Muffins alle giuggiole, yogurt e nocciole – Jujubes and yogurt nutty muffins

Scroll down for english version

image

Eccomi di ritorno con un’altra ricetta in cui ho utilizzato uno dei vari fruti dimenticati che ho portato a casa dalla festa a Casola Valsenio , di cui vi ho raccontato qui!

Questa volta ho usato le giuggiole, un frutto che per fortuna non é poi cosí dimenticato ed anche nelle mie vicinanze molti giardini hanno alberi di giuggiole!

Le giuggiole, oltre a mangiarle cosí si possono conservare sotto spirito o, altra ricetta classica, si puó fare il “brodo di giuggiole” che è un liquore ed in rete si trovano varie ricette per poterlo realizzare! …siccome in casa non siamo gran consumatori di liquori, onestamente queste idee classiche non mi ispiravano… Ma per fortuna mi sono imbattuta nel post di Lucia del bellissimo blog Torta di Rose che aveva preparato questi “Biscotti alle giuggiole” …che ideona usare le giuggiole per un dolce!

image

Di giuggiole ne ho raccolte granché ed oltre a voler provare i biscotti di Lucia, ho pensato di usare le giuggiole per dei muffins! …amo i muffins per tanti motivi, sono versatili e veloci da preparare e poi li adoro per colazione, comodi, giá porzionati e pratici anche se li devo portare al lavoro!

Ho pensato di seguire il consiglio di Lucia e di immergere le giuggiole in una bagna, solo che al posto della grappa che non trovavo ho usato del vin santo (che amo più della grapppa ;)…poi ho usato della “farina” di nocciole e dello yogurt (homemade …e spero di parlarvene presto) che da una morbidezza incredibile all’impasto!

Insomma …ho sfornato dei muffins morbidissimi, golosi e leggeri allo stesso tempo… Si sentono le giuggiole, le nocciole e pure la dolcezza del vin santo della bagna…. Una favola!!!! :)

image

- per circa 15 muffins:

  • 230 gr di farina
  • 70 gr di farina di nocciole
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 180 gr di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 180 ml di olio di semi di girasole (bio e spremuto a freddo)
  • 250 gr di yogurt bianco magro, denso tipo greco
  • 120 gr di giuggiole (giá denocciolate)
  • vin santo

Lavare le giuggiole, privarle del nocciole e tagliarle a tocchetti. Metterle in una ciotolina in ammollo con del vin santo, mezzo bicchiere circa. Lasciarle in ammollo almeno una notte. In una ciotola miscelare la farina, la farina di nocciole, il lievito, il sale e lo zucchero. In un’altra ciotola sbattere velocemente le uova con yogurt e olio, unire il mix liquido al secco e amalgamarli assieme con una spatola, senza dilungarsi troppo. Strizzare le giuggiole dal vin santo e unirle all’Impasto. Preparare una teglia da muffins con i pirottini di carta e versarvi il composto aiutandosi con un cucchiaio. Cuocere i muffins in forno preriscaldato a 190º per circa 35 minuti o finchè ben gonfi e dorati. Sfornarli e metterli a raffreddare su di una gratella.

image

Non solo in cucina: La giuggiola é il frutto del giuggiolo (Ziziphus jujuba) albero originario della Cina e dell’Asia centrale che ben si é ambientato nel bacino mediterraneo sin dai tempi dell’antica Roma. Le giuggiole sono dei frutti ricchi di proprietá benefiche, l’antica medicina cinese le annovera tra i principali tonici cerebrali tradizionali grazie alle sue proprietá distensive e riequilibranti della mente. Inoltre le giuggiole sono famose anche per i benefici che apportano alle vie respiratorie, il consumo dei frutti secchi o l’estratto di giuggiole aiutano ad alleviare, bronchiti, infiammazioni della gola e raffreddori. Tra l’altro la giuggiola contiene diversi sali minerali (calcio, potassio, sodio e manganese), vitamine B1, B2, P e molta vitamina C, sembra che 10 giuggiole corrispondono a 2 arance. Il consumo dei frutti freschi ha effetti diuretici, lassativi, emollienti ed antinfiammatori.

In cosmesi la polpa si usa per preparare maschere emollienti e idratanti per pelli secche, delicate e sensibili.

English corner 2

image

Jujubes and yogurt nutty muffins

I’m back with another recipe with one of the forgotten fruit i picked up in Casola Valsenio, as i told you here!

After the azeroles its jujubes time!… I don’t know if abroad jujubes are a common fruit or not, but over here, in italy, they are still quite popular… Not so forgotten luckily!

