Nanaimo bars …from Canada!

Scroll down for english version

Nanaimo bars3

Era da un po’ che non mi sedevo al pc per scrivere sul blog… almeno rispetto al mio solito… ma non so se capita anche a voi di non aver proprio voglia… il bisogno di staccare un po’, per rilassarsi, per pensare o fare altre cose! …un po’ di apatia mista a voglia di non fare sempre le stesse cose, per quanto ci piacciano!

Oggi ritorno per condividere un’altra ricetta per l’Abbecedario Culinario Mondiale prima che la tappa finisca la prossima domenica! …nel frattempo a casa della nostra ambasciatrice Elena – Zibaldone Culinario stanno arrivando un sacco di ricette canadesi stupende e se vi incuriosiscono andate a leggerle QUI nel suo post di presentazione.

88972-logo

Io ero indecisa se postare queste Nanaimo Bars perchè esteticamente non sono venute come volevo …ma siccome sono buonissime ho pensato che meritano lo stesso di essere condivise! Onestamente non so perchè tagliandole il cioccolato faceva fatica a rompersi e si è sbriciolato schiacciando un po’ anche la crema sottostante. Ho pensato a quale potesse essere stato l’inghippo… ho pensato che dovevo tagliarle prima che si solidificasse troppo ma infondo tutte le ricette lette dicevano di farle riposare in frigo prima di tagliarle. Poi ho pensato che forse usare del cioccolato fondente e non quello semi-fondente, abbia reso più duro l’ultimo strato. Boh! ….voi se le provate non usate un cioccolato fondente al 70% come quello che ho usato io! 😉

Sembra che queste barrette senza cottura in forno siano state presentate ad un concorso di cucina negli anni ’50 da una casalinga di Nanaimo, British Columbia. Le sue Nanaimo bars vinsero il concorso e divennero sempre più popolari fino a diventare un dolce famoso in tutto il Canada.

Nanaimo bars

Uno degli ingredienti per preparare queste barrette è la Custard Powder, un preparato per fare velocemente la crema inglese che spesso accompagna i dolci anglosassoni. Non è facile da reperire, io l’ho trovata tempo fà in un negozio in centro che ha davvero tanto… ma se non la trovata sostituitela con del preparato per budino alla vaniglia.

Quindi organizzate tutti gli ingredienti è preparate queste golosità …sono a dir poco favolose e a giudicare da come l’uomo di casa le gusta …direi che creano dipendenza! 😉

– per la base:

  • 200 gr di biscotti digestive, sbriciolati finemente
  • 50 gr di noci (o noci pecan), tritate
  • 110 gr di burro
  • 50 gr di zucchero
  • 30 gr di cacao in polvere
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
  • 60 gr di cocco rapé

– per il secondo strato:

  • 50 gr di burro, morbido
  • 2 o 3 cucchiai di panna o latte
  • 2 cucchiai di custard powder (o preparato per budino alla vaniglia)
  • 1/2 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
  • 200 gr di zucchero a velo (la ricetta originale ne prevedeva 230 gr)

– per l’ultimo strato:

  • 120 gr di cioccolato semi-fondente
  • 15 gr di burro

Preparare una teglia quadrata (23 cm x 23 cm) con della carta forno. In un pentolino scaldate a bagnomaria del burro con lo zucchero e il cacao, quando il tutto è sciolto toglietelo dal fuoco, mescolate un poco ed unite l’uovo, mescolando bene. La crema dovrebbe addensarsi quasi subito. Unite i biscotti, le noci, la vaniglia e il cocco e mescolate bene. Stendete questo composto sul fondo della teglia e livellatelo bene. Mettetelo in frigo a riposare.

Sbattete il burro morbido insieme al latte, zucchero e polvere per custard fino ad ottenere una crema densa e burrosa. Stendetela sopra al primo strato.

Sciogliete il cioccolato con il burro a bagnomaria o al microonde e stendetelo sopra al secondo strato. Fate riposare in frigo e poi tagliatelo a quadrotti.

English corner 2

Nanaimo bars4

Nanaimo bars

We’re still exploring Canadian cuisine with the World Culinary ABC. Our ambassador Elena of the blog Zibaldone Culinario is collecting a wonderful collection of canadian recipes on her presentation page.

Among the different recipes I found I absolutely wanted to try these mouthwatering bars! They’re easy, no need to bake them… and they are soooo good!

Anyway, even if they are so easy they didn’t come out as expected cos when I cut them the chocolate was too hard and it broke and crushed the cream underneath! …I think it’s cos I used a dark chocolate instead of semi-sweet chocolate and when set it was too hard!

I was tempted not to post them cos they weren’t so beautiful to look at but as they are delicious to eat... I thought they deserved to be on the blog as well! 🙂

It seems these delicious bars origin in the 50’s when a Nanaimo (British Columbia) housewife entered a recipe for chocolate squares in a magazine contest. She called them after the city she came from …hence “Nanaimo Bars”. Her recipe won the contest and since then these bars became popular throughout Canada.

Nanaimo bars5

– for the base:

  • 200 gr digestive biscuits, finely crumbled
  • 50 gr walnuts or pecan (chopped)
  • 110 gr butter
  • 50 gr sugar
  • 30 gr cocoa powder
  • 1 egg
  • 1 tsp natural vanilla extract
  • 60 gr shredded coconut

– for the second layer:

  • 50 gr butter, at room temperature
  • 2 o 3 tbsp milk or cream
  • 2 tbsp custard powder
  • 1/2 tsp natural vanilla extract
  • 200 gr confectioners sugar (the original recipes called for about 230 gr)

– for the top layer:

  • 120 gr semi-sweet chocolate
  • 15 gr butter

Prepare a sqaure baking tin (23 cm x 23 cm) with parchment paper. In a saucepan, over bain-marie, melt butter with sugar and cocoa. When all is melted remove from heat and add the egg, stir well until it thicken. In a bowl mix these mixture with digestive crumbs, walnuts, coconut and vanilla. Spread the mixture on the bottom of the pan and press it well. Refrigerate.

Beat butter with milk, custard powder, sugar and vanilla until thick and creamy. Spread it over the first layer.

Melt chocolate with butter (over bain-marie or in the microwave). Spread chocolate over the second layer and refrigerate until set, then cut in squares.

Nanaimo bars2

Advertisements

8 thoughts on “Nanaimo bars …from Canada!

  1. Hai fatto benissimo a condividere la ricetta, che trasuda golosità ad ogni scatto! Non conoscevo questo dolce e la sua storia ma qui da te si impara sempre qualcosa di nuovo.
    Un abbraccio

  2. Ciao Terry ti capisco eccome, io pure non mi metto al pc da tempo. Sarà che dopo le vacanze di Natale la ripresa è faticosa e ho bisogno di una pausa! Queste Nanaimo bars sono davvero fantastiche, immagino che bomba calorica!!

  3. Mamma mia che particolare questa ricetta! Noi ammettiamo di amare moltissimo i digestive e li utilizziamo spesso nelle ricette salate!
    Questo dolce, così straniero, ci sembra decisamente goloso ma intrigante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...