Marmellata di rosa canina

Nel giardino di mamma cresce rigogliosa da anni una pianta di rosa canina… e dopo averne goduto la fioritura è stupendo veder spuntare, crescere e maturare le rosse bacche, ottime per varie preparazioni e ricche di proprietà benefiche. Tra le varie cose che possiamo fare con queste bacche una è appunto la marmellata, come ho fatto io, ma possiamo anche farci una grappa aromatica (fatta 2 anni fà, deliziosa) …infondendo le bacche in una buona grappa… oppure lasciarle essiccare (una volta pulite bene) per poi usarle per preparare calde tisane durante l’inverno!

…ma veniamo alla marmellata… l’ho fatta sia l’anno scorso, raccogliendo le bacche un pò prima quando erano ancora sode e dure al tatto… quest’anno invece le ho raccolte più tardi, quando erano più mature e morbide al tatto… ho seguito due procedimenti diversi, di cui vi parlo qui sotto… ottenendo comunque due marmellate ottime e buonissime!

  • 160 gr di polpa di rosa canina
  • 60 gr di zucchero

Partendo da bacche intere non troppo mature, queste vanno pulite togliendo la punta nera, aprendole in due ed eliminando i semini e la peluria interna.

Se invece le bacche sono mature e morbide e l’operazione risultasse impossibile, van pulite eliminando solo l’estremità nera.

Si procede poi in egual maniera.

Una volte pulite sciacquare le bacche, metterle in una casseruola di acciaio, ricoprirle di acqua e lasciarle cuocere finchè la polpa non sia bella tenera.
Qui i tempi dipenderanno dalla maturazione delle bacche, se mature si spappoleranno in fretta altrimenti ci vorrà qualche minuto in più. A questo punto togliere dal fuoco e passare la polpa al setaccio a maglia molto fitta, un operazione che richiede un pò di pazienza 🙂 … se eran già stati tolti i semini, si avran solo le “bucce” e un pò di eventuali pelurie, se invece le bacche erano intere ci saran come scarto anche i semini (un bel pò!)

La polpa è bella densa e come colore ricorda molto la passata di pomodoro.
A questo punto l’ho pesata, ne avevo 160 gr circa e ho aggiunto lo zucchero, ne ho messo un terzo circa e per me è dolce a sufficienza.

Rimettere la polpa sul fuoco con lo zucchero, aggiungendo 1/2 bicchiere d’acqua circa (bisogna regolarsi a seeconda della quantità di polpa) e lasciare cuocere finchè la marmellata sia bella densa.
Versare in un vasetto sterilizzato, quando ancora bollente, chiudere bene e capovolgere subito.

Ho trovato anche dei bellissimi tovagliolini con i fiori di rosa canina! 🙂

**************************

Non solo in cucina: La rosa canina (Rosa canina L.) è una pianta della famiglia delle rosacee conosciuta anche come rosa di macchia… è quella che cresce rampicante o in arbusti e ci delizia con bellissimi fiori a cinque petali che vanno dal rosa al bianco, i quali una volta sfioriti regalano questi deliziosi e preziosi frutti (cinorrodi), buoni ma soprattutto ricchi di proprietà! Infatti la rosa canina è famosa per il suo alto contenuto di vitamica C che va dai 600 agli 800 mg per 100 gr di frutto, rispetto ai 50 mg di un limone o i 300 mg  di un kiwi per esempio. Pensate che in Gran Bretagna durante la seconda guerra mondiale si faceva assumere ai bambini un gran numero di rosa canina per garantire loro il fabbisogno di vitamina C, non procacciabile a quei tempi ed in quei luoghi così a nord, soprattutto di quei tempi.

Ma oltre alla vitamina C la rosa canina contiene anche vitamina P, B1, B2, E, provitimana A, sali minerali, pectina, tannini e acido gallico (dall’effetto antiossidante) ed ha proprietà astringenti (utile la tisana in caso di diarrea), cicatrizzanti, diuretiche, depurative, remineralizzanti  e toniche (in caso di esaurimento fisico o astenia).

