Curd di nespole – Loquat curd

Scroll down for english version

La mia passione per i curd ve l’avevo rammentata e raccontata di recente con il curd di melone e geranio …e come vi dicevo allora, avevo in serbo un altro curd, fatto ancor prima di quello a dire il vero!

Beh credo sia ora di presentarvelo… e come avete già letto questa volta l’ho fatto con un frutto non comunissimo ma davvero buono, le nespole!

Le nespole non sono sempre facili da reperire ma per fortuna ultimamente iniziano a vedersi tra i banchi del mercato o anche al supermercato e così con quelle che riuscii a reperire qualche settimana fà, ho voluto farne un curd, visto la mia passione per queste golose creme di frutta! …ed è venuta davvero deliziosa, golosa e delicata, davvero speciale!

Di nespole ne esistono due varietà queste he ho usate sono quelle giapponesi che si trovano in tarda primavera in autunno maturano quelle comuni di cui vedete una foto più sotto che feci in ottobre alla Festa dei Frutti Dimenticati di Casola Valsenio.

Comunque più sotto vi lascio informazioni più dettagliate su queste due varietà di nespole!

  • 370 gr di nespole pesate già denocciolate e pulite
  • 80 gr di burro
  • 160 gr di zucchero semolato
  • 3 uova
  • Succo di mezzo limone

Pulire le nespole e metterle a tocchetti in un pentolino con un goccio di acqua, il succo del limone e farle appassire per circa 5 minuti, frullare la polpa passarla al setaccio e metterla in pentolino per bagnomaria, unire lo zucchero, il burro e metterlo sul fuoco a bagnomaria. Mescolare finchè il burro e lo zucchero si siano ben sciolti, togliere dal fuoco e lasciare intiepidire, dopodichè unire le uova precedentemente sbattute bene. Rimettere sul fuoco e continuare a mescolare con un frustino finchè la crema non si sia addensata bene, ricordandosi che una volta fredda si addensera ulteriormente. Invasare il curd bollente in vasetti sterilizzati, potete sia chiuderli subito e capovolgerli o anche lasciar freddar la crema e conservarla in frigo se la utilizzerete poi nei giorni successivi.

Non solo in cucina: per nespola si possono intendere due frutti di due tipi di alberi diversi. Uno è la nespola comune (Mespilus germanica – vedi foto qui sopra) dalla buccia marroncina, ha dai tre ai cinque semi e si raccoglie in tardo autunno, l’altra è la nespola del giappone (Eriobotrya japonica – quella usata per questo curd) di colore arancione e che è ormai la più conosciuta e si può trovare nei mercati nostri in primavera.

Il nespolo comune ha proprietà astringenti e diuretiche. La marmellata che si può fare con i frutti ha effetti regolatori del tratto intestinale e diuretiche. Della pianta si possono poi usare le foglie fresche per preparare un colluttorio ottimo per le infiammazioni della bocca, facendo bollire 40 gr di esse in 200 gr di acqua per 40 minuti.

La nespola giapponese è un frutto povero di calorie (47 kcal per 100 gr.) ricco di sali minerali (potassio, fosforo, magnesio e calcio) e vitamine C e B. Anche queste nespole sono ottime per regolare l’intestino e favorire la diuresi.

I’ve been telling you about my passion for curds when i posted the melon curd few weeks ago! …well even before making that one i made also a curd with a non common fruit… medlar!

There are two kind of medlars.. one if the japanese medlar (or Loquat), with orange skin and is the one i used for this curd and it’s available in spring time. The other one is common medlar (and you can see them in the pic above), with a brown skin and which gives its best after warm summer season getting ripe in autumn.

Medlars are great for jams or jellies but i so love curds that i wanted to make one with them… and i’ve been very pleased with the results …a very delicate and delicious curd that i suddenly loved!

