Scalogno di Romagna sott’olio alla santoreggia – Romagna shallots in extra virgin olive oil and savory

Scalogno sott'olio

Prima che il mese finisca ed insieme anche la raccolta mensile di Salutiamoci, unisco anche questa ricetta con gli scalogni di Romagna!🙂

Questo mese sono protagoniste le cipolle e parenti vari… come i porri o gli scalogni! :) …quindi questi scalogni non potevano mancare!  …vi ricordo che la raccolta viene ospitata da Valentina di La cuoca pasticciona e per maggior informazioni su questa iniziativa potete andare sul bellissimo blog di Salutiamoci dove trovate anche una pagina dedicata alla cipolla ed alle sue proprietà!

7189545732_13a77fdf81_q

Ormai sono svariati anni che mi reco almeno una volta all’anno in un paesino sulle colline romagnole, non distanti dalla Toscana e dal Mugello… si chiama Casola Valsenio… ed a volte ne ho brevemente accennato su questo blog! …Casola Valsenio è un paese famoso per il suo bellissimo e ricchissimo Giardino delle Erbe, dove vi è grande varietà di piante officinali ed aromatiche …per il mercatino serale delle erbe, che si tiene tutti i venerdì sera di luglio e agosto… per la strada della lavanda che passa anche per di là …ed infine per la meravigliosa Festa dei Frutti Dimenticati che si svolge ad ottobre, dedicata appunto a tutte quei frutti che si son dimenticati negli anni, dall’azzeruolo al corniolo, dalle pere volpine alle pere cotogne, dal corbezzolo al sorbo… e molti altri!

Grazie a queste mie visite ho imparato ad apprezzare oltre che alle persone meravigliose che incontro ormai da anni… anche il cibo, fenomenale… ed un po’ di prodotti locali… tra cui questi scalogni di Romagna IGP ed ho voluto farli sott’olio ed aromatizzarli alla santoreggia, ispirandomi a quelli che vendono presso il Giardino delle erbe di Casola! …favolosi!!! ;)

Lo scalogno di Romagna è davvero un bene prezioso, una varietà di scalogno le cui origini sono antichissime e che solo grazie all’uomo si sono preservate, infatti lo scalogno di romagna non fa fiori quindi non si può propagare con l’impollinazione ma solo conservandone i bulbi! …inoltre, per questo stesso motivo, non essendo mai stato incrociato, il “corredo genetico” di questa pianta è rimasto invariato nei secoli! …lo scalogno possiede un sacco di proprietà benefiche inoltre e se volete saperne di più vi consiglio di leggere QUESTA PAGINA della Proloco di Riolo Terme (bel paese vicino a Casola Valsenio) dove raccontano storia, uso, coltivazione e proprietà di questo antichissimo scalogno! :)

Scalogno di romagna

  • scalogni di romagna
  • 1 litro di aceto di vino incolore (quello adatto per conserve)
  • foglie di alloro
  • bacche di pepe nero
  • un po’ di rametti di santoreggia
  • Olio extra vergine d’oliva

Pulire gli scalogni eliminando la parte esterna e metterli a bollire in una pentola insieme all’aceto, qualche foglia di alloro, qualche rametto di santoreggia e qualche grano di pepe nero. Lasciarli cuocere finchè risultino teneri nella parte esterna, uno stuzzicante deve forare il primo strato dello scalogno ma non perforarli del tutto. La cottura poi dipenderà dalla grandezza degli scalogni, io ne avevo di varie misure ed alcuni li ho scolati prima degli altri. Disporli su uno strofinaccio pulito e lasciarli asciugare. Mettere gli scalogni in un vaso di vetro sterilizzato, qualche grano di pepe nero e qualche rametto di santoreggia e coprirli bene con olio extra vergine d’oliva. Chiudere bene il vaso a sterilizzare il tutto mettendolo a bollire, coperto con un strofinaccio, in una pentola, con l’acqua che copra di circa 5 cm il vaso. Pe run vaso di media grandezza lasciar bollire almeno 20 minuti.

Scalogni sott'olio

5 thoughts on “Scalogno di Romagna sott’olio alla santoreggia – Romagna shallots in extra virgin olive oil and savory

  1. Pingback: Scalogno di Romagna sott’olio alla santoreggia – Romagna shallots in extra virgin olive oil and savory

  2. Pingback: Marmellata di fichi e cedrina – Figs and lemon verbena jam | Crumpets & co.

  3. Pingback: Marmellata di fichi e cedrina – Figs and lemon verbena jam | Food Blogger Mania

  4. Pingback: Marmellata di fichi e cedrina – Figs and lemon verbena jam

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...