The popular ways to consume Jujubes are raw or preserved in spirit, then another traditional recipe is a liqueur called “Brodo di giuggiole” …literally “jujubes broth” made with jujubes (of course :) ), grape, quince, wine and other ingredients! …at home we do not consume liqueurs so often so i prefered to use jujubs in a different way... as you can see… in a muffins batter! :)

For extra flavour i used some hazelnut “flour” (finely ground hazelnuts) and for extra softness i used yogurt which makes muffins moist and soft!… These muffins are delicious …i also soaked jujubs in “vin santo” (a very sweet italian wine) overnight and this gave a great taste to these muffins… Perfect for an healthy and tasty autumnal breakfast! :)

- for about 15 muffins:

  • 230 gr of all-purpose flour
  • 70 gr of hazelnut flour (finely ground hazelnuts)
  • 1 tbsp of baking powder
  • 1 pinch of salt
  • 180 gr of brown sugar
  • 2 eggs
  • 180 ml of sunflower seed oil
  • 250 gr of white yogurt
  • 120 gr of jujubs (pitted)
  • vin santo

Wash jujubes, remove pit and cut them in pieces. Soak jujubes overnight in half a glass of  Vin Santo. In a bowl combine flour, hazelnut flour, baking powder, salt and sugar. In another bowl whisk quickly eggs with oil and yogurt. Pour liquid mixture into dry ingredients and mix them with a spatula until just combined. Do not overmix. Squeeze jujubes from vin santo and add them to muffins batter. Spoon batter in a muffins baking pan prepared with paper cups. Bake muffins in preheated oven at 190º for about 35 muffins or until golden. Remove and cool on a rack.

image

Le giuggiole sono le mie protagoniste per il “raccolto” del WHB#408 la raccolta settimanale di ricette a base di erbe, frutta, verdure, ortaggi, cereali, etc… arrivata ora al suo ottavo anno in inglese e al terzo anno in italiano!

L’idea l’ha avuta e l’ha fatta crescere un po’ di anni fà Kalyn, del blog Kalyn’s Kitchen… ora è seguita da Haalo di Cook (almost) anything at least once… per la versione inglese e da da Brii nella sua versione italiana. Ogni settimana un blogger a turno ospita “il raccolto” settimanale e questa settimana per festeggiare i 3 anni in italiano ci ospita proprio Brii!

This entry take part to the WHB#408 english edition, the weekly event started by Kalyn of Kalyn’s kitchen, now organized by Haalo of Cook (almost) Anything at Least OnceThis week the event has arrived at its 8th year and it is hosted by Haalo! Thanks a lot… It is a pleasure to be part of this event!

image

About these ads

15 thoughts on “Muffins alle giuggiole, yogurt e nocciole – Jujubes and yogurt nutty muffins

  1. Che bello l’albero delle giuggiole. Adesso le foglie si stanno colorando di giallo ed arancione.
    Bellissima questa ricetta grazie Terry!!
    Happy birthday to us!! :)
    baciussss

  2. Molto belli e originali a base di giuggiole!
    Sono un frutto poco utilizzato e conosciuto, una tipicità di alcune zone! pochi li utilizzano in cucina, ma questi piccoli muffin sono un’ottima proposta!
    un bacione

  3. Quando vedo queste ricette vado in brodo di giuggiole :-)
    Non ho la fortuna di conoscere chi ha un albero di giuggiole ma c’è un negozio dove, chi ce l’ha, le porta in cestini per venderle. Un’amica mi aveva mandato una marmellata di giuggiole. Sono quei prodotti così vicini al cuore che qualsiasi ricetta prepari ha qualcosa di magico, non trovi? Buon pomeriggio.

    • Bella l’idea di quel negozio… Magari poi non son nemmeno care… Io per fortuna le ho raccolte altrimenti sui banchi alla festa costavano abbastanza!
      Comunque hai perfettamente ragione… Quando cucini con questi frutti particolari… Poco sfruttati… Stagionali e fugaci c’è proprio qualcosa di magico!
      Baseti

  4. Pingback: Muffins alle giuggiole, yogurt e nocciole – Jujubes and yogurt nutty muffins

  5. Terry, che bello leggerti di nuovo!
    Quelle feste in Appennino le avevo adocchiate anch’io, mi è dispiaciuto moltissimo non essere riuscita a visitarle. Ma devo dire che hai fatto un ottimo ed esauriente reportage! Thanks a lot ;)
    A presto,
    w

    • Ciao Wenny… è un piacere grande per me ritrovarti qui! :)
      Sono molto poco social e non per mia volontà! …ma spero di ricambiare la visita presto!
      un abbraccio!

  6. Pingback: WHB #408 – Il raccolto | briggishome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...