Zucchine ripiene di tonno e ricotta alla acetosella – Tuna and ricotta stuffed courgettes with wood sorrel

Scroll down for english version

Non so dove abitiate voi… ma qui, quest’ultima settimana, è stata davvero un po’ troppo altalenante per ciò che riguarda il tempo… La mattina fa freschetto …all’ora di pranzo e primo pomeriggio un caldo bestiale… beh allora esco… E zac… nel giro di tre nanosecondi tutto cambia, nuvoloni, cielo nero… aria fresca di nuovo… Ufffff!!! …per fortuna… un pomeriggio il tempo ha tenuto ed ha coinciso con l’idea estemporanea post-pranzo di far un salto all’isola di Sant’Erasmo… Isola della laguna di Venezia… considerata “l’orto di Venezia” …famosa soprattutto per il carciofo violetto (il qualche è anche un presidio slowfood ma ve ne parlerò più avanti in un altro post) …un posto che adoro e di cui vi avevo già raccontato tempo fà! …amo davvero tutto di quest’isola… Amo l’atmosfera di pace che vi si respira… Non vi sono macchine, solo ape car e quelle piccole auto che si guidano senza patente… E si guidano per piccole strade, immerse nel verde e nella pace, dove la vista si perde nei campi coltivati

o nella laguna di Venezia

È un’isola che puoi godere a piedi… Ma ancor meglio noleggiando una bicicletta e scoprendola girovagando tra strade asfaltate e strade sterrate… Lasciandosi inebriare dai mille profumi, quello del sambuco, delle acacia (ormai ahimè sfiorite!) …dei caprifogli

…E poi quel che amo è che per me Sant’Erasmo è il posto ideale dove andar a raccogliere un po’ di erbe spontanee in tutta tranquillità, sapendo di trovarle davvero incontaminate!🙂 …forse dovrei farci un post dedicato… O forse ve la racconto un po’ per volta …seguendo le erbette che ho raccolto e le ricette che ho preparato!

Ed oggi comincio da queste zucchine ripiene e dalla acetosella! …pianta spontanea estremamente comune, che sicuramente potete vedere anche in città! …cresce infatti ovunque ed ora che è in piena fioritura crea dei bellissimi cuscini rosa! …rosa è di sicuro il colore con cui é più diffusa ma esiste anche l’acetosella con i fiorellini bianchi… e a Sant’Erasmo l’ho trovata! …vi lascio subito un po’ di info su questa deliziosa e bellissima pianta spontanea… Poi passo alla ricetta!🙂

Non solo in cucina: L’acetosella (Oxalis acetosella) è, come dicevo qui sopra, una pianta spontanea e perenne, molto comune e riconoscibile dalle foglie trilobate (cioè a trifoglio appunto) e dai suoi bellissimi fiorellini rosa o bianchi.

Il suo nome botanico ci fornisce già indicazioni, sia sul suo sapore …acetosella infatti ricorda l’aceto e quindi il suo gusto acidulo… e poi anche sull’elemento che è responsabile di questo sapore… cioè l’acido ossalico, di cui la pianta ne contiene una buona dose. Oltre a questo nell’acetosella troviamo anche vitamina C, ferro e mucillaggine. Ha proprietà diuretiche, astringenti, febbrifughe, depurative e rinfrescanti ma a causa dell’acido ossalico citato pocanzi è meglio evitarne o limitarne il consumo se si soffre di patologie alle vie renali o biliari, gatrointestinali o gotta.

Ad uso esterno le foglie hanno un buon effetto decongestionante e calmante sulle pelle irritate e arrossate.

