Torta Ciosota – Radicchio and carrot cake

Scroll down for english version

Il giro d’Italia dellAbbecedario Culinario continua… e questa volta tocca una regione a me cara… la MIA 🙂 …of course :)… Il Veneto… con la C di Chioggia, bellissima località di mare che si affaccia sulla laguna di Venezia! …Il Veneto è una regione che ben conosco… ovviamente 😉 …e che mi permetterebbe di spaziare tra svariate ricette a seconda anche della provincia… da ricette montanare bellunesi a ricette di mare veneziane… ma avendo un collega proprio di Chioggia… siam finiti a parlare di ricette tipiche della sua città e la mia curiosità è stata subito attirata da un dolce davvero originale… La Torta Ciosota che vi presento oggi appunto… un dolce semplice che vede protagonista uno dei radicchi IGP del veneto… quello di Chioggia appunto, che insieme a quello di Treviso (tardivo e precoce), quello variegato di Castelfranco e quello di Verona… rappresenta uno degli orgogli dell’agricoltura veneta.

Insomma… il radicchio in un dolce?!… capirete che il mio primo pensiero è stato quello di doverlo provare… e al più presto anche!… nei dolci ci ho infilato svariate verdure… dalla classica carota alla sua cugina pastinaca… dalla verde zucchina alla rossa barbabietola… come non correre a provare pure questa torta con il radicchio?! (e con la carota pure!!) …così per l’occasione dell’Abbecedario Culinario che in Veneto fa sosta proprio a Chioggia, insieme alla nostra guida Marta del blog Mangiare è un po’ come viaggiare… ho finalmente preparato questa torta… ed ora che l’ho assaggiata e che in casa l’han spazzolata… non posso che consigliarvi di provarla al più presto! …deliziosa… morbida… quasi cremosa in bocca… speciale in tutti i sensi!

La torta ciosota fa parte della tradizione della città non da tantissimi anni, tra i dolci tradizionali storici ci sono per esempio la smegiassa o i papini ma credo che, anche grazie alla sua bontà e particolarità, si sia ormai riservata un posto tra i classici dolci chioggiotti.

  • 150 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • 5 uova
  • 1 cucchiaino di estratto liquido naturale di vaniglia
  • 100 gr di farina 00
  • 1 bustina di lievito
  • 150 gr di carote grattugiate
  • 200 gr di radicchio di Chioggia tritate finemente
  • 150 gr di nocciole in farina
  • 6 pezzi di pan biscotto sbriciolato (se non c’è dalle vostre parti usate dei biscotti secchi)
  • zucchero a velo per guarnire

Separare i tuorli dagli albumi in due diverse ciotole. Montare i bianchi a neve ferma. Nell’altra ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero e il burro morbido finchè il composto sia chiaro e cremoso. Unire la vaniglia, la farina di nocciole, il pan biscotto sbriciolato, le carote, il radicchio, la farina miscelata con il lievito, mescolando bene ad ogni aggiunta con una spatola per amalgamare bene il tutto. In ultima incorporare delicatamente gli albumi montati al composto, mescolando dal basso verso l’alto. Versare il composto in uno stampo a cerniera da 24 cm e infornare a 180° per circa 45 minuti, facendo la prova dello stecchino per controllare che il centro sia ben asciutto. Far raffreddare e cospargere di zucchero a velo.

Note: il pan biscotto è un pane secco, biscottato appunto, che qui si trova e si usa ammollato nel latte alla mattina, ma anche da solo o nelle zuppe… penso serva nella ricetta originale anche per assorbire il liquido che sia la carote che il radicchio possono rilasciare. Se non lo trovate sostituitelo con fette biscottate o biscotti secchi normali.

