Riso alla cantonese …suppergiù!!!

Beh suppergiù …perchè questa è la mia modesta versione del più famoso piatto che troviamo in ogni ristorante cinese (insieme con il pollo alle mandorle e le nuvolette di dLago!!! 😉 )! …versione fatta senza ricetta, a mio “naso” …per fortuna senza glutammato monosodico (controverso addittivo largamente usato dai cinesi… il quale aiuta il gusto ma che non fa propriamente  bene al nostro organismo) …ma purtroppo senza wok …pentola secondo me fondamentale per questo tipo di preparazioni …grazie sia alla forma, che aiuta a saltar meglio sia il riso o qualsiasi altra pietanza… sia al materiale stesso (ferro o ghisa che sia)! …insomma già desideravo un wok prima…ma dopo questo riso lo voglio ancor di più! 😉 …quindi a tutti i babbi natale in ascolto… a buon intenditor… 😉

Insomma, questa è la mia versione, non perfetta ma decisamente buona comunque, di questo famoso riso fritto cinese! …Il riso fritto è una pietanza tipica nella cucina cinese anche se credo che la versione che mangiamo noi con piselli e prosciutto sia un’adattamento che i cinesi hanno creato per venire incontro ai nostri gusti occidentali. Infatti a sentir racconti di amici che in Cina ci son stati, molti sono i piatti di cui non v’era ombra nei loro ristoranti! …e tra i tanti risi fritti… di questo nessuna traccia! …credo che forse una visione più originale della loro cucina l’ho vista nella Chinatown di Londra… dove per esempio c’erano appese in ogni vetrina dei vari ristoranti, le famose anatre laccate, che qui non ho mai visto! …comunque… che sto riso sia cinese Doc o meno… io lo gusto volentieri sia al ristorante cinese… sia a casa, in questa versione… e in quella che farò saltandolo ancora meglio con la wok che verrà! 😉

– per 2 porzioni:

  • 150 gr di riso basmati
  • 4 cucchiai circa di piselli già cotti
  • 90 gr di germogli di soia
  • 3 uova
  • 100 gr di prosciutto cotto a dadini
  • salsa di soia
  • sale

Prima di tutto ho sciacquato bene il riso sotto acqua corrente più volte per togliere l’amido, passaggio fondamentale anche quando faccio il riso pilaf, per farsì che i chicci restino sgranati e non diventino mappazza, tipo risotto! …il riso una volta sciaquato l’ho fatto bollire. Una volta pronto l’ho scolato e tenuto da parte mentre in una padella antiadente preparavo il condimento. Ho fatto scaldare dell’olio di semi di girasole (io ne uso uno bio spremuto a freddo della coop) …ho aggiunto le uova precedentemente sbattute, versato un pò di salsa di soia e con una spatola le ho cotte rompendole per ben in tanti tocchetti. Pronto l’uovo ho aggiunto altro olio, ho messo i piselli, il prosciutto, i germogli di soia ed infine il riso cotto. Ho così fatto saltare il tutto per qualche minuto, aggiunto un altro pizzico di salsa di soia, aggiustato di sale ed infine servito caldo nelle ciotoline. (“ma un piatto normal come tutti i cristiani no gera meio?” …commento a caldo della dolce metà!!! ;D )

 

Questa ricetta si unisce alla carovana dell’Abbecedario Culinario Mondiale che dal dal 01/02/16 al 21/02/16 è ospitato dal blog Un’arbanella di basilico

88972-logo

Advertisements

31 thoughts on “Riso alla cantonese …suppergiù!!!

  1. Le dolci metà sono terribilmente tardizionaliste…il mio mi chiede sempre “con cosa l’hai fatto”, teme che gli rifili tofu o roba esotica a tradimento!!!Comare bella, è bellissimo sto riso, altro che cinese resturant!bacione con raggio di sole

  2. Non ti è avanzata un ciotolina per caso?
    Ha,ha, la mia dolce metà è anche più gentile quando una cosa non gli piace: ‘sta roba fa schifo!
    No, non capiscono molto il bisogno di mangiare le cose diverse, il mio mangerebbe sempre e solo la pasta al pomodoro, se chiedi a lui.
    Ma la storia del cibo cinese è un po’ come quella della cucina italiana all’estero – ho visto la gente che mangiava la pizza o la lasagna accompagnata dall’insalata, per non parlare dei piatti inesistenti cucinati dai cuochi che “hanno imparato a farli in Italia”

  3. Sì insomma, un pò come le *fettuccine alfredo*, che qui da noi imperversano nei ristoranti turistici, tanto che gli americani si convincono che siano un piatto nazionale :\
    Mi piace la tua versione: quando avrò un wok *sano* la tenterò!

    wenny

  4. un riso mai provato sai perche??la puzza dei risoranti cinesi con quell’olio strano mi fa prendere lo stomaco pero il tuo piatto tutto homemade mi attira tantissssssssssimo quindi lo proverò senza remore!!!!un bacione enorme,Imma

