Focaccia di Recco

Scroll down for english version

Eccoci di nuovo in giro per l’Italia con l’Abbecedario Culinario …queste ultime due settimane il tour si è fermato nella bellissima Liguria sotto la guida di Kris del blog Tutto  occhio!!! …della Liguria ho letto molto, visto e sentito… Ma non ho ancora avuto il piacere di visitarla… Per fortuna la sua cultura gastronomica e molti dei suoi piatti son famosi in tutta Italia… Quasi da diventare piatti nazionali… Basti pensare al pesto alla genevose!!! …poi di famosa c’è la farinata, il sugo di noci… E da un po’ credo sia abbastanza conosciuta pure la focaccia di Recco che ho deciso di preparare per questa fermata in terra ligure!

Recco è una località in provincia di Genova e la sua focaccia ha origini davvero storiche che risalgono ai tempi dei crociati perfino! …La focaccia di Recco è un prodotto IGP e per la sua salvaguardia esiste un Consorzio ed è stato registrato anche il marchio “Autentica formaggio con il formaggio di Recco“. La storia racconta che la popolazione locale per sfuggire all’invasione dei saraceni si rifugiò nell’entroterra avendo a disposizione solo farina, olio e una formaggetta locale, da qui la nascita della prima focaccia cotta al tempo su pietra d’ardesia. Con il tempo, verso fine 1800, la focaccia si inizio a servirla anche nelle prima trattorie, all’epoca però solo nel periodo dei giorni dei morti. Per fortuna con il tempo la focaccia prese piede e venne proposta e richiesta in tutto l’arco dell’anno, diventando la famosa focaccia che tutt’oggi si conosce.

Gli ingredienti di questa focaccia son davvero pochi… ma la qualità di essi è fondamentale, soprattutto quella della crescenza, protagonista indiscussa! …il comitato di autenticità ne controlla infatti freschezza e caratteristiche organolettiche. Io ho usato una crescenza freschissima e davvero gustosa per fare onore a questo piatto tanto storico e famoso! 🙂 …l’impasto è semplice, non servono lieviti… Solo qualche accortezza nello stenderlo ma vi do i ragguagli nella descrizione della ricetta… Vi lascio dicendovi solo che è davvero buonissima… E se non riuscite ad andare in Liguria per gustar l’originale (come spero di riuscir a fare io presto) …provate a farla a casa perchè merita davvero! 🙂

Focaccia di Recco

  • 500 gr farina manitoba
  • 50 ml di olio evo
  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 500 gr di crescenza
  • Olio evo e sale per la copertura

Per l’impasto io ho usato la macchina del pane come impastatrice usando il programma per pasta fresca che impasta per 15 minuti, voi potete usare o una planetaria o impastare a mano. Se si impasta a mano mettere la farina su una spianatoia, fate un buco al centro, unire l’olio, il sale e poi l’acqua pian piano iniziando ad impastare fino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Usando la macchina del pane o una planetaria, mettere nel fondo  i liquidi con il sale, sopra la farina ed iniziate ad impastare. Una volta finito io ho dato un’ultima impastata a mano sulla spianatoia leggeremente infarinata (giusto un velo). Una volta pronto l’impasto che deve essere morbido e liscio, mettetelo a riposare per un’ora coperto con pellicola.

Dividete l’impasto in due, stendete il primo su una spianatoia leggermente infarinata, prima con il mattarello poi aiutandosi con le mani alzando la sfoglia da sotto e girandola fino a renderla molto sottile.

Stendere la base su una teglia leggeremente unta d’olio (la tradizione la vorrebbe di rame) e disporvi sopra la crescenza a tocchetti.

Stendere La seconda sfoglia, sempre molto sottile e quasi trasparente e adagiarla sopra la crescenza, sigillare bene i bordi, tagliare la sfoglia in eccesso che ne fuoriesce dopodichè pizzicare la sfoglia con le dita per creare dei forellini che serviranno a far fuoriscire il vapore.

Spennellare la superficie della focaccia con olio evo, cospargere con un po’ di sale ed infornare in forno molto caldo a 250º/270º gradi (anche più volendo ma il mio oltre i 260º non va per esempio) per 15 minuti (meno se la temperatura è più elevata).

La focaccia sarà pronta quando sarà ben dorata.

L’abbiam gustata sia calda che fredda ed è buonissima sempre! 😉

*********************************

Focaccia di Recco – Cheese stuffed focaccia

This wonderful stuffed focaccia i introduce you today is a typical and historical food of the town of Recco, near Genova, in the Liguria region… North west of Italy… Facing the Tirreno sea! …historical cos there are trace of it since the crusades time… And very typical to have obtained the IGP status (product of protected origin) and to have a Consorzio (an association) that protect it and check its quality, especially the one of its main ingredient, the crescenza cheese, a fresh, soft, creamy cheese… with which the focaccia is stuffed!

The recipe is simple, the dough is without yeast and just need some care when you stretch it to make a very thin sheet. Once ready it’ s crunchy outside and the creamy cheese will pervade your palate with its delicious taste.