Con l’acetosella vi avevo già proposto questa salsina… Questa volta invece l’ho messa nel ripieno di queste zucchine!!! …le zucchine ripiene di tonno sono un ricordo d’infanzia, una ricetta di famiglia… Ma quelle che ho provato io sono però una personalissima variante… Partendo dalle zucchine che non sono quelle normali e lunghe ma sono quelle tonde… E poi nel ripieno oltre al tonno c’ho messo la ricotta… E come dicevo una bella manciata di acetosella che si è sposata benissimo con il resto degli ingredienti, regalando freschezza! …se la trovate, provatela… Le fogliette sono ottime anche nelle insalate miste per dar quel tocco acidulo e fresco!

– per 2 persone:

  • 4 zucchine tonde
  • 200 gr d tonno sott’olio già sgocciolato
  • 100 gr di ricotta
  • Una manciata di foglie di acetosella
  • 1 cucchiaio di pecorino grattugiato
  • Sale e pepe
  • Olio evo

Lavare le zucchine, tagliare la parte alta e leggermente il fondo per farsì che stiano in piedi. Scavare l’interno e raccogliere la polpa in una ciotola. Mettere le zucchine a cuocere in acqua bollente salata finché diventano un po’ tenere, dopodichè scolarle a testa in giù così da farle asciugare bene. Nel frattempo frullare assieme il tonno, la ricotta, l’acetosella e parte dell’interno della zucchina (io ho usato solo la parte di polpa soda e non quella più interna piena di semini e acqua, anche per non annacquare troppo il ripieno). Unire il pecorino, pepare e aggiustare di sale. Riempire le zucchine con il composto di tonno e ricotta, cospargerle con del pecorino, disporle su una teglia da forno, irrorarle con un filo d’olio e infornarle a 200º per circa 10/15 minuti, finché siano ben gratinate.

Note: se vi avanza del ripieno servitelo come salsina insieme alle zucchine, è ottima anche così! 😉

****************************

Tuna and ricotta stuffed courgettes with wood sorrel

One of the reasons i really love this season, as said before, is that it gives us lots of wild herbs great for cooking! …of course, to pick them up, you should have near you an unpolluted place… a field …or garden! …and one of my favourite places …where i love to go, it’s an island of the Venice lagoon, called Sant’Erasmo, known as well as “Venice kitchen garden” for the vegetables farming and especially famous for the “purple artichoke“!

I love this island for many reasons… It’s peaceful, there are no cars, but just Ape cars or those new small car you can drive without license! …the best way to discover it it’s by foot or hiring a bike… as i did, and immerse yourself into its peace, gorgeous views and perfumes! …Your eyes can get lost through fields and lagoon landscapes and your nose can get drunk with elderflowers, faux acacia and honeysuckle flowers! …it’s really the perfect unspoiled place where to find and pick up all the wild herbs i love!

…and one of the herbs i came back with is wood sorrel! …over here you can find it really everywhere, in town is very common and now it’s blooming… it looks like a lovely pink cushion with all its little flowers! …of this herb you can use the leaves which resemble clover  ones (i read it is known as shamrock as well) and they have a nice lemony sour taste! …wood sorrel is diuretic, rich in vitamic C, mucilage and oxalic acid (persons with renal failure or kidney stones best not consume it)! …in the kitchen wood sorrel can be used to make an easy dip or spread by mixing it with a cream cheese for example… It pairs fish very well …and this time i used it to stuff these round courgettes, together with tuna and ricotta! …they were delicious!!!🙂

– for 2 portions:

  • 4 round courgettes
  • 200 gr canned tuna, already drained
  • 100 gr ricotta (or another cream cheese)
  • A good handful of wood sorrel leaves
  • 1 tbsp of grated pecorino cheese
  • Extra virgin olive oil
  • Salt and pepper to taste

Wash the courgettes and slice the top and part of the bottom, just to keep them stable. Remove the flesh inside and keep it on the side. Cook the courgettes in salted boiling water for 10 minutes or till you feel them a little bit soft. Drain them well, upside down and in the meantime prepare the stuffing mixing tuna, ricotta, wood sorrel and part of the courgettes flesh (i used the most firm one not the seeds central part which has more water and would make the stuffing too moist). Add the pecorino cheese, pepper and salt to taste, mix well and stuff the courgettes with this mix. Place them on a bling pan, sprinkle on top some extra pecorino cheese, drizzle with some extra virgin olive oiland bake them at 200º for 10/15 minutes or till they are well grated and golden on top.

