Whoopie Pies!!!

Scroll down for english version

Whoopie pies6

In questi giorni, se seguite il mio blog, rischiate che vi si alzi il vostro tasso di glicemia… ma l’Abbecedario Culinario Mondiale sta facendo tappa in America e qui i dolci classici non mancano di zuccheri! 😉

88972-logo

Dopo i marshmallows torno con un altro dolcetto tipico americano che sta diventando sempre più famoso anche in Italia e che tra l’altro è sempre legato al marshmallow… sto parlando dei Whoopie Pies!

Inizio da alcune premesse… spesso quando rifaccio delle ricette americane (ma non solo) che vedo ricche di zuccheri o grassi, cerco in genere di ridurli in pochino, riadatto spesso le ricette per renderle più vicine al mio gusto personale ma quando mi accingo a rifare per la prima volta una ricetta tipica mi piace cercare di riprodurla al meglio, cercando il più possibile i riferimenti storici, rispettando dosi e, dove possibile, gli ingredienti.

In questo caso, per i whoopie pie originali, avevo bisogno di due ingredienti che non sempre sono facili da reperire qui in Italia, lo shortening ed il marshmallow fluff che si usa nel ripieno.

Lo shortening è un termine che indica un grasso solido a temperatura ambiente che si usa in pasticceria o in altre preparazioni alimentari. Può rientrare in questa categoria anche il burro ma in genere, soprattutto nel mercato americano, per shortening si intende qualcosa che è molto più simile alle nostre margarine vegetali.

Uno degli shortening più storici e famosi è quello della marca Crisco, che ho visto in tantissimi film o video su youtube, per preparare dolci, friggere polli o per altre ricette americane!

Altro ingrediente da usare nel ripieno classico dei whoopie pies è il marshmallow fluff ovvero una crema morbida di marshmallow (che, dopo averli fatti, a me ricorda il composto dei marshmallows prima di stenderlo in teglia e farlo riposare) le cui origini risalgono al 1917.

Whoopie - prodotti

Entrambi questi ingredienti, come dicevo, non sono facili da reperire qui in Italia e se non li avessi trovati molto probabilmente avrei optato per del burro al posto dello shortening e avrei cercato di fare un marshmallow fluff da me (tanto ho già fatto i marshmallows 😉 ) …ma un giorno mi sono imbattuta in un sito francese (con pagina in italiano) che vende prodotti alimentari americani di vario genere e così ho ordinato un po’ di cosette… inclusi lo shortening della Crisco ed il marshmallow fluff! …il sito si chiama My American Market e vi consiglio di darci una sbirciata! 🙂

Sia gli ingredienti, che i whoopie pie in sé, non sono tra le cose più light e sane che si possono trovare… ma a volte guardando gli ingredienti di prodotti finiti che compriamo ci sono cose peggiori …e poi non è che bisogna mangiarne a chili… se come me condividerete i whoopie pie con gli amici vi assicuro che se riuscite a mangiarne uno è già tanto… spariscono alla velocità della luce… ed è bello vedere quelli che iniziano dicendo… “ne prendo solo mezzo” e poi si prendono pure l’altro mezzo e magari anche più! 😉

E dopo tutta sta filippica sugli ingredienti tipici spendo due parole sulla storia di questi dolcetti dal simpatico nome …”cosa hai fatto oggi Terry?” …”dei Whoopie pie?” …”Whoopie che?… Whoopie Goldberg?” …”ehm…non proprio!!!” 😉

I whoopie pie sono dei sandwich composti da due biscotti morbidosi, il cui impasto è simile a quello di una torta (pie) e non a quello di un biscotto, farciti con una morbida e bianca crema fatta con il marshmallow fluff.

Vedono le loro origini nelle comunità Amish del Lancaster County in Pennsylvania e sembra, secondo i loro racconti, che il nome deriva dall’esclamazione di gioia che i bambini facevano nel vederli “whoopie!”

Con il tempo sono diventati dei dolci tipici sia del New England che del Maine ma anche popolari in tutta l’America ed oggigiorno anche oltreoceano! 🙂

Whoopie pies

Ormai si fanno whoopie di ogni tipo… alla zucca, alla banana, red velvet… e si fanno di varie misure, in genere piccolini… ma i veri whoopie pies sono grandicelli, larghi come hamburger e, come ho trovato scritto in un sito di riferimento, spesso si condividono con amici e si accompagnano ad un bel bicchierone di latte.

Io alla fine ho fatto dei whoopie pies un po’ più piccoli rispetto ai classici ma nemmeno troppo piccoli come dei biscotti! 🙂

Il sito a cui ho fatto riferimento per info e ricetta è What’s cooking America… qui trovate tutte le info storiche, sullo uso dello shortening e del marshmallow fluff, sulla grandezza… e pure due ricette classiche… che sono le stesse che si trovano in molti altri siti.

Sicuramente non mancherò di provare whoopie pies in altre versioni… magari li alleggerirò pure… ma sono felice di aver provato, almeno una volta… la prima volta… i veri whoopie pie… con tutte le loro calorie… non una di meno! 😉

Vi ricordo che l’Abbecedario Culinario Mondiale resta in America fino al 7 luglio e che siamo ospiti da Simona – Briciole che QUI sta raccogliendo tutte le meravigliose ricette americane che stiamo provando! 🙂

Whoopie pies3

– Per 13 whoopie pies finiti (9 se li fate più grandi come da ricetta classica):

  • 100 gr di shortening
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 300 gr di farina
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale
  • 30 gr di cacao amaro
  • 240 ml di latte
  • 1 cucchiaino di estratto liquido naturale di vaniglia

– Per la farcitura:

  • 200 gr di shortening
  • 150 gr di zucchero a velo
  • 200 gr di marshmallow fluff
  • 1 e ½ cucchiaino di estratto di vaniglia

In una ciotola miscelare farina, lievito, bicarbonato, sale e cacao amaro. In un’altra ampia ciotola sbattere assieme shortening, zucchero e uovo. Unire, alternandoli, il mix di farina e il latte in cui avrete sciolto anche la vaniglia. Continuate a sbattere finchè avrete un bel composto cremoso ed omogeneo.

