Coste gratinate ai 4 formaggi …per WHB#271

Dopo averlo visto in giro per vari blog stranieri… finalmente, da alcune settimane questa bellissima iniziativa settimale, ha una sua versione italiana!

WHB sta per Weekend Herb Blogging …una raccolta con scadenza settimanale di ricette a base di erbe, frutta, verdure, ortaggi, cereali, etc… L’idea l’ha avuta e l’ha fatta crescere un po’ di anni fà Kalyn, del blog Kalyn’s Kitchen... ora è seguita da Haalo di Cook (almost) anything at least once… ed ha ora, come dicevo pocanzi,  una sua versione italiana seguita da Brii… ogni settimana poi un blog a turno, ospita il “raccolto” settimanale… questa settimana tocca al bellissimo blog Erbe in cucina… ed io ho deciso finalmente di prendervi parte… per questa prima volta, con una ricettina a base di bietola a coste… anzi di solo coste a dirla tutta! 🙂

Con le coste della bietola vi avevo già presentato una ricettina storica nella mia famiglia, le bistecche dei poveri, ma un’altra idea che mi è sempre piaciuta per consumarle in maniera diversa è quella di gratinarle a strati con dei formaggi. Io questa volta avevo questi ma usate pure quello che il vostro frigo dispone… da un buon brie al taleggio …dall’asiago all’emmentaler! …l’unica cosa che rimane sempre uguale è la ricotta che da quel tocco di cremosità al piatto! …potete poi servirle come più vi aggrada… come un contorno ricco o anche come un secondo vegetariano!
  • le coste di 3 bei cespi di bietola a coste
  • 250 gr di ricotta
  • 1 goccio di latte
  • pecorino romano grattugiato
  • provolone dolce
  • caciocavallo
  • qualche ricciolo di burro

Ho messo a sbollentare le coste in acqua salata, per 10 -15 minuti le ho poi scolate e fatte freddare. In una ciotola ho lavorato con un forchetta la ricotta con un goccio di latte e un pizzico di sale. Ho quindi disposto a strati le coste, coprendo ogni strato con qualche cucchiaiata di ricotta (la parte cremosa del tutto), tocchetti di caciocavallo e provolone e un’abbondante spolverata di pecorino. Ho così fatto 3 strati, terminando con la ricotta, formaggi, pecorino e qualche ricciolo di burro. Ho così infornato a 180° finchè i formaggi si son ben fusi e la parte superiore ben gratinata!

Annunci

32 thoughts on “Coste gratinate ai 4 formaggi …per WHB#271

  1. Pingback: Coste gratinate ai 4 formaggi …per WHB#271

  2. Questa ricetta è sfiziosissima! sarà che preferisco un secondo di verdure ad una fetta di carne, ma questo sformato lo mangerei molto molto volentieri!!
    Un bacione Terry!

  3. mi piace questa iniziativa tesoro dopo vado ad informarmi, cmq il tuo piatto presenato oggi è decisamente iivitante e gustoso come solo tu riesce a fare infatti come le utilizzi tu le verdure, le specie le erbe…nessuna!!!bacioni,imma

  4. Con la ricetta con me sfondi una porta aperta, formaggi e verdure per me sono l’abbinamento preferito, ho il sedano, mi sa che verrebbe buono così….Per l’iniziativa, invece, non ci ho capito molto, quando ho un minuto vado a leggermela, ma a me le scadenze settimanali mettono ansia….
    Baci baci
    Claudia

  5. un’alternativa davvero golosa! io cucino gratinati con il formaggio i finocchi sbollentati… grazie per averci presentato questa iniziativa, vado subito a dargli un occhiata. Buona Domenica.
    baci
    terry

  6. avevo visto di questa iniziativa ma avevo anche visto che sovente le ricette non avevan granché a vedere con le erbe… così pensando che fosse “degenerata” non me ne ero più curata! tu invece direi che sei perfettamente “in linea”, anche con una ricetta golosa!

  7. ciao di solito io li preparo a modo mio, finalmente oggi posso cambiare e prerovarli a fare così!!! sono molto appetitosi!

  8. Adoro le coste…sono così dolci e gustose, con i formaggi poi… Brava Terry! Ho fatto il tuo crumble di topinambur e or ora vado a postarlo…una vera squisitezza! Grazie del consiglio, oltre che della ricetta!

  9. terry, è un’idea strepitosa cucinare le coste così.
    mi piace moltissimo!
    grazie di aver partecipato al WHB, spero di vederti ancora.

    @madama, si chiama Weekend Herbal Blogging, perché Kalyn aveva iniziato usando le erbe che lei coltivava, ma come c’è scritto qui, è una raccolta di erbe, fiori, verdura o frutta.
    non è per niente degenerato, va avanti così da oltre 5 anni e per me è un grande onore vedervi partecipare a alla versione Italiana.

    Brii

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...