basilico viola ?! 🙂
    molto simile al classico, un’aroma molto intenso e penetrante!!! 🙂
    sicuramente anche da usare a crudo da un colore diverso ai piatti! 🙂

    un abbraccio collettivo!

  5. E’ una pianta davvero molto bella: piacerebbe anche a me averla sul balcone 🙂
    Ottimo questo pestino: l’abbinamento basilico-mandorle è da tenere a mente!
    Un abbraccio,

    wenny

  6. mamma mi tesoro che coliri meravigliosi che ha questo basilico!!ne avevo sentito parlare e devo dire che ne hai fatto un uso perfetto…cosa darei per quel barattolino li:D,stupendo!!!bacioni imma

  7. un’altra di quelle ricettine, assolutamente da provare e soprattutto che bellezza dei colori e dei sapori assolutamente innovativi!.un abcione e buona settimana!

  8. oltre alle patate viole, le melanzane bianche esiste anche il basilico viola ??? Oggi è un continuo stupirmi.
    Mi piacerebbe trovarlo… magari già invasato !!! :)) vorrei proprio assaggiarlo

  9. Mi batte forte il cuoreeeeeeee…il viola è uno dei miei colori preferiti! Il pesto lo amo alla follia! Questo basilico è disegnato su misura per moi!!!
    Ma ne scovi una più di dieci diavoletti!
    Ti sposerei!
    baci innamorati

  10. Finalmente scopro com’è fatto il basilico viola!
    Anch’io l’ho trovato spesso tra gli ingredienti delle ricette senza mai poterlo sperimentare…
    Almeno ora lo vedo…….
    Per provarlo dovrò prima trovarlo, ma almeno ora so che esiste 😀
    Ottimo il tuo pesto…sarei davvero curiosissima!
    Baci cara e buona settimana

  11. Tosa cara..cosa vedono i miei ocetti!!!!
    I vado sempre di mandorle ma..ste nocciole!Vado a recuperarle da papà, poi resta la mission basilico viola!
    Strabaci

  12. pure il basilico viola… non l’ho conoscevo e siccome adoro il pesto devo assolutamente cercarlo!!! grazie per il post interessante!

  13. Questo vasetto è adorabile!!
    Riesci sempre a scovare gli ingredienti più curiosi e ad alimentare le nostre fantasie gastronomiche 😉
    X me é stata un’impresa persino trovare il finocchietto selvatico… Vabbé, lo proverò con quello classico!
    Baci,
    Alice

  14. Ma che bello questo blog?!?!?! Ed il basilico viola … nn avevo idea ke esistesse!!! Quante cose si imparano girovagando per la rete 🙂 ed i mercatini!

  15. Ciao Terry!
    Io ho visto il basilico viola da Ingegnoli, (non so se dalle tue parti c’è qualche loro vivaio, io lo conoscevo anche in Calabria perchè vendono anche a distanza) però mi sembrava che fosse meno profumato rispetto al verde, ma visto quello che dici penso proprio che mi sbagliavo!
    Il tuo pesto è bellissimo (ma è verde???) e mi piace tanto anche l’etichetta che hai fatto! Che carina!

    • Intanto un grazie a tutte!!!
      siete uniche!!! 🙂

      @Parentesiculinaria… come scrivevo in un altro commento qui sopra…. ha un gusto molto simile a quello classico, l’aroma l’ho trovato molto intenso e spiccato! …ma se lo annusi ad occhi chiusi…senza vedere il colore capisci che è basilico!

      una buona notte a tutte vista l’ora!
      baciiii!

  16. Terry, sono stata dieci giorni senza adsl e mi mancavano le tue prelibatezze! Questo pesto è strepitoso (come la marmellata precedente) e poi le tue etichette sono bellissimeee, ma come fai? 😀

  17. Bello! Avevo una piantina di questo basilico (due anni fa) è più resistente di quello verde… e poi non so perché non l’ho mai più ripiantato (eh sì che ne conservo ancora i semini).
    Alla prossima primavera lo pianto di nuovo per preparare questo meraviglioso pesto!
    Grazie Terry 🙂 sempre belle le tue ricette!