Per uso esterno possiamo sempre sfruttare la polpa delle bacche, riservandocene un pò prima di fare la marmellata magari. Raccogliendole ancora turgide, si aprono in due, si svuotano dei semi e pelurie e dopo averle sciacquate bene si frullano per ottenere una maschera con effetto tonificante, schiarente e levigante.

Si può anche preparare un decotto con 50 gr di bacche per litro d’acqua, si fan bollire a fuoco lento per 5 minuti e una volta filtrato si uniscono 3 cucchiai di sale e lo aggiunge all’acqua calda della vasca per ottenere un bel bagno tonificante e rigenerante. Il decotto si può anche usare come tonico-lozione per pelli stanche e mature, infatti il contenuto di vitamina C va stimolare la produzione di collagenee migliora la circolazione.

************************

Con questa ricetta partecipo al concorso di Antonella – Luppolo Selvatico Le mani nella marmellata… tutto dedicato a marmellate e sciroppi!

Annunci

50 thoughts on “Marmellata di rosa canina

  1. finalmente un sapore particolare che conosco.. adoro il suo sapore nelle tisane.. ma non ho mai assaggiato una marmellata.. mi piace il suo colore rosso acceso.. un bacio

  2. Le vedo spesso in giro(perfino nel parcoa Milano), ma mai in posti sicuri dove poterle raccogliere!DEvo andare in piemonti nella terra del fidanza, qualcosa là trovo!Sei grande terry, mi ha sempre attratto tantissimo la rosa canina!E tu ne hai fatto un prodotto eccellente!
    BAcione

  3. Che bella questa marmellata! Ne ho sempre sentito parlare ma non l’ho mai potuta mangiare perchè dalle mie parti è difficile trovarla!Un abbraccio e che belle le foto

  4. è veramente bella questa ricetta, di un colore meraviglioso e se pensi che mentre la mangi ti curi anche, cosa vuoi di più dalla vita?? Io non ho la materia prima altrimenti la farei volentieri, figurati che faccio ai miei ragazzi una cura preventiva con compresse di rosa canina!! preferirebbero di gran lunga una bella spalmata di questa marmellata sul pane!!

  5. uh è veramente buona, l’ho assaggiata tempo fa, con quel sapore leggermente acidulino, fantastica! e aveva l’esatta consistenza e colore della tua. ok, porto pane e burro?

  6. è davvero meravigliosa, con quel bel rosso acceso! il mio papà la usava per decotti e tisane ma la marmellata non l’hai mai fatta peccato non riuscire a trovare le bacche. baci Ely

  7. Pingback: Marmellata di rosa canina

  8. wow! ne ho sempre raccolte tantissime sui miei monti per fare le tisane…ma non avevo mai pensato a trasformarle in crema…è semplicemente divina…come sei tu! stupenda ricetta, bellissime foto…ti adoro

  9. Pingback: Le mani nella marmellata – aggiornamento – « Il luppolo selvatico

  10. Con la foto del tovagliolo abbinato ti sei gaudagnata due punti extra! quindi direi che con questa ricetta sei a 12!!! Come cresce la rosa canina? E’ invasiva come pianta? mi piacerebbe piantarla anche da me…hai qualche suggerimento particolare?
    baci

    • Ciao cara….no la rosa canina non è particolarmente invasiva, va potata regolarmente come le rose (ottobre novembre per esempio van bene) e poi riscresce bene! ….la trovi nei vivai! Da mia mamma è in terra, e parte l’abbiam fatta arrampicare su per un archetto! 🙂 se no cresce tipo cespuglio! secondo me se hai un giardino in un bell’angolo starebbe bene 🙂
      un bacione grande!