If you are interested you can read more about the crescenza cheese HERE …so if you can’t findit,  you can see if you have any similar cheese you may think it can work as substitute! 🙂

  • 500 gr strong flour
  • 250 ml water
  • 1 tsp of salt
  • 50 ml extra virgin olive oil
  • 500 gr crescenza cheese
  • Extra olive oil and salt on top
To knead the dough i used the bread machine, fresh pasta program which simply knead for 15 minutes, but you can use another stand mixer or knead by hand. If you knead by hand, make a mound of the flour on your work surface, make a well in the centre, add the oil, salt and the water starting kneading till you get a soft, elastic dough. If you knead with a bread machine or stand mixer, place all liquids and salt on the bottom then the flour and start kneading. Once done place the dough on the work surface, slightly floured, knead it for few minutes till you feel it smooth, soft an elastic. Let the dough rest for an hour, covered with film.
Divide fhe dough in two equal portions, then spread the first one on a floured surface, first with a rolling pin then stretching it with your hands, from below, enlarging the sheet till it gets very thin, nearly transparent. Place the sheet on a slightly greased baking pan (i used extra virgin olive oil) cover with crescenza cheese in pieces then cover with a second sheet of dough strecthed the same way of the first one. Pinch the top with fingertips to get some holes which will help the steam to come out.  Brush with olive oil, sprinkle some salt and bake the focacci in a very hot oven, 250º/270º (even more if your oven can reach higher temperatures) for about 15 minutes (less if you get an higher temperature) or till the focaccia gets golden. It’s great both warm or cold! 😉

Annunci

34 thoughts on “Focaccia di Recco

  1. Ciao Terry, grazie di essere passata a farmi visita. Il tuo blog è fantastico, l’ho inserito nel mio bigroll personale per seguirti. Questa ricettina la provo di sicuro visto che non ho mai fatto la focaccia di Recco. Ciao

  2. Pingback: Focaccia di Recco

  3. Non conoscevo questa focaccia di Recco ma devo dire che sono rimasta affascianta dalle foto, sia quelle che immortalano il procedimento che quella appena sfornata! bravissima

  4. Dev’essere fenomenale questa focaccia. E’ da un sacco che voglio provarla ma mi spaventa tirare la pasta così sottile. La tua è perfetta 🙂 Bacioni, buona serata

  5. Sono arrivata alla focaccia di Recco in ritardo ma da quando le mie fauci hanno addentato l’impasto fuso alla morbidezza del formaggio non ho più potuto farne a meno ogni volta che ne ho avuto l’occasione!
    Ottima e bravissima tu a prepararla! ^__^

  6. ciao mamma mia che meraviglia!!! io adoro le focacce e questa mi ricorda un viaggio in liguria dove ho mangiato mattina pranzo e cena solo focaccia!!!!

  7. Strepitosa davvero, Terry hai fatto un’opera d’arte, anche le immagini sono bellissime. La voglio fare subito. hai ragione è buonissima questa focaccia. Un abbraccio 🙂 Angela

  8. Ho avuto la fortuna di assaggiare la focaccia original fatta dal consorzio e ne sono rimasta assolutamente estasiata. Non l’avevo mai mangiata e non sapevo neanche cosa fosse…poi al primo morso è stato il paradiso!!!
    La focaccia più buona che abbia mai mangiato!!!
    Ti è venuta davvero benissimo complimenti

    • Grazie Elenuccia… Grazie… Saper che è venuta bene da chi l’ha provata mi fa piacere… Spero di provar quella regionale un dì!;)

  9. non ci credo! l’ho fatta la scorsa settimana. E` buonissima. Non sono rimasta soddisfatissima della resa … magari ti rubo qualche segreto 😉

  10. Ciao Terry, mi ha sempre frenato il fatto che ci volessero altissime temperature e pensavo il mio forno non fosse sufficiente, ma vedo che abbiamo lo stesso limite massimo..quindi? Quindi ora mi lancio, l’ho mangiata la prima volta proprio a recco e non l’ho più dimenticata..cosa dirà il mio punto vita e non solo? 😦 Buona settimana, qui con pioggia battente mannaggia.

    • Ciao vecia!!! …anche io ero perplessa… Ma poi pensando che facciamomanche la pizza in casa…ed anche lei andrebbe cotta ad alte temperature c’ho provato ed andata benissimo!!!

      …consiglio davvero a tutti di provarla!!! …e poi a tutti un grazie di cuore per passar di qui, le vostre presenze mi fan sempre un gran piacere!!!
      Un abbraccio collettivo!

  11. ciao Terry ! Sono in sintonia con l’osanna alla cucina ligure, direi proprio gustosa e piena di sapori ! la tua focaccia invita ad essere provata, e da come descrivi sembra anche semplice… Un caro saluto !

  12. io in liguria ci sono stata e quanta focaccia abbiamo mangiato! Passati per Recco quasi per caso ci siamo fermati apposta….non potevamo non mangiare l’originale. E ora posso anche rifarla a casa…che bontà 🙂

  13. Comareeeeeeee!Ma è uguale a quella che si mangia in loco!!!!ahhhhhhh!
    Mia mamma la faceva anni fa e ne andavo matta.Devo riprendere in mano la situation…baciiiiii

  14. Terry… ma è una goduria mai vista!!!!! io la faccio di rado perchè quando la preparo la finisco tutta, fino all’ ultima briciola… ma tu sei una tentatrice!!!!! mi hai fatto venire voglia di mettermi a far la focaccia.. magari per domani è pronta.. eheh.. bellissima quella foto della sfoglia, un velo… un bacione!!

  15. Che meraviglia! Che delizia! Io la adoro e qualche volta mi dico che devo provare a farla… finora niente ma la conosco bene e la tua è perfetta!

  16. Ciao =) era da tanto che volevo provare a farla e ieri finaalmente ce l’ho faatto…è buonissima!!!non l’avevo mai mangiata quindi ti ringrazio per aver postato la ricetta.Pensavo fosse complicato farla e invece è molto semplice!Consiglio a tutti/e di provarla perchè vale =)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.