Marmellata di pere cotogne speziata – Spiced quince jam

Scroll down for english version

image

Anche quest’anno, come da un po’ di anni a questa parte, ad ottobre, sono andata alla festa dei frutti dimenticati di Casola Valsenio. L’anno scorso ve ne ho parlato in piú momenti, postando un po’ di ricette provate con questi frutti antichi. Ho comunque voluto riunire foto, nozioni e ricette in una pagina dedicata appunti ai Frutti Dimenticati.

Ogni anno porto a casa un po’ di frutti, alcuni comprati ai banchi della festa altri raccolti da me nel frutteto dell’agriturismo (previa autorizzazione dei proprietari, ormai cari amici) o in giro per le stradine sterrate che lo circondano, immerse nella natura.

Purtroppo quest’anno le pioggie abbondanti hanno rovinato di molto il raccolto ed infatti molto mele, cotogne e pere volpine erano marcite. Comunque con il mio bottino, ricco o meno, cerco sempre di combinare qualcosa e pian piano cercheró di raccontarvelo nelle prossime settimane.image

Intanto cominciamo da qualcosa di classico e semplice, una marmellata di cotogne, con in piú un tocco di spezie, per renderla ancor piú calda ed autunnale!

Quelle che raccolgo a Casola Valsenio sono pere cotogne ma solo la forma le distingue dalle mele cotogne, il gusto e le caratteristiche sono uguali. Le cotogne sono frutti dalla polpa dura e asprigna che si mangia solo cotta. Io amo molto come la polpa soda e chiara si trasforma in una crema morbida e rossastra… ed amo il gusto dolce ed acidulo che la caratterizza.

Questa deliziosa marmellata l’ho poi usata per fare un’altra cosa davvero buona che vi presenteró presto!😉 non cambiate canale 😉

image

  • Pere cotogne
  • zucchero (1/3 del peso delle pere cotogne giá pulite)
  • acqua
  • misto di spezie per panpepato

Pelare le cotogne e tagliarle a tocchetti, metterle in un pentolino con acqua fino a coprirle e zucchero pari ad 1/3 del loro peso. Portare a bollore e cuocerle, mescolando e schiumando se necessario. Le cotogne quando diventano tenere si spappolano facilmente ed assumo un colore piú rossastro.  Quasi a fine a cottura unire 1 o 2 cucchiaini di misto spezie per panpepato, secondo i gusti. Invasare la marmellata ancora bollente in vasi sterilizzati, chiudere subito e capovolgerli. Una volta aperti i vasetti si conservano in frigo.

image

image

Spiced quince jam

Also this year, as I’m used to do since a few years, I went at the Forgotten Fruit fair in Casola Valsenio, a small town in Emilia-Romagna. (Here last year post)

As usual I came back home with a good amount of fruit, apples, pears, rose hips, jujubes, quince and other small fruit. With some quinces I made this warm spicy jam, but i hope to share more soon, while I keep trying new recipes with old fruit!😉

Quince is a fruit that should be always eaten cooked, raw is hard and sharp but when cooked it becomes creamy, slightly sweet and of a lovely red hue. Jam is a classic way to enjoy and preserve this seasonal fruit and it’s great to create many other good things… and regarding this, soon I’ll share another recipe where I used this fabulous jam! …stay tuned!

image

  • Quinces
  • sugar (a third of chopped quinces weight)
  • water
  • gingerbread spices

Peel and cut quinces in pieces, place them in a saucepan, cover with water, add sugar and bring to boil. While cooking quinces will become soft and they’ll change colour. When jam is nearly ready add spices according to your taste. Pour boiling jam into sterilised jar and close lid immediately. Turn jars upside down and allow to cool. Once opened store in fridge.

image

21 thoughts on “Marmellata di pere cotogne speziata – Spiced quince jam

  1. Ciao Terry, ho dovuto rileggere un paio di volte il titolo del post… non avevo mai sentito parlare di pere cotogne! Le mele sì, mia nonna faceva la cotognata, anche se a essere sincera credo di averle viste appena un paio di volte in vendita a un banchetto della coldiretti della mia città.. Questa iniziativa di far conoscere frutti dimenticati mi piace moltissimo, peccato non sia proprio dietro l’angolo, altrimenti mi sarebbe piaciuto partecipare! Mi consolerò con le tue ricette! Ho visto che tra i frutti c’erano anche le giuggiole, mi hanno giusto da poco regalato un alberello!
    Un bacione
    Lucy

    • Anche io la prima volta restai basita anche se alla fine cambia la forma (a pera) ma la sostanza è quella di una cotogna. È un vero peccato che si trovino con difficoltà. .. sono deliziose e versatili! 🙂

  2. Eccola qua! Che buona!! Tu non sei stata pigra come me…😛 Ora sono curiosa di vedere come l’hai usata…
    P.S.: te l’ho mai detto che queste foglioline di quercia (credo?) che accompagnano la lettura mi piacciono tantissimo?!?

    • Anche a me piace lo sfondo, cercavo un’atmosfera autunnale e questa mi piaceva😉 …devo anche mettermi a preparare qualcosa con gli altri frutti, le sorbe si stanno maturando ora. La rosa canina come ogni anno mi ha fatto passare qualche ora coi guanti ad aprirle per togliere semi e peli, un lavoraccio!… Poi vediamo che combino, quest’anno le ho essiccate! …o finiscono in tisane o vediamo!🙂 bacioni

  3. Non sapevo che esistessero anche le pere cotogne. Purtroppo qua si vedono davvero raramente, ma fortunatamente invece si trovano giuggiole, nespole e pere volpine che io adoro abinnate alle caldarroste. Comunque se le trovo voglio sperimentare questa marmellata perchè mi ispira molto così speziata

  4. L’ho fatta una volta ma credo di avere sbagliato e messo troppo zucchero o fatta cuocere troppo, è rimasta molto dura, deliziosa ma dura!! Però continua ad essere una marmellata che adoro, le cotogne hanno un aroma meraviglioso, così speziata poi mi piace ancora di più!! Buona giornata!!

  5. caspita le pere cotogne mai viste, chissà che buona la tua marmellata così ricca di spezie🙂 Ma tu sai perchè sono qui :-)) L’hai pubblicata la pie con la guinness? La prossima sarà quella😉

  6. Mi sono posta il problema di averle sempre chiamate con il nome sbagliato, ma poi leggendo il post ho capito la confusione tra mele e pere cotogne. Per fortuna, scrivendo in inglese il mio blog, ho sempre usato semplicemente la parola quince!

  7. Me lo hai messo da parte un vasetto?😀😀 Apprezzo moltissimo il fatto che cerchi sempre di utilizzare ingredienti ricercati e rigorosamente stagionali, il tutto sempre completato da un sapiente tocco speziato. Bravissima Terry!

  8. Pingback: Pan Dolce con marmellata di cotogne e noci – Sweet bread with quince jam and walnuts | Crumpets & co.

  9. Pingback: Pan Dolce con marmellata di cotogne e noci – Sweet bread with quince jam and walnuts | Food Blogger Mania

  10. Pingback: Crema di giuggiole, cacao e nocciole – Jujubes, cocoa ana hazelnut spread | Crumpets & co.

  11. Pingback: Crema di giuggiole, cacao e nocciole – Jujubes, cocoa ana hazelnut spread | Food Blogger Mania

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...