  11. un lavoro certosino ma con un risultato strabiliante terry mia!!ma quante cose buone sai fare??questa della rosa canina è davvero speciale!!!!bacioni imma

  12. Anni fa ne assaggiai una di un agriturismo nel parco delle foreste casentinesi, era eccezionale, nell’aspetto identica alla tua (niente a che spartire con quelle, anche molto costose, vendute nei negozi). Ma si fa ancora a tempo a farla?

    • Ciao Lilla! …. mi chiedevi se si fa ancora in tempo…. credo che qui in pianura sian troppo mature ormai ma forse in montagna se hai occasione ancora potrebbero esser buone! 🙂
      bacioni

  13. Ma quante belle informazioni, sai che non ho mai assaggiato niente a base di bacche di rosa canina… devo assolutamente darmi da fare e rimediare!
    complimenti per la ricetta!
    bacio

  14. ho un mazzetto di rosa canina, e sicuramente sono poche per fare la marmellata……e a dir il vero non avrei la tua pazienza 😉 ti è riuscita una marmellata di nicchia, molto originale! mi chiedevo se per caso hai indicazioni sul come farne la tisana, grazie, ciauzzzzzzz

    • Ciao cara… per la tisana… se devi preparare tu le bacche, prendile ancora sode e aprile in due, elima semi e peli e sciacquale…falle essiccare e poi le usi da sole o in taglio con altre erbe in tisana!
      Se no le puoi trovar pronte in erboristeria, se da sole 1 cucchiaio per tazza circa, se no dosale insieme ad altre erbe! 🙂
      bacioni grandi!

  15. Terry!! di nuovo mi hai fatto ricordare la mia infanzia!!Che buona la marmellata di rosa canina! Complimenti : quel tovagliolino di carta con le roselline…con il barattolo ..sei brava non solo a preparare i manicaretti ma anche a fotografarle!1 ( l’ho già detto? va beh, mi ripeto!)
    Ciao!!!

  16. Solo da poco ho scoperto la rosa canina come nutrimento,sinora avevo soltanto ammirato i suoi fiori.Domenica ho provato a fare la marmellata ed è stata una vera sorpresa.I tuoi consigli sono veramente fantastici.

  17. vada per la marmellata, ma non per l’ortografia. “Un po’” si scrive con l’apostrofo, non con l’accento.

    • Ciao Nene, grazie della visita… e dell’appunto.. è un errore che ogni tanto mi capita di fare quando scrivo in fretta… spero che tu abbia avuto modo di soffermarti anche a tutti gli altri po’ corretti che ci son sparsi per il blog 😉
      ciao e grazie

  18. Vivo in collina attorno a Firenze e vicino a me e’ un rigoglio di rosa canina:Fino a qualche anno fa non sapevo che potesse venire una confettura cosi’ buona.Sono appassionata per tutte le varie confetture …ne faccio di tutti i tipi (adesso per esempio nella mia cucina c’e’ un meraviglioso profumino di confettura di POMODORI VERDI che sta finendo la cottura).Da quando faccio questa di rosa canina ….ho la fila di amici in attesa del barattolino.E’ veramente una cosa sublime!!!E’ così’ vellutata che verrebbe voglia di usarla come crema.Comunque grazie delle notizie in piu’ sulle qualita’ di questa bacca che hai aggiunto.GIANNA 55

    • Ciao Gianna, grazie della visita e del commento…già la marmellata è favolosa… e sai che quella di pomodori verdi è una di quelle che voglio fare al più presto! 😉 …è una cosa che amo il far le marmellate… una maniera deliziosa per conservar i frutti 😉
      alla prossima! grazie!

  19. Buonasera, sono un pò dubbiosa, vorrei, per favore sapere se è preferibile bollire i vasetti con la marmellata, anzich’è capovolgerli. Grazie!