Preparate delle teglie da forno coperte con carta forno (io ho dei tappetini in silicone) e aiutandovi con un cucchiaio o un dosagelato, adagiatevi delle dosi di composto, formando dei cerchi di circa 5 cm, non troppo schiacciati e ben distanti tra loro poiché in cottura si allargheranno.

Cuocete i whoopie in forno preriscaldato a 180° per circa 12-15 minuti. Lasciateli intiepidire per qualche minuto sulla teglia poi con una spatola trasferiteli su una gratella.

Impasto whoopie-vert

Preparate il ripieno sbattendo assieme tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema omogenea e morbida.

Una volta freddi i whoopie farciteli con un cucchiaio abbondante di crema e conservateli avvolti nella pellicola.

Note: io ho fatto metà dose di crema ed ho farcito 10 su 13 whoopies. Li altri tre li ho gustati con marshmallow fusi… stile S’mores 😉

English corner 2

 

Whoopie pies4

Whoopie Pies

Until the Wolrd Culinary ABC remains in America I keep trying some of the many american recipes I want to try since a long long time!

One of these were whoopie pies, these famous New England and Maine sandwiched cookie-like cakes which have their origins in the Amish traditions.

When I make for the first time a traditional recipe, I try to follow the original recipe in all its steps and ingredients! …sometimes is not easy, cos some ingredients are not available in the Italian market and in this case, it wasn’t easy to find shortening and marshmallow fluff for the filling.

In the website “What’s cooking America” (but also in many other websites) I found many information about Whoopie history and traditional recipe which includes the use of those ingredients!

I was thinking to use butter instead of shortening and make my own marshmallow fluff… but then I found a French website that sells American food and I found Crisco shortening, marshmallow fluff and many other ingredients! 😉

So I made my first whoopie pies… with all the sugars, fat and calories they required 😉 …they were amazing… I didn’t eat them all cos I shared them with friends and they all loved them!

For sure I’ll try other versions… cos now you see whoopies with many other ingredients… banana, pumpkin, raspberries… and maybe (as I often do) I’ll cut sugars and fat amounts …but these first ones were as they had to be… and every now and then it’s nice to eat these delicious treats! 🙂

I didn’t make whoopies as big as original should be, but they weren’t small at all. The recipe I followed called for 9 finished whoopies, I made 13.

Whoopie pies2

– For 13 finished whoopies:

  • 100 gr (1/2 cup) shortening
  • 200 gr (1 cup) brown sugar
  • 1 egg
  • 300 gr (2 cups) all-purpose flour
  • 30 gr (1/4 cup) unsweetened cocoa powder
  • 1 tsp baking powder
  • 1 tsp baking soda
  • 1 tsp salt
  • 240 ml (1 cup) milk
  • 1 tsp pure vanilla extract

– For the filling:

  • 200 gr (1 cup) shortening
  • 200 gr (1 cup) marshmallow fluff
  • 150 gr (1 and ½ cup) confectioners sugar
  • 1 and ½ tsp pure vanilla extract

In a bowl mix flour with baking powder, baking soda, salt and cocoa. In a mixing bowl cream together shortening, egg and sugar. In a small bowl stir vanilla into milk.

Add dry ingredients to shortening mixture, alternating with milk mixture. Beat until smooth.

Drop batter on a baking tray covered with parchment paper. Use a spoon or ice cream or cookie scoop. With back of the spoon spread batter into circles (I made 5 cm circles), leavening some space between them as they’ll spread while cooking.

Bake in preheated oven at 180° for about 12-15 minutes. Cool for few minutes on the tray then transfer them with a spatula on a rack.

Prepare the filling beating together all ingredients until well combined and fluffy.

Once whoopies are cool fill them with a heaped tbsp of filling and store them wrapped individually in plastic wrap.

Notes: I made half amount of filling and I finished 10 of the 13 whoopies I made. The remaining 3 I filled them with just marshmallow fluff.

Whoopie pies5

Advertisements

8 thoughts on “Whoopie Pies!!!

    • I prossimi che farò sicuramente saranno rivisitati 😉 …ma è bello almeno una volta provare a farli originali 🙂 …sbircia il sito…. c’è molto junk food ovviamente ma anchr cose interessanti x fare dolci o cereali spezie etc… nei prossimi giorni altra ricettina con un altro ingrediente comprato lì 🙂

  1. Ingredienti a me fin’ora sconosciuti vengono a galla grazie alle tue ricette!
    Che meraviglia, li avevo sentiti questi whoopie pie ma conoscerne la storia e qualche notizia in più è sempre un piacere!
    Ispirano proprio, io aspetto una tua tappa a Roma con un cestino da pic-nic pieno di roba!!
    Un bacione 🙂

  2. Grande Terry!!!
    Volevo farli anch’io ma non avevo idea di dove procurarmi gli ingredienti del ripieno! 😀
    Stavo pensando di farne una versione “rivisitata” ma visto che i tuoi sono così belli e davvero originali, se faccio in tempo, scelgo un’altra ricetta… dolce ovviamente! :DDD

    Baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  3. Pingback: Maryland Crab Cakes – Polpette di granchio per l’Abbecedario! ;) | Crumpets & co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...