Chinese tea eggs

Queste originali uova della cucina cinese mi son capitate sotto gli occhi più e più volte girando per il web e sfogliando libri… poi l’altro giorno l’occhio invece mi cade sulla miscela di 5 spezie cinesi… mi si illumina la lampadina… e mi decido a farle!!! …leggo e rileggo le più fonti che mi ero salvata… il che mi manda un po’ in confusione… c’è chi usa molta salsa di soia, tipo 1 tazza… chi meno… stessa cosa sulle dosi di alcuni altri ingredienti… alla fine questa è la mia versione… alla quale aggiungerei solo della salsa di soia in più per dar ancor più colore alle crepe… perchè, anche se ho letto che le uova si coloran di più in base a quanto stanno a mollo… nonostante abbia mantenuto i tempi quasi massimi … non si son colorate intensamente come avrei voluto e secondo me ci voleva più soia!

Ma che cosa sono ste Chinese tea eggs… beh in Cina sono un vero è proprio snack o street food… Son uova che vengono prima bollite, poi battute sul guscio per formar le crepe e poi rimesse a bollire in una miscela di tè nero, salsa di soia e spezie, per la precisione la miscela di 5 spezie cinesi compasta da cannella, anice stellato, finocchio, pepe di Szechuan e chiodi di garofano. Qui secondo la ricetta tradizionale van lasciate in infusione per 3 giorni, affinchè il tutto penetri attraverso le crepe e queste segnino l’uovo con questo caratteristico effetto marmorizzato. Le versioni più moderne lasciano in infusione le uove per molto meno, diciamo per almeno una notte… io mi son tenuta più larga ed ho fatto passare 36 ore circa.

Ma allora si mangiano?! …beh …è quello che pensai io la prima volta che le vidi, pensando fossero più decorative che altro… beh sì!!! se ve lo domandate anche voi… si mangiano!!! …e son pure gustose… uova sode infondo… ma con la parte esteriore profumata e insaporita dalle spezie, tè e salsa di soia! …son state gradite pure dalla dolce metà!🙂 …servite come antipasto fan scena di sicuro!🙂

Come tè ho voluto usare un tè nero cinese ovviamente, varietà Keemun… un tè dal gusto amabile e dolce, di colore chiaro, profumato e povero di tannino. Viene prodotto con un metodo controllato (gongfu) per ottenere frammenti sottili senza rompere le foglie. QUI ho trovato una bella scheda dettagliata.

  • 3 uova
  • 2 cucchiai di tè nero cinese keemun (o altro tè nero)
  • 4 cucchiai di salsa di soia (ma suggerirei anche 2 o 3 in più)
  • 2 cucchiaini di mescela 5 spezie cinesi (cannella, chiodi di garofano, anice stellato, finocchio e pepe di szechuan)
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 anice stellato

Far prima bollire le uova per circa 5-8 minuti. Una volta fredde battere il guscio (io ho usato il dorso di un cucchiaio) per creparlo in maniera uniforme. In un pentolino da circa 15-18 cm di diametro rimettere a bollire le uova insieme ad acqua sufficiente a coprirle bene, e tutto il resto degli ingredienti. Lasciarle bollire per almeno mezz’ora. Spegnere il fuoco e lasciarle in infusione, una volta fredde metterle coem stanno, coperte in frigo per almeno 24 – 48 ore (io 36 ore circa) prima di sgusciarle e svelarne l’effetto marmorizzato.

******************************

Questa ricetta uovosa non potevo non farla partecipare alla raccolta di FedericaUn uovo per amico

 

Questa ricetta si unisce alla carovana dell’Abbecedario Culinario Mondiale che dal dal 01/02/16 al 21/02/16 è ospitato dal blog Un’arbanella di basilico

88972-logo

41 thoughts on “Chinese tea eggs

  1. Ma tu sei un genio. Sono bellissime queste uova…
    Devo assolutamente provarle….io sono una gran consumatrice….queste non me le lascio scappare.
    Sei troppo avanti😀
    Un bacione

  2. Pingback: Chinese tea eggs

  3. Sono bellissime queste uova, non sai da quanto le vorrei fare ma le dimentico sempre. Fanno un effetto strepitoso. Grazie di averle aggiunte alla raccolta, sono una vera chicca😉 Un bacione

  4. Sono bellissime.. sembrano delle uova decorative in porcellana!!! devono anche essere buonissime..solo una domanda per poterle rifare.. c’è un modo particolare di picchiettare il guscio per formare le crepe così perfette???

  5. Con questa ricetta uovosa ci batti tutte!!!!
    Ormai sei la mia enciclopedia!!
    Queste uova le avevo già viste in giro, ma pensavo fossero solo fatte con tè nero e nient’altro. Grazie mille della chicca!
    Un bacione

    • Ciao Carlotta… sai che non saprei… tutto sta a provare secondo me, io le uova di quaglia non le ho mai ne fatte ne provate!…per funzionare sicuramente sì… l’unica cosa da capire è quanto duro è il guscio a sto punto… io battendo con il dorso di un cucchiaio ho crepato subito senza problemi…con le quagliette è da provare!🙂 se lo fai prima tu fammi sapere eh!🙂

  6. Avevo visto una cosa simile da Alex tempo fà, anche lei si chiedeva (come me, come un pò tutti gli occidentali penso) se dopo queste cotture fossero ancora uova mangiabili. Indubbiamente sono molto belle e sanno catturare i commensali!
    Brava brava terry!

    wenny

  7. nooooooo le uova aromatizzate con le crepe sono di un bello terry!!!!ma dove le vai a scovare queste idee, oltre che belle poi saranno gustosissime con tutte quelle spezie e le terrò presente per qualche cena faranno di sicuro una ottima impressione!!sei un pozzo di idee tesoro mio,baci imms

  8. Ciao crumpettina, sti oveti sono delle opere d’arte, un peccato mangiarli, io li userei come segnaposto o uniti in un vassoio come centrotavola..si, si, lo so..dopo i “spusa”😀

  9. Terry che meraviglia! E’da tanto che desideravo farle, e vederle sul tuo blog mi ha fatto un piacere immenso.
    Sai quanto amo il tè e cucinare col tè!
    Il Keemun lo trovo perfetto, ha quel suo grado di affumicatura che lega benissimo con le uova!
    Brava davvero!

    Baci Giovanna

  10. originalissima idea come gli ingredienti che hai usato e poi le foto sono una meraviglia. mo’ mi devo studiare per bene il post perchè mi hai incuriosito

  11. Che bella novità Terry,voglio provare con le uova di quaglia,così piccole mi sembra siano ancora più carine.
    Ciao,buona giornata.Tiziana

  12. le facevo anni fa ma non le lasciavo mica tutta la notte in infusione! basta molto meno!!😉
    me le ero pure scordate del tutto….come molte cose che vanno un po’ a mode, le propini per dieci cene di fila poi …te le scordi!!
    Da ritirare fuori per la tavola di Pasqua,, di sicuro!!!😉

  13. Adesso mi uccidi ma ho pensato “Sembrano uova di dinosauro!” da lì ho capito che non riuscirei mai a mangiarle per il terrore di uccidere un piccolo collolungo ._. ma spero che il resto dei tuoi lettori siamo meno sentimentale con le uova di dinosauro ._.

  14. La ricetta è assolutamente da provare…magari quando mi capita sotto mano qualche tè cinese pregiato…ma le foto sono straordianariamente belle…da incorniciare e attaccare alla parete!

  15. Pingback: Teff brownies …per una cena Gluten free « Crumpets & co.

  16. Pingback: Frittata con riso e fiori di zucca. Un uovo per amico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...