Crespelle montanare

In extremis cerco anche io di partecipare al contest sulle crespelle organizzato da Leda e Claudia, le creatrici e redattrici del bellissimo e golosissimo e-magazine “About Food.

Ottima l’idea di organizzare questi contest che permettono non solo di raccogliere idee e ricette su degli argomenti a tema, ma danno anche alla nostra ricetta di esser pubblicata nel prossimo numero della rivista.

Il primo tema da loro scelto per il contest, come detto pocanzi, sono le crespelle… una preparazione che da sicuramente stimolo alla fantasia, visto le innumerevoli possibilità per preparle, condirle…”vestirle”! :)

Io da un po’ volevo fare delle crespelle con la farina di segale… ed il contest mi ha dato l’input giusto per metterle in pratica! …essendo la farina di segale molto usata nelle zone di montagna per i loro favolosi pani… ho pensato di farcire queste crespelle con altri ingredienti che evocassero quelle zone, così ecco la verza… lo speck… i semi di carvi (o cumino dei prati) che spesso accompagna i cavoli cappucci, le verze… ed insaporisce il pane… il tutto ricoperto da una crema filante di formaggio, nel mio caso del gouda… ma andrebbe bene anche della fontina o del taleggio o altro formaggio che si presti ad esser fuso!

Che aggiungere… dagli ingredienti ecco il nome che ho voluto dare a queste crespelle ricche, saporite, golose e sostanziose, perfette per il clima freddo della montagna (ma non solo oramai visto la neve che imperversa in tutta Italia)… magari dopo una giornata passata sulle piste a sciare! :)

- per 7/8 crespelle grandi:

150 gr di farina integrale di segale
3 uova
400 ml di latte circa
1 pizzico di sale

- Per la farcia:

1 cavolo verza medio-piccolo
150 gr di speck tagliato a cubetti
1 scalogno
1 cucchiaini di semi di carvi (detto anche cumino dei prati)
2 cucchiai d’olio evo
brodo vegetale qb
sale rosa dell’himalaya qb (o sale normale)

- per la crema di formaggio:

150 gr di gouda (o altro formaggio adatto ad esser fuso, come del fontina)
1 noce di burro
1 goccio di latte (circa 1 /3 di bicchiere)

 

Preparazione:

In una ciotola setacciare la farina di segale ed iniziare a versare il latte mescolando bene con un frustino affinchè non si formino grumi, unire le uova e sbattere bene. Se serve aggiungere dell’altro latte per raggiungere la consistenza fluida dell’impasto per crespelle che deve scendere facilmente giù dal frustino. Dipenderà dalla farina che userete, la mia macinata a pietra ha richiesto un po’ di latte in più. Una volta pronto l’impasto metterlo in frigo e lasciarlo riposare almeno un’oretta.

Nel frattempo preparare la verza, tagliandola a listarelle sottili e lavandole per bene. In una padella mettere a scaldare due cucchiai d’olio evo, unire lo scalogno tritato insieme ai semi di carvi, lasciar stufare un minuto dopodichè unire la verza a listarelle, mescolare bene e dopo pochi minuti unire del brodo vegetale caldo, che arrivi più o meno a coprire metà della verza. Lasciarla stufare a fuoco medio finchè ben appassita, unendo se serve dell’altro brodo caldo. Quasi a fine cottura unire lo speck ed aggiustare di sale.
Una volta pronta la verza, preparare le crespelle, ungendo con un velo di burro una padella antiaderente (od una per crepes se l’avete) e versando al centro un mestolo scarso di composto. Rigirare la crespella una volta rappresa, tenerla un altro minuto sul fuoco dopodichè metterla su un piatto. Cuocere così le altre crespelle fino ad esaurire il composto.
Farcire a questo punto le crespelle con la verza stufata. Io le ho arrotolate a mò di cannellone e le ho disposte per lungo in una pirofila di ceramica su cui avevo messo dei fiocchetti di burro sul fondo.
Preparare la salsa al formaggio, mettendo in un pentolino il formaggio a tocchetti insieme ad un filo di latte ed una noce di burro e lasciarlo fondere. Una volta pronto versare la crema di formaggio sopra le crespelle e metterle in forno a 180° a farle rosolare bene, magari mettendole nella parte alte del forno affinchè si gratinino per bene.Servirle ben calde.

Note: io ho prepato delle crespelle belle grandi e ne ho messe tre per lungo nella pirofila e tagliandole a metà han formato due belle porzioni. Potete in alternativa fare delle crespelle più piccole di diametro e chiuderle a pacchetto o a triangolo e disporle in base alla pirofila in vostro possesso.

About these ads

11 pensieri su “Crespelle montanare

  1. Ciao! hai fatto bene a dirci di questo contest! non lo sapevamo! ma allora pensiamo subitissimo ad una nostra ricetta con cui partecipare!
    Segnamo però la tua ricetta: queste con la verza ci sembrano davvero molto originali e saporite!
    un bacione

  2. Pingback: Crespelle montanare

  3. che bonasse!! che ciccionata!!
    belle golose ma con ingredienti sani e di stagione.
    ciao Terryyyyy! come staiiiii!
    cerco di partecipare al whb che ospiti tu, anche se da quando lavoro faccio davvero fatica a cucinare e postare!
    ma ci provo!!
    baciiooooooooooooooooooooo

  4. Che buone Terry…con la farina di segale!Bravissima e originale,come al solito..io mi ricordo di avere mangiato quelle semplici valdostane,deliziose…
    Ti saluto carissima Terry,Buon San Valentino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...