Quanti modi di fare e rifare… gli gnochi de susini

…ovvero Gnochi de susiniin Technicolor!!!🙂

Evvai… questo mese ce l’ho fatta anche io a partecipare alla simpatica iniziativa… “Quanti modi di fare e rifare” …nata dall’idea di due bravissime blogger, Anna e Ornella … a cui ogni mese poi varie blogger possono unirsi per far conoscere la la loro variante (quindi un altro modo di fare e rifare) … della ricetta “del mese” che una delle blogger partecipanti propone! … e questo mese son proprio felice di riuscire a farcela, perchè è proprio una ricetta proposta dalla mia amica Libera… che è poi colei che mi ha fatto scoprire quest’iniziativa simpaticissima che aiuta anche a far scoprire nuove ricette!🙂

La ricetta che Libera propone sono un piatto tipico della sua città natale, Trieste, gli gnocchi di susine, lei ce li propone classici, come un primo piatto originale dove la pasta classica da gnocchi racchiude un ripieno di prugna fresca. il tutto profumato dalla dolce cannella.

…come ve li propongo io?… In technicolor… e anche qui cìè lo zampino di Libera, che venutami a trovare ancora luglio e sentendomi parlare della mia scorta sia di patate dolci arancioni che di patate viola… mi ha detto che avrei potuto usarle per gli gnocchi ed il ripieno alternato per colore rientrava pure nelle varianti concesse, ovvero prugne secche (viola abbinata alla patata arancione) e albicocche secche (arancioni abbinate alla patata arancione)!!!… grande ispirazione che mi ha portato a fare e gustare questo tipico piatto triestino in versione colorata! … come salsa sono andata sul dolce e alla cannella ho abbinato lo sciroppo di sambuco, un binomio provato con queste crostatine e che devo dire amo molto ed ha spostato ottimamente anche gli gnocchi!

Grazie Libera e bella per quest’ispirazione, dalla ricetta originale…alla variante!🙂

– per gli gnocchi viola:

  • 500 gr di patate viola
  • 1 uovo
  • 100 gr di farina circa
  • 1 pizzico di sale
  • albicocche secche
  • cannella e zucchero
– per gli gnocchi arancioni:
  • 500 gr di patate arancioni
  • 1 tuorlo
  • 150 gr di farina
  • 1 pizzico di sale
  • prugne secche denocciolate
  • zucchero e cannella
– per lo sciroppo:
  • sciroppo di sambuco
  • una spolverata di zucchero di canna
  • cannella
Ho cotto le patate al vapore. Una volta cotte e raffreddate le ho passate allo schiacciapatate e le ho impastate con l’uovo e la necessaria farina. Le patate arancioni, dolci, son più acquose e appiccicose, han richiesto un po’ più di farina ed ho messo solo il tuorlo dell’uovo. Bisogna regolarsi sentendo l’impasto.
Da ogni impasto ho ricavo dei cerchietti al cui c’entro ho messo la prugna secca per l’impasto arancione e l’albicocca secca per quello viola, vi ho messo su ignuno un po’ di cannella ed un po’ di zucchero di canna e li ho poi chiusi e mo’ di palla.
Gli gnocchi li ho così cotti in acqua bollente ed una volta a galla li ho scolati. Impiattati li ho serviti con lo sciroppo di sambuco, una spolverata di cannella ed una di zucchero di canna.

****************************

Ricordo come detto in qualche post fa che una lettrice, Giovanna, mi ha scritto… parlato ed inviato foto del suo interessantissimo hobby… ovvero coltivar queste famose patate viola! …ha iniziato a coltivarle per se …quindi una coltivazione naturale senza additivi chimici, ma ora la produzione è cresciuta…  così, Giovanna si è giustamente proposta di venderle e di farle conoscere a chi non riuscisse a trovarle in zona

Per chi fosse interessato può contattarla a g.mal2011@libero.it
Giovanna abita vicino a Piacenza, così se c’è qualche lettore della zona può andare perfino a trovarla per conoscere queste patate!
Grazie Giovanna!!! :)

24 thoughts on “Quanti modi di fare e rifare… gli gnochi de susini

  1. Non bastava la curiosità delle patate viola! Adesso anche quelle arancioni! AIUTOOOOOOOOO! Sono bellissimi questi gnocchi, mi piace un sacco quel gioco di colori. Bacioni, buona giornata

  2. Grazie Terry per la tua partecipazione al nostro incontro mensile.
    Che bellissimi gnocchi, che bei colori. Non per niente li chiami in Technicolor!!!🙂
    Se non ti dispiace prendo una foto ed il link di questo post per metterli nel mio blog insieme a tutte le foto delle altre partecipanti.
    Ti metto anche nel mio blogroll per vedere tutte in fila la sfilza di gnocchi che abbiamo creato quest’oggi.
    Spero di averti anche il mese prossimo con noi🙂

  3. Pingback: Quanti modi di fare e rifare… gli gnochi de susini

  4. Ciao Terry, ho letto da libera che sei tu l’artefice degli gnocchi viola? Io sono alla ricerca delle patate viola ma non riesco a trovarle da nessuna parte! Proprio belli i tuoi gnocchi in tecnicolor, benvenuta nel gruppo!

    • @stella, allora una “tiratina d’orecchi” te la meriti tutta :-D…sia qui da Terrybbile che da me trovi l’indirizzo mail di una ragazza che coltiva le patate viola ed è disposta a venderle. Io proverò a prenderle perchè certamente saranno migliori di quelle arrivate dalla Francia😉 (sempre il solito antagonismo franco/italico😉
      Terry, perdona l’intrusione nè?😉

  5. Eccomi, ho visto il ping back, ero dal medico, ho il menisco che “passeggia” indisturbatoper l’articolazione e credo che in ottobre mi toccherà un’altra artroscopia..bene, via il menisco via il dolore😀
    Che bella ricetta technicolor, davvero abbiamo sentito tutte 2 il bisogno di spenellare di colore queste giornate uggiose e malinconiche.
    Un baseto🙂

  6. complimenti per questa versione allegrissima degli gnochi, la prossima volta li rifarò anche io così. Ho partecipato anche io al quanti modi…
    un abbraccio e buona serata

  7. Ciao Terry, belli i tuoi gnocChi..sai ho partecipato anch’io ma con le patate a pasta bianca…i tuoi sono decisamente più d’effetto!
    Sono stata proprio ieri sera da Giovanna, davvero una persona simpatica e con una mamma speciale, si vede subito.
    Quindi ora che ho le patate viola, verrò al tuo blog a prendere qualche spunto…ti faccio sapere, un grosso bacio

  8. Ciao carissima Terry! Ma che stupende versioni, sei bravissima! Per le patate arancioni forse non ho speranza ma quelle viola si trovavano l’anno scorso, chissà..Baci e grazie!

  9. Pingback: Quadrotti alla patata dolce e latticello – Sweet potato and buttermilk bars | Crumpets & co.

  10. Pingback: Quanti modi di fare e rifare I Pici all’aglione | Crumpets & co.

  11. Pingback: Quanti modi di fare e rifare I Pici all’aglione | Food Blogger Mania

  12. Pingback: Quanti modi di fare e rifare I Pici all’aglione

  13. Pingback: Frutta di stagione… le prugne! | Crumpets & co.

  14. Ciao, io li ho assaggiati sulle colline triestine dove al posto delle prugne avevano messo i mirtilli. Bounissimi !!!!!!!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...