  5. Ciao Terry! anch’io preparo il riso alla cantonese in maniera più italianizzata ma decisamente più potabile, almeno per i miei gusti (niente gluttammato o altri non ben identificati ingredienti). Il mio procedimento si discosta dal tuo solo nell’aggiunta dell’uovo: lo faccio come ultima operzione, mettendo in disparte nel wok il resto degli ingredienti. Strapazzandolo all’ultimo momento mi pare che conservi di più la morbidezza. Molti storceranno in naso, ma ultimamento ho provato con successo il riso basmati della Gallo: ha il grande pregio di non richiedere il lavaggio preliminare e si mantiene perfettamente al dente e ben sgranato dopo la cottura. Se lo provi, fammi sapere che ne pensi.
    un abbraccio

  6. Hai ragione Terry: questa versione del riso alla cantonese, non è propriamente tipica della cucina cinese.
    Interessandomi tanto al tè, ho avuto modo di parlare con i cinesi anche della loro cucina, e loro mi hanno confermato che questa è una nostra interpretazione.
    Molto gustosa la tua ricetta. Mi piace tantissimo anche la presentazione.
    Le ciotoline sono bellissime.

    Baci Giovanna

  7. Ciao! non ti preoccupare, il riso cantonese ci piace molto, e siamo certe che anche con qualche piccola rivisitazione sia venuto ottimo e gustoso!!
    ci aspetti per pranzo allora???
    baci baci

  8. adoroooooooooo la cucina cinese in qualsiasi versione… mi hai fatto venir la voglia di gustarmi anch’io un bel piatto!!!!

  9. E’ uno dei miei preferiti ma avendo a che fare con un ragazzo vegetariano che nutre un odio primordiale nei confronti dei piselli non posso mangiarlo mai :DD Per fortuna ci sono i blog dove almeno mi posso rifare gli occhi! Abbiamo la stessa ciotolina 😀

  10. Ciao Ragazze! un grazie a tutte! 🙂

    @Saretta…il raggio di sole ci voleva…c’è un grigiume!!!

    @Dajana… vero ogni cucina all’estero viene reinventata e mai per il meglio in genere! 🙂 …cmq al mio lui per fortuna il riso piaceva… eran le ciotoline che lo scombussolavano!….scomode!!! 🙂

    @Manu E Silvia…quando volete ragazze io vi aspetto! 🙂

    @Eugenia… di sicuro lo provo! … ho usato il venere gallo ed era buono! ….proverò il basmati …che se evita il lavaggio è un passo avanti !:) grazie della dritta!

    @Giovanna… mi ci voleva uno dei tuoi tè sai con sto riso !:)

    Un bacio collettivo a tutte! … e tanto Sor…riso! 🙂

  11. Sono settimana che ho voglia di cibo orientale!!
    A Milano, una volta la mese, fisso, andavamo mangiare il cinese a Segrate al laghetto con le amiche…
    Da quando sono qui al mare niente, non ho mai osato fare visita nei ristoranti cinesi…
    Brava, mi ispira prorpio questo riso!

  12. Anche secondo me la versione con piselli e prosciutto è un po’ italianizzata. Buona questa ricetta e molto suggestiva la foto!
    Tra i piatti “cinesi” che preparo di solito c’è il pollo alle mandorle ma italianizzo anche quello e aggiungo un po’ di vino bianco 🙂

  13. Brava brava… Per me il riso alla cantonese è quasi l’unico piatto commestibile nella cucina cineseitalianizzata… nella nostra versione non ci può mancare l’uovo :). Però poi ognuno ha la sua versione come è giusto che sia :).

    Un bacione ^_^

  14. Proprio un bel piatto, mi piace l’idea di preparalo a casa, non ho grande passione per i ristoranti cinesi anche se il cibo che vi si mangia mi piace parecchio, glutammato a parte
    A me piace la ciotolina, fa entrare nell’atmosfera 😀
    Un bacione

  15. Non ho mai mangiato cinese, e il piatto che presenti è un invitante modo per provarci, metto questa ricetta nei segnalibri. Bellissimo il commento della tua “metà”, a volte è proprio a loro che spetta sperimentare gli elaborati di chi si diletta in cucina.

    Buona Giornata
    Rosalba

  16. Originale o no, a me il riso alla cantonese piace e talavolta l’ho tentato anche in versione casalinga… però, effettivamente, concordo, ci vuole il wok e, non avendolo, ho avuto qualche difficoltà di realizzazione. Il tuo, sarà la ciotolina, saranno le bacchette, saranno gli appetitosi cubotti di prosciutto, è proprio suggestivo!!!!

  17. Buonissimo! io adoro i germogli di soia! e poi il prosciutto, i pisellini, rendono il piatto anche colorato!! carina la tua ciotolina con i bastoncini! 😀 io ce l’ho di color arancio 😀

  18. quanto mi piace il riso alla cantonese!!!!
    e quanto tempo che nn lo mangio!! questa sera ho già organizzato tutto per cucinare messicano, altrimenti lo facevo subito!!!lo farò cmq molto presto
    la salute va meglio 🙂 graziiiieeee di cuore!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...