*****************************

Queste belle zucchine ripiene sono un ottimo secondo e le faccio partecipare al contest di Dauly – Cucchiaio e pentolone dedicato a “Ricette ripiene dall’antipasto al dolce”.

***************************

Visto le zucchine tonde che iniziano la loro stagione e l’acetosella, deliziosa primaverile erba spontanea… Unisco questa ricetta al contest di Lucy – Ti cucino così“I colori della primavera”.

34 thoughts on “Zucchine ripiene di tonno e ricotta alla acetosella – Tuna and ricotta stuffed courgettes with wood sorrel

  1. Diciamo che qui il tempo nell’ultima settimana è stato costante…nella pioggia e nell’aria novembrina…sgrunt! Mai vista l’acetosella, una conoscenza solo di nome. Chissà che buone le tue zucchine. Il ripieno di tonno e ricotta mi ispira un sacco e così profumato dev’essere delizioso. Un bacione, buona settimana

  2. Pingback: Zucchine ripiene di tonno e ricotta alla acetosella – Tuna and ricotta stuffed courgettes with wood sorrel

  3. Che belle che sono, con l’aggiunta poi dell’acetosella.. mi incuriosisce molto!
    anche io qualche giorno fa ho fatto le zucchine ripiene di tonno e ricotta🙂
    un bacio, a presto ^^

  4. Ogni vilta che vedo l’acetosella sai che penso a te?!Perchè mi ricordo quella salsa dello scorso anno :)Mai raccolta però, perchè non la trovo incontaminata.SArei curiosissima di assaggiarla, specie in queste zucchinotte🙂
    Baseti

  5. Ciao, io l’ho raccolta ieri, me l’ha fatta conoscere la “maestra” del corso che sai, e pensare che ce l’ho davanti casa e non lo sapevo, la trovo perfeta per dare gusto ai ripieni e non solo, bacione.

  6. confesso la mia ignoranza, quei cuscini rosa mi sono sempre piaciuti da matti ma assolutamente non sapevo che fossero acetosella, bene, ne imparo sempre di nuove!
    grazie per la ricetta!

  7. Le zucchine tonde sono la mia passione. mi piacciono in tutti i modi e poi sono così divertenti da preparare. Quasi quasi ti copio la ricetta per i prossimi giorni. grazie
    A.

  8. in pratica ho dei vasi pieni di acetosella rosa… e non lo sapevo!! capperi! mi piace e non l’ho mai estirpata perchè riempe di colore mamai pensato che fosse commestibile! buonissime le zucchine tonde, sono dolci, ottime con il tonno e particolari con l’acetosella! ciao cara!!

  9. ciao anche oggi qui da te mi sono sbalordita sull’uso di erbe e vari… anche questa non la conoscevo e mi sa che qui in giardino cresce spontanea… vado a vedere! buona giornata

  10. Pingback: Castraure fritte – Deep fried artichokes hearts « Crumpets & co.

  11. Spero che sia chi la conosce chi meno abbia occasione di provare l’acetosella… È bellissimo poter usare in cucina le piante spontanee che la natura ci regala!!! Un grazie davvero a tutte voi che siete passate di qui!!!! Un abbraccio collettivo!

  12. Grazie Terry con la tua foto ho capito che l’acetosella ce l’ho nel giardino della suocera :-))))) Che delizia queste zucchine ripiene! E come mi piacerebbe poter visitare l’isola…. Baci

  13. Pingback: Frittata alla malva e sesamo – Mallow frittata with sesame seeds « Crumpets & co.

  14. Pingback: Lasagne co’e castraure – Artichokes lasagna « Crumpets & co.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...