Biscotti alle giuggiole – Jujubes cookies

Scroll down for english version

image

Dopo una breve pausa di “paura” con i biscotti di Halloween ritorno alle mie ricette coi frutti dimenticati raccolti a Casola Valsenio!

…e ritorno pure con le giuggiole raccolte vicino all’agriturismo a Casola… lì gli alberi di giuggiole sono davvero popolari, infatti la tradizione locale vuole che il giuggiolo sia la pianta che cresceva attaccata ai  muri della case coloniche romagnole!

Con la ricetta dei muffins vi avevo infatti detto che l‘idea di usare delle giuggiole in una preparazione dolce mi era venuta leggendo la ricetta dei biscotti con le giuggiole di Lucia del blog Torta di Rose!… così con le altre giuggiole rimaste dopo i muffins ho voluto provare i suoi biscotti! …e non posso che ringraziarla per averli fatti e per averli condivisi con noi… sono deliziosi!

image

Li ho fatti seguendo la sua ricetta, a parte qualche piccolissima modifica sulle dosi, come lo zucchero… che ho aumentato visto che l’uomo di casa ama i dolci-dolci! :)

Sono dei biscottoni meravigliosi, adoro la consistenza rustica che dona la farina di mais che mi ricorda quella dei tipici biscotti veneziani. i za’leti! …sono perfetti da colazione e da merenda, croccontini fuori e morbidi dentro… e le giuggiole le adoro proprio!!!

Sento tante amiche e colleghe con alberi di giuggiole in giardino che finiscono con il buttarle via perchè non sanno cosa farci…sacrilegio!!! ;)… beh oltre a mangiarle così …provate questi biscotti… o i muffins o mettetele dentro qualche altro dolce che la vostra fantasia possa suggerirvi!

image

  • 100 gr di farina 00
  • 100 gr di farina di mais fioretto gialla
  • 80 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di lievito
  • un pizzico di sale
  • la buccia di mezzo limone grattugiata
  • 70 gr di burro
  • 1 uovo
  • 60 gr di giuggiole, denocciolate
  • grappa

Usate le giuggiole mature, cioè quando diventando leggermente grinzose. Lavatele e tagliatele e tocchetti eliminando il nocciolo. Mettetele in una tazza e copritele con della grappa. Coprite la tazza e lasciate macerare per una notte. Il giorno seguente, miscelate in una ciotola le farine, il sale, il lievito, lo zucchero e la scorza di limone, unire il burro a tocchetti, lavorare il tutto con la punta delle dita fino ad aver un composto sbricioloso, unire l’uovo e le giuggiole ben strizzate dalla grappa ed impastare amalgamando il tutto. Otterrete un impasto morbido. Prelevare delle noci di impasto formare delle palline schiacciate e disponetele su una placca da forno coperta con carta forno. Cuocere i biscotti in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti o finchè leggermente dorati.

English corner 2

image

Jujubes cookies

After a short break with the “spooky” halloween cookies i’m back with another forgotten fruit recipe!… and it’s another jujubes recipe! :)

The inspiration for this recipe comes from a fellow italian blogger, Lucia from the blog Torta di Rose which prepared these jujubes cookies which i copied, apart some really small changes, as adding extra sugar!

These cookies are delicious, the cornflour add a nice crunchy texture even if they are soft inside and with a delicious jujubes taste! …i loved them… truely perfect for breakfast or tea time!!!

As for the muffins recipe i soaked jujubes in a liquer… this time as used grappa, as Lucia suggested but if you don’t have it use another liquer such as brandy for example!
I think that also the grappa gave an extra great kick to this amazing cookies! ;)

image

  • 100 gr all-purpose flour
  • 100 gr fioretto yellow corn flour/corn meal (fioretto is a fine variety of corn flour, finer than classic polenta corn flour)
  • 1 tsp of baking powder
  • 1 pinch of salt
  • the grated zest of half a lemon
  • 80 gr of sugar
  • 70 gr of butter
  • 1 egg
  • 60 gr of jujubes, pitted
  • grappa
Wash jujubes and cut them in pieces, removing pit. Place them in a cup and cover them with grappa, cover with film and soak overnight. The day after mix flours in a bowl together with sugar, salt, baking powder and lemon zest. Add butter cut in chunks for everything with fingertips until resembles coarse crumbs then add egg and jujubes, drained and squeezed from grappa. Work everything until you get a soft dough. Pick a dollop of dough and work it with hands to form cookies. Place them on a baking tray covered with parchment paper. Bake cookies in preheated oven at 180° for about 20 minutes or until slightly golden.

image

Le giuggiole sono le mie protagoniste per il “raccolto” del WHB#408 la raccolta settimanale di ricette a base di erbe, frutta, verdure, ortaggi, cereali, etc… arrivata ora al suo ottavo anno in inglese e al terzo anno in italiano!L’idea l’ha avuta e l’ha fatta crescere un po’ di anni fà Kalyn, del blog Kalyn’s Kitchen… ora è seguita da Haalo di Cook (almost) anything at least once… per la versione inglese e da da Brii nella sua versione italiana. Ogni settimana un blogger a turno ospita “il raccolto” settimanale e questa settimana per festeggiare i 3 anni in italiano ci ospita proprio Brii!
This entry take part to the WHB#408 english edition, the weekly event started by Kalyn of Kalyn’s kitchen, now organized by Haalo of Cook (almost) Anything at Least OnceThis week the event has arrived at its 8th year and it is hosted by Haalo! Thanks a lot… It is a pleasure to be part of this event!
image
About these ads

10 thoughts on “Biscotti alle giuggiole – Jujubes cookies

  1. Pingback: Biscotti alle giuggiole – Jujubes cookies

  2. Cara Terry, abbiamo “rischiato” di incontrarci a Casola Valsenio perchè, dietro tuo consiglio avevo deciso di andare, poi per un contrattempo non sono potuta andare! Ma ai prossimi eventi non voglio mancare! Grazie, ti abbraccio <3

    • Dobbiamo rischiare di incontrarci ancora! …magari anche organizzare un rischio tale! Mi piacerebbe tanto conoscerti ;)
      Un abbraccio e grazie ancora per questi biscotti!

  3. Buona giornata Terry, appena trovo le giuggiole voglio farli, il vaso di biscotti che ho gradisce le novità. Bacione (sto cercando la mail per le patate viola, me la chiede una mia lettrice :-) )

  4. Che storia, non le avevo mai viste queste giuggiole!! Non so in realtà cosa siano… che sapore hanno? Belli i biscotti tipo veneziani, la farina di mais mi ricorda tanto il mio anno a Padova :)

  5. Pingback: WHB #408 – Il raccolto | briggishome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...