  18. OMG! where do you find all these amazing herbs? I tried to grow this purple basil on my balcony, but the sprout did not survive 😦 The pesto sounds delicious! the packaging of the pesto is so darn cute!!

  19. Questo viola cangiante è magnifico e sarei cusriosa di sentire le differenza con il fratello verde… comunque il pesto con le nocciole è una meraviglia già di per sé 🙂 bravissima Terry, ti mando un abbraccio grande :*

  20. Bellissima idea! e poi con le nocciole..
    L’ho avuto nel mio orto qualche anno fa, lo utilizzavo nella caprese dava colore e, a mio parere, come gusto mi sembrava più delicato…
    Brava come sempre

  21. ma tu pensa! il basilico viola è la prima volta che lo vedo! e’ anche bello! Vediamo se con i gruppi di acquisto solidali ne troviamo un produttore… ti faccio sapere! mi attira moltissimo!

  22. è una variante bellissima da guardare, sarebbe anche una bella piantina da esporre nel terrazzino! Stuzzicante l’idea di sostituire i pinoli con le nocciole. Posso solo immaginare il sapore di questo pesto… davvero complimenti Terry e grazie per avermi fatto conoscere questo nuovo ingrediente: il basilico Viola!
    baci baci
    Terry

  23. Mi è sempre piaciuto, soprattutto il colore, di questo basilico ma non l’ho mai assaggiato. Qui non l’ho nemmeno mai visto ma ti faccio i complimenti perché il pesto dev’essere una meraviglia! Ciao buon fine settimana

  24. Woooooooowwwwwww!!!!Che meraviglia!!! Bellissimo il basilico viola… Dalle mie parti è un tantino “boicottato” e non sono mai riuscita a trovarlo, ma appena ci riesco…Aspettami mortaio!!! 🙂

  25. Mio padre ha un piccolo orto e tanti anni fa gli venne fuori il basilico viola. Dopo un’attenta analisi giunse alla conclusione che non era stato lui a sbagliare qualche cosa nel coltivare il basilico ma bensì il contadino che gli aveva venduto la sementa “stavolta mi ha fatto fesso”

  26. Ciao Annalisa! Ben trovata! Grazie dell’aneddoto…sai mi fa pensare all’ironia delle cose, io cerco i semi di questo particolare basilico e nn lo trovo… E a tuo padre e’ stato “rifilato” suo malgrado! ;;
    Grazie x la visita e chissa’ ke il prossimo anno riesca a coltivarlo anche io nel mio balcone! Ciaooo 😉

  27. Mio padre ha un piccolo orto e un’estete di un po’ di anni fa gli venne fuori il basilico viola. dopo un’attenta analisi decise che “chill’ ca ma vennuto ‘a semmenta stavota m”a fatto fesso”.

  28. Bella ricetta, ma manca il numero di persone a cui fa capo la ricetta, così come manca la quantità di olio. Invito chi ha pubblicato la ricetta a completarla.
    Grazie

    • Grazie Luca per la precisazione ma quando si fanno ricette di pesti e conserve non c’è una quantità di persone a cui far riferimento… al massimo del tipo vaso che possiamo riempire (ed il mio si vede perfino in foto), anche perchè poi il pesto si usa o per condire la pasta o per guarnire tartine o in tantissimi altri usi… quindi la quantità fatta può durare poco o tanto, se ne può usare tanto o poco a seconda! …poi partiamo dal presupposto che spesso nel mio blog, come in altri …condividiamo ricette che facciamo per casa, idee che ci vengono e mettiamo in atto senza star lì a contare le foglie di basilico (anche se io per cercare di far le cose precise come dici tu lo ho anche pesato)…o a misurare l’olio… per il quale ognuno si regola in base alla quantità di basilico usato… l’olio poi si aggiunge fino ad ottenere la giusta consistenza del pesto e per coprirlo bene a filo prima di chiudere il vaso. Certe cose si fanno ad occhio! …se vuoi provarlo frulla le dosi date e aggiungi olio a filo… vedrai che capirai da solo quanto basta!
      Grazie comunque
      Terry

  29. Pingback: Olio ai fiori di basilico viola – Purple basil flowers infused oil « Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.