Marmellata di arance amare e rabarbaro – Rhubarb and bitter orange marmalade

Scroll down for engliah version

image

Ve l’avevo promessa ed ora eccola quà, l’altra marmellata fatta con le arance amare bio siciliane acquistate con il mio GAS.

Le arance amare, chiamate anche melangoli o arance di siviglia, sono delle arance selvatiche, irregolari e un po’ rugose e bruttine a vedersi ed all’interno sono ricche di semi e la polpa è la parte più amara.

Dopo aver voluto provare l’abbinamento con i fiori di sambuco, che tanto amo nella versione della marmellata dell’Ikea, ho voluto provare anche l’abbinamento con il rabarbaro, idea vista sulla rivista digitale del sito Lakeland. Altre due cose che adoro assieme! La ricetta è comunque mia, non quella del sito, che mi ha dato solo ispirazione per l’abbinamento!🙂

Non è detto che due cose che piacciono da sole una volta unite assieme poi stiano bene… ma vi garantisco che questa accoppiata è favolosa! ...il rabarbaro dona una cremosità in più alla marmellata che mi è piaciuta un sacco! …ancora una volta, le arance amare si sono trasformate in qualcosa di buonissimo! …e fidatevi di me perchè io di solito non amo i cibi amari ma questa marmellata è una delizia e il retrogusto amaro è sottile, delicato e compensato dal profumo meraviglioso!🙂

Vi consiglio di provarla, magari anche con le arance normali, perchè se amate le marmellate questa non può mancare nella vostra dispensa! …Io amo iniziare la giornata con una fetta fruttosa e golosa, il colore e il gusto mi mettono di buonumore!🙂

image

  • 600 gr di arance amare
  • 250 gr di rabarbaro, giá pulito e tagliato a tocchetti
  • 260 gr di zucchero
  • il succo di un’arancia dolce
  • 1/2 bicchiere d’acqua

Lavate le arance amare e asciugatele bene. Spremerle e versare il succo nella pentola dove cucinerete la marmellata. Tenete da parte i semi e tutti gli scarti, poiché essendo ricchi di pectina ci aiuteranno a far addensare la marmellata in seguito.
Prendete le bucce delle arance più belle, quelle senza ammaccature o segni neri e togliete con un coltellino la parte bianca interna. Tagliate la buccia rimasta a striscioline fini e unitele al succo nel pentolino. Se non amate le striscioline tagliatele a tocchetti ancora più piccoli, in base ai vostri gusti. Una volta pulite le bucce, raccogliete gli scarti e i semi in una garza pulita e chiudeteli a mo’ di sacchettino.
Aggiungete nel pentolino anche il succo d’arancia dolce, il rabarbaro e l’acqua. Portate a bollore e unite lo zucchero. Continuate la cottura fino a che la marmellata raggiunga la giusta consistenza. Ricordatevi che una volta fredda si addenserà ancora di più. Eliminate il sacchetto di garza, strizzandolo bene e una volta pronta, invasate la marmellata ancora bollente in dei vasetti sterilizzati. Chiudete subito e capovolgete.

English corner 2

image

Bitter orange and rhubarb marmalade

As promised I’m back with another bitter orange marmalade! After trying the combination with elderflowers, inspired by the Ikea marmalade that I love, I paired bitter oranges with rhubarb, inspired by a recipe I saw on the digital magazine of Lakeland website. Anyway I didn’t follow that recipe but “my own” one.🙂

I really loved these two fruit together, the rhubarb add a lovely creamy touch to the marmalade and lovely sweet and tart note! If you love marmalades you should really try this one!🙂

Once again, amazingly, this extra bitter fruit became a wonderful sweet marmalade with just a subtle bitter aftertaste which is pleasant and fragrant! …and believe me cos I really hate bitter food… but I adore this marmalade🙂

image

  • 600 gr bitter oranges (Seville oranges)
  • 250 gr of rhubarb
  • 260 gr of sugar
  • The juice of 1 sweet orange
  • ½ glass of water

Wash the oranges and pat them dry. Squeeze and pour the juice into the pot where you will cook the jam. Set aside the seeds and all the waste, as being rich in pectin they’ll help to thicken the jam when cooking.
Take the best orange peels, the ones without black spots or bruises and with a small knife remove the inner white part. Cut the peel into fine strips and place them into the pan with juice. If you don’t like strips cut peel into smaller pieces or as you may prefer. Gather up the seeds and white parts and tie them in a square of muslin.
Add sweet orange juice, rhubarb and water. Bring to boil then add the sugar. Continue to cook over medium heat until the marmalade begins to thicken. Remember that once cold it will thicken even more. Remove the muslin bag, squeezing it well and once ready, pour boiling marmalade into sterilized jars, close lid tightly and turn them upside down.

image

Le arance amare e il rabarbaro sono i miei protagonisti per il “raccolto” del WHB#438 la raccolta settimanale di ricette a base di erbe, frutta, verdure, ortaggi, cereali, etc… L’idea l’ha avuta e l’ha fatta crescere un po’ di anni fà Kalyn, del blog Kalyn’s Kitchen… ora è seguita da Haalo di Cook (almost) anything at least once… per la versione inglese e da da Brii nella sua versione italiana. Ogni settimana un blogger a turno ospita “il raccolto” settimanale e questa settimana la nostra ospite è Kriss di Tutto ad occhio.

This entry take part to the WHB#438 english edition, the weekly event started by Kalyn of Kalyn’s kitchen, now organized by Haalo of Cook (almost) Anything at Least Once. This week the event is hosted by Kriss of Tutto a occhio.

image

10 thoughts on “Marmellata di arance amare e rabarbaro – Rhubarb and bitter orange marmalade

  1. Quest’anno niente rabarbaro per me, il mio non voglio tagliarlo😦 e al Lidl, dove lo trovavo non lo vendono più, d’altronde, come succede per la pastinaca ed altro, finchè le persone non imparano a conoscerli ed utilizzarli, certi prodotti, rimmarranno sui banchi… Baseto e buon fine settimana❤

    • Già hai ragione. .. Siamo noi che creiamo la offerta. .. ma ahimè molte persone non amano cambiare abitudini e provare nuove cose. .. incluse le verdure! 😦 baseti

    • Io adoro il rabarbaro… se lo trovate provate ad abbianarlo alle fragole anche… io c’avevo fatto la marmellata ed è favolosa! …l’Inghilterra mi manca proprio perchè si trovano verdure che qui son difficili da reperire come il rabarbaro o la pastinaca!🙂

  2. Ciao terry, rosico.. eccome se rosico! Anche da me di rabarbaro non se ne vede l’ombra😦
    Il weekend prossimo sono a Milano, spero di riuscire a trovarlo lì, che magari c’è più richiesta.. si sta rivelando una caccia al tesoro, questa!
    muack

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...