  • 370 gr of loquat pulp, without stones.
  • 80 gr of butter
  • 160 gr of sugar
  • 3 eggs
  • the  juice of half lemon

Peel and cut the medlars in cubes and cook them for 5 minutes with a drop of water and lemon juice. Blend the pulp, pass it through a sieve and put it in a saucepan good for bain-marie cooking. Add the sugar, butter and place the saucepan into a bigger one with boiling water and let sugar and butter melt, mixing well. Beat eggs very well and add them to the melon pulp mix. Keep on whisking till the curd will thicken. Pour boiling curd into sterilized jar, screw the lid tightly and turn the jar upside down. If you are going to use it in few days you can also put in a covered jar or bowl, let it to cool and then store it in the fridge.

Annunci

21 thoughts on “Curd di nespole – Loquat curd

  1. Pingback: Curd di nespole – Medlar curd

  2. Le nespole che buone tesoro….non sempre riesco a trovarle ma quando capita le acquisto subito….il curd poi è una meraviglia!!!bacioni,imma

  3. Che curiose le nespole che hai usato, quel tipo non l’ho proprio mai visto. A dire il vero di nespole quest’anno ne ho incrociate proprio poche 😦 Il tuo curd dev’essere meraviglioso. Ehhhhhhhh se non fosse il colesterolo acciderbola! Un bacione, buon we

  4. Adoro le nespole, anche se ammetto di non aver mai visto quelle utilizzate da te! L’idea di farne un curd è un qualcosa di fantastico, stupisci sempre tu 🙂
    Un bacio grande

  5. Sai che questa primavera ho scoperto un nespolo giapponese in un parchetto vicino a casa? ne ho fatta una bella scorpacciata, ma non pensavo si potessero usare in cucina

  6. comprendo benissimo la dipendenza da curd… interessante l’idea di farla con altri frutti…. mi sa che mettero’ il mio cervellino in moto!

  7. Il tuo curd alle nespole ha un aspettoi molto invitante e dev’essere delizioso.
    Una pianta di nespole (del tipo comune) l’aveva mio nonno nel suo giardino e ricordo che da bambina,in inverno, quando andavo a trovarlo, mi piaceva molto dividere il frutto in due, osservarne la polpa pastosa e di color ruggine e mangiarla direttamente dalla buccia. Aveva un che di aspro che non mi dispiaceva.Quelle che hai usato per il curd sono la varietà che adesso si trova più frequentementele nei negozi o al supermercato(di solito, precedono l’arrivo delle albicocche). A parlare di nespole mi viene in mente un episodio della serie Ispettore Barnaby dove la moglie dell’investigatore preparava (con sommo dispetto del pover’uomo) una quantità industriale di marmellata usando i frutti “prossimi a marcire” perché così imponeva la sua ricetta.

  8. Uh che bello!!!! In giardino ho entrambe le piante e devo dire che per me la crema di nespole italiane è insuperabile (spero che non siano troppo caloriche perchè quando le ho a disposizione ne mangio in quantità industrali!!!). Mi tengo la tua splendida ricetta per ottobre quando saranno belle mature e pronte all’uso! Non vedo l’ora!!!! ciao cara!

  9. Pingback: Torta integrale con nespole e pistacchi & Frullato vegan di nespole e cannella – Whole wheat cake with loquat and pistachios & Soy milk shake with loquat and cinnamon | Crumpets & co.

  10. Pingback: Torta integrale con nespole e pistacchi & Frullato vegan di nespole e cannella – Whole wheat cake with loquat and pistachios & Soy milk shake with loquat and cinnamon

  11. Pingback: Crumble integrale di nespole e ciliegie alla melissa – Loquat, cherries and lemon balm whole wheat crumble | Crumpets & co.

  12. Pingback: Crumble integrale di nespole e ciliegie alla melissa – Loquat, cherries and lemon balm whole wheat crumble

  13. Pingback: Crumble integrale di nespole e ciliegie alla melissa – Loquat, cherries and lemon balm whole wheat crumble | Food Blogger Mania

  14. Pingback: Curd di ribes rossi – Redcurrant curd | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...