Torta salata ai porri e aglio orsino

A volte ritornano… anzi ritorno… IO! …sia ai fornelli, che al pc e su queste pagine, dove raccolgo e condivido con voi i miei esperimenti culinari.

Il tempo è poco, perdonatemi… ma comunque oggi ritorno con un qualcosa di completamente nuovo su questo blog… “ma se è un’altra torta salata!!!” direte voi… beh sì, vero… ma con un ingrediente mai usato qui… ed a lungo cercato, ovvero l’aglio orsino, pianta spontanea che non è sempre facile trovare in giro. (più sotto vi lascio dettagliate info al suo riguardo)… l’ultima volta la trovai spontanea in un oasi WWF ma non era però possibile avvicinarsi e raccoglierlo.

Per fortuna esiste Bioexpress e la sua bella varietà di frutta e verdura, che per un breve periodo ha incluso anche l’aglio orsino, bio e di origine tedesca, visto che in Germania è largamente usato e ovviamente facilmente reperibile. Alex di Foto e Fornelli infatti propone svariate ricette con questa pianta.

Io, con quello trovato, ci ho combinato ben poco …rispetto a tutto quello che vorrei provare… e suppongo che ora dovrò aspettare un bel po’ prima di riaverlo per le mani!… Intanto vi lascio le ricette che ho provato io, in caso capiti di trovarlo anche a voi!🙂 …e la prima ricetta è appunto questa torta salata, saporita e profumata che oltre ad aver i citati porro e aglio orsino, annovera anche dei gustosi pomodori secchi sott’olio e del cremoso brie… insomma davvero favolosa!!!

per la brisée:

  • 100 gr di farina 00
  • 100 gr di farina integrale
  • 100 gr burro
  • pizzico di sale
  • 3-4 cucchiai di latte freddo

per la farcia:

  • 1 porro grande
  • Olio evo
  • 10-12 foglie di aglio orsino
  • 6 pomodori secchi sott’olio
  • 100 gr di brie
  • 1 uovo grande
  • sale e pepe qb
  • 1 goccio di latte
  • 200 gr di philadelphia (o ricotta)

Preparate la pasta brisée mescolando in una ciotola le farine, il sale, il burro freddo a tocchetti ed iniziare ad impastare con la punta delle dita, finché il composto non risulti simile a mollica di pane, aggiungere il latte freddo ed impastare ancora amalgamando bene fino a formare una palla che va poi ricoperta di pellicola e messa a riposare in frigo per 30 minuti.
Mentre la pasta riposa preparare la farcia. In una padella scaldare due cucchiai d’olio evo e far stufare il porro tagliato a rondelle. Aggiungere un filo d’acqua e dopo qualche minuto unire le foglie aglio orsino, tagliate a striscioline. Far stufare per circa 8-10 minuti, i porri saranno teneri ma non spappolati. In una terrina, unire il mix di porri e aglio orsino insieme al philadelphia, mescolare bene, aggiungere l’uovo leggermente sbattuto con un goccio di latte, i pomodori secchi sgocciolati e tritati grossolanamente ed infine il brie a tocchetti, mescolare bene.
Trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata, stenderlo con il mattarello ad un’altezza di 1/2 cm circa e con questo rivestire uno stampo da crostata/torta, Io questa volta ne ho usato uno rettangolare. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e riempire con la farcia. Cuocere in forno caldo a 180°-200° (a seconda che lo usiate ventilato o statico) per circa mezz’ora o finché la farcia sia ben rappresa e colorata.

*****************************

Non solo in cucina: L’aglio orsino (Allium ursinum) è una pianta spontanea che cresce generalmente in luoghi umidi e ombrosi, come il sottobosco e spesso vicino a corsi d’acqua. Risulta abbastanza facile riconoscerlo sia per i suoi fiori bianchi a ombrello/palla (simili a quelli dell’aglio comune o cipolla o di altre piante sempre del genere Allium), sia per il suo spiccato profumo d’aglio, percettibile a distanza. Ha foglie lunghe ed ovali, che si raccomanda di non confondere con quelle del mughetto che sono velenose, ma di sicuro è difficile sbagliarsi, appunto per il suo intenso ed inconfondibile aroma d’aglio.

Di questa pianta si possono consumare le foglie giovani prima della fioritura (più son grandi e “vecchie” e più son coriacee) e anche il bulbo, se si ha l’occasione di raccoglierlo personalmente, se invece lo si acquista, di solito, vengono vendute le sole foglie.

L’aglio orsino, oltre ad insaporire i nostri piatti, può anche essere utile alla nostra salute. Già gli antichi celti ne conoscevano e sfruttavano infatti le sue diverse proprietà, molto simili a quello dell’aglio comune. Raccolta dopo i lunghi inverni, nella stagione della rinascita, era considerata da loro la pianta della rigenerazione e purificazione, l’aglio orsino è infatti un ottimo depurativo del sangue oltre che buon diuretico, aiuta ad abbassare la pressione e il colesterolo, a purificare l’intestino ed ha proprietà antisettiche e disinfettanti. Contiene inoltre una buona dose di vitamina C.

