Torta salata impressionista

image

Il tempo vola, mi sembra ieri che Alice di Pane, Libri e Nuvole ha dato il via al suo contest “Ricette a regola d’arte… invece il tempo vola e il 22 marzo, data di scadenza è sempre più vicina!

Lo scopo del contest è quello di creare un piatto ispirato ad un’opera d’arte che sia essa un quadro, una scultura, una vetrata di una chiesa (come la sua bellissima tarte tatin) o qualsiasi altra forma d’arte che ci possa ispirare.

Non potevo aspettarmi un contest più bello ed elegante da Alice …basta guardare il suo blog, le sue bellissime foto e leggere le sue parole per capire e far sorprendere dal suo animo artistico e poetico! 🙂

Io non sono una gran artista dei piatti… ho sempre disegnato molto, ho anche pitturato e mi son dedicata a varie forme creative ma in cucina non mi son mai dilungata nella decorazione dei piatti… anche se ho sempre guardato con ammirazione chi eccelle in questo, come Libera che secondo me sa creare piatti meravigliosi da guardare oltre che da mangiare!

Questa mia poca predisposizione mi sa che la si vede anche in questa torta salata che tanto bella non è (buona sì perché comunque le cose messe dentro son buone) ma che comunque mi son divertita a fare e a pensare!

Quando mi son messa a pensare a quale opera riprodurre il mio pensiero è corso subito agli impressionisti e a Monet! Ho sempre amato l’impressionismo, l’ho studiato con passione a scuola per Storia dell’arte e ricordo con gioia lo stupore nell’ammirare i quadri di Monet che ho avuto modo di apprezzare dal vivo ad una mostra, tenuta anni fa a Treviso.

image

Così ecco la mia torta salata impressionista ispirata al dipinto “I papaveri” di Monet! …è un quadro che mi ha sempre ispirato tranquillità e serenità! …l’ho amato studiandolo e non vi dico che spettacolo vederlo dal vivo… ci si poteva tuffar dentro, i colori inebriavano gli occhi e la sensazione di pace era ancora più intensa!

Come riprodurlo?… i pomodorini son diventati papaveri, gli spinaci il campo d’erba, le nuvole son delle cucchiaiate di philadelphia, i broccoli gli alberi all’orizzonte ed il cielo blu?… beh per quello ho fatto la piccola chimica ed ispirandomi agli articoli sul cavolo viola di Dario Bressanini nel suo blog “Scienza in cucina ho trasformato il colore viola del cavolo viola frullato con la ricotta in celeste… come?… con un pizzico di bicarbonato! 🙂

image

Il risultato è più gradevole guardando la torta da cruda e non cotta …ma anche se non perfetto ed un po’ naif… mi son divertita a fare questa torta impressionista e a dipingere con i colori e le forme che la verdura ci regala!

Ed anche se il contest termina non mancherò di continuare a guardare a future opere d’arte con occhio culinario e ringrazio Alice per questo, magari cercherò di giocare ancora a questo bellissimo gioco! 🙂

image

  • Pasta sfoglia rettangolare
  • Spinaci cotti
  • 250 gr di ricotta
  • 4 foglie di cavolo viola
  • 2 pizzichi di bicarbonato
  • 1 uovo
  • Sale
  • Broccoli lessi
  • Pomodorini
  • Philadelphia
  • pangrattato
  • erbe di provenza

Non do dosi precise per questa torta salata, infondo un’artista crea senza badare alle dosi di pittura 😉 …andate ad occhio e a ispirazione!
Ho steso la sfoglia su una teglia ho bucherellato e cosparso il fondo con del pangrattato. Ho mescolato due pugni di spinaci cotti e strizzati con metà ricotta, l’uovo ed un pizzico di sale. Ho steso il composto sula parte inferiore della teglia. Ho frullato la restante ricotta con le foglie di cavolo ed cambiato il colore da viola a celeste con due pizzichi di bicarbonato. Ho aggiustato di sale ed ho steso questo composto sulla parte superiore della teglia. Ho posizionato i broccoli sulla linea che divide spinaci e crema di cavolo, ovvero l’orizzonte. Ho tagliato la parte superiore dei pomodorini, eliminando un po’ di acqua e semi e li ho messi sul lato sinistro della teglia. Li cosparsi con pangrattato ed erbe di provenza (un ulteriore effetto impressionista 🙂 ). Ho messo delle cucchiaiate di philadelphia sulla parte celeste per formare le nuvole ed ho infornato a 200° per 40 minuti.

image

Advertisements

13 thoughts on “Torta salata impressionista

  1. Pingback: Ricette a regola d’arte…il contest di Panelibrienuvole! | panelibrienuvole

  2. Terry,ma è bellissima!! 😀 Ma che dici…fa impressione sì…ma per l’ispirazione che hai avuto!
    Monet è una dei miei pittori preferiti e questo quadro in particolare mi piace moltissimo (tra l’altro, sai che a settembre ci sarà una mostra sui suoi capolavori dal Musèe d’Orsay al GAM di Torino…io ci faccio un pensierino).
    Mi piace il fatto che non hai riprodotto pedissequamente un’opera d’arte ma piuttosto “l’impressione” generale (restando così in tema anche con il pittore scelto) e devo dire che c’è tutta!
    E poi mi fa tanto piacere che tu abbia nominato Libera, che è una maestra in queste cose, ricordo che molto tempo fa fece un piatto che era la copia fedele di un quadro…ma non sono stata capace di ritrovarlo sul suo blog 😦
    Grazie davvero di aver partecipato con questa torta che è già un benvenuto alla primavera…in attesa dei papaveri 🙂
    Un abbraccio,
    Alice

  3. Ma è bellissima! Hai avuto un’idea fantastica, e poi io adoro l’impressionismo, sei riuscita a rendere perfettamente l’idea che Monet voleva dare ai suoi dipinti, te lo assicuro! =D

  4. Ciao Terry,ho visto il commento da me e sono passata a salutare!La torta e’ una chicca,e le erbe di Provenza un vero tocco da maestro! 🙂 A presto

  5. Pingback: Il contest Ricette a regola d’arte: tutte le ricette a confronto! | panelibrienuvole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...