    • Ciao Lucia, grazie della visita e commento.
      Onestamente con il metodo del capovolgimento dopo aver invasato la marmellata bollente non ho mai avuto problemi, il tappo è sempre andato sottovuoto e le marmellate si son sempre conservate ottimamente.
      Se vuoi comunque puoi anche seguire il metodo della bollitura dei vasetti, mettendo i vasetti avvolti in stracci in un pentolone con acqua tiepida e l’acqua dovrà ricoprire i vasetti di almeno 3/4 cm. Calcola una bollitura di 15 minuti se i vasi sono sui 200 gr un po’ di più se i vasi son più grandi.
      Un caro saluto e torna sul blog quando vuoi.
      Terry

  20. Ciao, ho raccolto le bacche in Corsica e conto di preparare un bel vasetto…grazie per le istruzioni dettagliate: l’avevo preparata più di dieci anni fa con le bacche trovate nel bosco, ma non avevo segnato la ricetta. Se qualcuna è curiosa e la vuole assaggiare in versione “industriale”, in Slovenia e in Croazia (se ci si va in ferie…) la si trova al supermercato, la chiamano Sipak, ma a dire la verità ha una consistenza molto più “patatosa” di quella casalinga, che è morbida ma non pastosa. Grazie ancora! Ciao
    Serena

    • Ciao Serena, grazie a te della visita! …spero ti venga una deliziosa marmellata! io l’adoro! ottimo sapere che si può trovare anche da acquistare… la Croazia non è poi così lontana da dove mi trovo! 😉 …magari ci faccio una gita e la cerco! 😉
      fammi sapere come ti viene! 🙂
      Grazie ancora
      Terry

  21. Ciaio Terry, ho raccolto ieri una manciata di bacche di rosa canina, poi ho cercato in rete e sono capitata nel tuo blog. Mi piace la tua ricetta semplice e così farò la mia marmellata. Solo una curiosità, è possibile bollire e passare le bacche prima di averle svuotate dai semi? Sarebbe una cosa interessante dato il lavoro non indifferente ed il tempo richiesto!!!
    Grazie!
    Teresa

    • Ciao cara omonima 😉
      Si puoi farlo, nel post ho messo entrambe le opzioni, sia svuotando le bacche prima, sia cuocendole con semi e tutto e passandole dopo al setaccio! Provala e fammi sapere come viene!
      Per qualsiasi altra info sono qui!
      Grazie della visita!
      Terry 😉

  22. Cao terry, ho provato a farla ma devo dire che il lavoro non vale la candela, il gusto non mi entusiasma, poi mi sembra peggiorato dopo aver sterilizzato i vasetti, forse era meglio soltanto capovolgerli per ottenere il sottovuoto!
    Sono comunque contenta di averla provata, sono sempre curiosa di provare cose nuove, grazie ancora!

    • Ciao cara, son felice tu l’abbia provata, come hai ben detto è sempre bello far nuove esperienze… concordo sul fatto che il lavoro che ci va per farla scoraggia… sul gusto poi… si va a gusti 😉 …a me piace molto e quando ho tempo e possibilità mi impegno! …però non sterilizzo dopo, faccio solo la chiusura con il vaso capovolto… forse come dici tu può peggiorare il gusto!
      Grazie ancora e alla prossima 🙂

  23. ciao Terry,e già la seconda volta che la faccio e lo farei anche la terza però per pulirle sono da sola e mi serve 4-5 giorni e molto impegnativa ma come dite voi:ne vale la pena!! io faccio marmellate e marmellate ma questa nn e paragonabile con nessun tipo di marmellata! ciao a presto

    • Ciao Ramona, grazie della visita… Bello avere i vostri riscontri! Adoro anche io la rosa canina… Se segui il blog presto pubblicheró un’altra marmellata con rosa canina ma non da sola! 🙂
      Anche io mentre pulivo le bacche davanti la tv per una sera intera micomandova chi me lo faceva fare… Ma poi quando ho assaggiato la marmellata che ho fatto… Wow.. Ne é valsa la pena!
      Grazie della visita … Alla prossima!
      Terry

  24. Pingback: Marmellata “Melacanina” – Rosehip, pomegranate and quince jam | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...