Come già dicevo per il tarassaco, la primavera, stagione della rinascita della natura, ci regala moltissime piante che servono a far rifiorire e a purificare anche il nostro organismo… l’aglio orsino è un altro di questi aiuti che la natura ci offre a questo scopo… quindi se lo trovate, usatelo …aiuterà non solo i vostri piatti ma anche il vostro corpo a purificarsi e a sentirsi più tonico e attivo.

*****************************

…e l’aglio orsino è il mio protagonista per questa 280ema settimana del WHB…Weekend Herb Blogging!🙂

Di questa raccolta ne ho già parlato e ormai penso la conosciate, ma per chi ne sentisse parlare solo ora ricordo che il WHB è una raccolta settimanale di ricette a base di erbe, frutta, verdure, ortaggi, cereali, etc… L’idea l’ha avuta e l’ha fatta crescere un po’ di anni fà Kalyn, del blog Kalyn’s Kitchen... ora è seguita da Haalo di Cook (almost) anything at least once…  per la versione inglese e da qualche settimana da Brii nella sua versione italiana, che questa settimana inoltre ospita il raccolto settimanale ;)…Grazie Brii! :)

33 thoughts on “Torta salata ai porri e aglio orsino

  1. E’ bellissima!!! Ho una gran voglia di provare ad utilizzare questa pianta, ma non la trovo purtroppo😦 …mi hai anche fatto venire una gran voglia di assaggiare questa cremosissima torta! Splendida ricetta terry!😀

  2. Il mix del ripieno è fantastico e mi piace molto abbinato alla brisèe un po’ rustica. In forma rettangolare diventa anche molto bella. Un bacione tesoro e tanti auguri di buona Pasqua se non ci si risente😀

  3. Ma che fortuna trovare l’aglio orsino!!!
    Questa torta salata deve avere un sapore davvero unico.
    Spero di avere, prima o poi, l’occasione per poterlo assaggiare!

    Un bacione e un abbraccio!

  4. Ecco… e adesso dove lo trovo l’aglio orsino???😛
    Mi sa di una tortina bbbbbbbuona!!!!!

    E… se pianto un normale bulbo d’aglio, aspetto le foglioline e uso quelle?😀
    Baciotti e Buona Pasqua!

  5. Ciao Terry! Una ricetta sfiziosa e particolare. Stamattina sono uscita a far bruscandoli e stasera mi son fatta un risottino. Un pò amari i bruscandoli!!😀 Ma dell’aglio orsino ho raccolto solo i fiori, non sapendo che le foglie fossero commestibili. Uscirò a farne un pò in questi giorni e proverò! Grazie per la bellissima ricetta. Baci

  6. Pingback: Torta salata di porri e aglio orsino

  7. Tanto io questo aglio osrino non lo trovo da nessuna parte😦 che buonissima torta salata deve essere. Bello il bioexpress chissà fin dove consegna…
    Un bacione

  8. Terry!Eccola qui, così ti faccio gli auguri di Buona Pasqua🙂
    Io mi sono sforzata lo scorso anno con l’aglio orsino ma…ho assaggiato la punta del cucchiaino del pesto che avevo fatto con esso e…l’ho digerito dopo 2 gg!!!Così è finito dritto a mia madre.Io con aglio&co nulla da fare!Però quanto è bella questa torta!
    Beh, auguri ancora!
    un bacione

  9. Ciao cara, inutile dire che io l’aglio orsino non l’ho mai visto😦
    Ultimamente lo vedo spesso in giro per la blogsfera. E così ammmiro e immagino come potrà essere….
    Che meraviglia questa crostata…poi adoro la forma rettangolare…ho proprio una vera passione per queto stampo🙂
    Un bacione carissima Terry, buona Pasqua e a presto
    Smack

  10. L’aglio orsino, tanto raro quanto introvabile dalle mie parti, non ho mai avuto il piacere di maneggiarlo e di utilizzarlo direttamente, ma ne conosco bene lìaroma, la delicatezza, il sapore… questa torta rustica deve essere fantastica. Mi piace, come sempre, la tua originalità e la fantasia che hai nell’associare i sapori, cosa, penso, assai rara. Insomma, complimenti, e, naturalmente, felice Pasqua cara. Deborah

  11. adoro le torte salate… adesso devo solo cercare l’aglio orsino perchè mi ha stuzzicato e alla grande! brava come sempre!

  12. What a delicious quiche and what a great combination of flavours! Every spring, I am waiting with great happiness to find the bear’s garlic! Totally love it!

  13. Pingback: Crema di champignon e aglio orsino « Crumpets & co.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...