Pere volpine al sangiovese – Volpine pears with sangiovese sauce

Scroll down for english version

image

Ed eccomi di ritorno con un altro frutto dimenticato tra i più popolari in Romagna e lungo l’Appennino… la pera volpina. Anche questa particolare pera l’ho conosciuta un po’ di anni fá a Casola Valsenio alla Festa dei Frutti Dimenticati dove, sulle varie bancarelle, si trova sia cruda che cotta nella maniera piú classica… Nel sangiovese! 🙂
…ed é cosí cheve la presento oggi… cotta in un buonissimo Sangiovese di Romagna!
Se trovate anche voi delle pere volpine ricordatevi che vanno gustate solo cotte. La pera volpina è un frutto duro, granuloso, tannico ed asprigno, ricco di fibra e va sempre consumato previa cottura, generalmente nel vino o in acqua.

image

Ci sono varie ipotesi poi sull’origine del nome “volpina” …c’è chi dice per il colore della buccia che ricorda il pelo di volpe, chi pensa che sia perché le volpi ne mangiano in quantitá o chi dice che sia perché é un frutto “furbo” poiché ben si mimetizza tra le foglie per non essere mangiato dagli uccelli.

Tra qualche giorno andró a Casola e spero di tornare con altre pere volpine e con altre idee da condividere con voi! 🙂
image
  • circa 8-10 pere volpine
  • 1/2 litro di vino sangiovese (deve coprire bene le pere)
  • 8/10 cucchiai di zucchero
  • un goccio d’acqua
  • una buona spolverata di cannella
  • qualche chiodo di garofano
Mettere le pere volpine in una casseruola che le contenga vicine, coprirle con il vino ed un goccio d’acqua, unite lo zucchero, cannella e chiodi di garofano e metterle a cuocere su fuoco moderato. Cuocere le pere per circa 20/30 minuti, finchè saranno tenere (testatele con uno stecchino) ed il vino sia diventato sciropposo. Servire le pere con il loro sciroppo di sangiovese. Se volete, per conservarle più a lungo, potete invasarle con lo sciroppo caldo e chiuderle ermeticamente, capovolgete il vaso e lasciate raffreddare.

image

English corner 2

image

“Volpine” Pears in Sangiovese sauce

I’m back with another recipe with a forgotten fruit i discovered during the many trips to Casola Valsenio, this town in the Romagna hills which dedicates also a fair to old varieties of fruit which risk to disappear!

One of these fruit is the “volpina” pear (volpina literally means “little fox”), a small type of pear, hard, tannic and sour that can eaten only once cooked,  generally in water or wine! …the most common way to cook it is in effect by boiling it in Sangiovese wine, a great and famous wine from Romagna.

Today i’m sharing with you this classic recipe, then once back from Casola, where i’ll be going in few days, i hope to share with you extra ideas to cook, use and enjoy this very special pear!

image

  • 8/10 “volpine” pears
  • 1/2 liter of Sangiovese wine (or anoher good red wine)
  • some water
  • 8/10 tbsp,of sugar
  • a good dash of cinnamon
  • some cloves

Place the pears in a saucepan that can keep them tight to one another. Pour in wine which has to cover the pears, add some water, sugar, cinnamon and cloves to taste. Cook pears for about 20-30 minutes, until tender (check with a toothpick) and the wine sould be reduced to a syrup consistence.

You can serve pears straight away with the sauce or you can preserve them in a jar, in this case place them in a sterilised jar when still boiling together with the syrup. Close lid tightly, turn jar upside down and allow to cool.

image

Annunci

13 thoughts on “Pere volpine al sangiovese – Volpine pears with sangiovese sauce

  1. ma sai che per un motivo o per l’altro in questi giorni mi passano ricette simili e tu sei l’ennesimo gustoso segno del destino che devo provare 😀

  2. Ciao Terry, mercoledì sono andata per orti, campi e coltivazioni di mele, mi hanno regalato tanti rami di “meline piccole, quelle che adoperano per impollinare i meleti, assomigliano alle tue azzeruole, ti manderò la foto e, se ti va, visto che me le regalano te le mando… Però, dopo voglio vasetto marmellata 😀

      • @conunpocodizucchero, cosa intendi? Percepisco una leggera ironia… Se intendi i biscotti che avrei dovuto mandarti per Natale charisco che, se avessi messo l’indirizzo sul pacco o risposto alla email di richiesta indirizzo, l’avrei fatto. Anche se avessi avuto il tuo indirizzo non mi sarei presentata sulla porta di casa 😉
        Terry ed io ci siamo viste più volte e, dal momento che abita a meno di un’ora da casa mia, certo che si, faccio sul serio, potrei, non mandargliele, ma portargliele personalmente… Buon proseguimento di giornata.

      • Non stavo facendo una ironia negativa… mi dispiace che tu la legga in questo modo… era solo un riferimento, che voleva essere buffo, al fatto che è bello mandarsi dei “doni golosi”. Come è successo a noi… a me è piaciuto “impazzire” per la ricerca del pacchettino giusto che ti facesse arrivare i biscottini integri… non c’era nessuna ironia, nessun riferimento non detto… non capisco proprio e mi dispiace molto.

  3. ecco un’altra meravigliosa scoperta! come amo i frutti dimenticati! lo sai vero? dopo le meline adesso qst peroline mi fanno strabuzzare gli occhi! chissà che buone già da sole.. così “agghingate” poi devono essere irresistibili!

  4. Allora al mio ritorno da casola urge incontro… Scambio mele… Chiacchere e spesucce varie ok? …ti aggiorno via mail sui miei turni!
    Anche a me ricordano le azzeruole!… E anche se son altri pometti io marmello lo stesso 😉

  5. Pingback: Pere cotogne al forno alla lavanda – Baked quince with lavender | Crumpets & co.

  6. Pingback: Pere cotogne al forno alla lavanda – Baked quince with lavender

  7. Pingback: Insalata di cavolo rosso e pere volpine con salsa allo yogurt – Red cabbage and volpine pears salad with yogurt dressing | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.