*******************************

Torta Ciosota – Chioggia Radicchio Cake

I’ve always loved to use vegetables in unusual ways… in sweet baking goods especially, i went from the most used carrots to their “relatives” white parsnips… from the green courgettes to the red beetroots… so when i’ve heard about this cake that had “radicchio” in… i suddenly knew i would have try it very soon!
It’s a cake that comes from the town of Chioggia, a very pictoresque place that face the Venice lagoon, famous as well for its red radicchio …i’ve seen some english chefs using radicchio, or the Chioggia one… or the as well famous Treviso one… but if you don’t know it… it’s a type of chicory, with red leaves (you can see it in the picture up here).
With their radicchio there are hundreds of delicious recipes… for pasta, risotti… savory pies… but i absolutely wanted to try this delightful cake, soft …nearly creamy inside… that really worth a try! 🙂
  • 150 gr butter, soften
  • 150 gr  caster sugar
  • 5 eggs
  • 1 tsp of natural liquid vanilla extract
  • 100 gr all purpose flour
  • 1 tbsp baking powder
  • 150 gr grated carrots
  • 200 gr di Chioggia red radicchio, finely chopped
  • 150 gr di hazelnut “flour” (finely ground)
  • 6 simple biscuits, crushed
  • Confectioner’s sugar to dust

Divide the egg yolks from the egg whites into two separated bowls. Whisk the egg whites until stiff. In the other bowl beat the egg yolks with soft butter and the sugar till soft and creamy. Add the vanilla and hazelnut flour, the crumbled biscuits, the grated carrots, the radicchio and the flour mixed with the baking powder, stirring well at every addition. Fold in very gently the egg whites then spoon the batter into a springform baking pan (i used a 24cm one) and cook in preheated oven, at 180° for about 45 minutes or until a toothpick inserted into the centre of the cakes comes out clean.
Remove from the oven and set aside to cool, once cooled dust with confectioner’s sugar.

Annunci

31 thoughts on “Torta Ciosota – Radicchio and carrot cake

  1. Pingback: Torta Ciosota

  2. Fantastica!!! :P***

    Ho trovato due ricettine che potrebbero andar bene per Marta ma… è il tempo che manca, porcamiseria… la settimana scorsa è stato un “incubo” in questo senso :*(((

    Spero di fare in tempo per questa 🙂
    Bacione!

  3. Ciao, son venuta a riprovare a commentare e con account WP mi chiamo Martaryna, ma sono sempre Astro o Marta come mi vuoi chiamare….. comincio ad avere qualche problema di identità ^_______^

    grazie per questa dolcezza!!!

  4. torta al radicchio!?!?!? mi piace come connubio!! Da provare, assolutamente..

    e pensare che io ho sempre creduto che a chioggia ci fosse solo la sbrisolona.. ^_^

  5. io l’ho mangiata anni fa a chioggia e al di fuori di questa città non ne conoscono l’esistenza, è più che buona anzi è buonissima se si fa raffreddare in frigo. mi avevano consigliato di accompagnarla con crema pasticcera ma vi assicuro che non è necessario. buon appetito

    • Grazie Maria Rita, bello sentire l’opinione di chi ha assaggiato la torta anche in loco! 🙂
      Mi piace l’idea di gustarla con crema pasticciera! Prossima volta provo cosí!
      Grazie delle visita e del commento!
      Terry

  6. Pingback: Quadrotti alla patata dolce e latticello – Sweet potato and buttermilk bars | Crumpets & co.

  7. Pingback: Quadrotti alla patata dolce e latticello – Sweet potato and buttermilk bars

  8. Pingback: La dolcezza del radicchio: la torta “quasi” Ciosota | In Cucina Con Marina: piatti vegan e racconti

  9. Pingback: #40… è in tavola il dessert di StagioniAMO! …Crème Brulée al Radicchio tardivo di Treviso – Radicchio Crème Brulée | Crumpets & co.

  10. Pingback: Quanti modi di fare e rifare i Sofficini | Ricetta ed ingredienti dei Foodblogger italiani

  11. Carissima Terry, in questo periodo non trovo il radicchio di Chioggia! Non so se riesco a rifare la torta per il 13 settembre e mi spiace proprio. Comunque appena lo trovo la rifaccio senza dubbio!

    • Ciao Solema! …io l’ho trovato ieri per fortuna! …magari se non lo trovi vedi se trovi una variante tipo quello di Verona o di Castelfranco! …cmq se non riesci non preoccuparti… so che ci sei con lo spirito! 😉
      un bacione

  12. Pingback: Torta Ciosota con radicchio rosso di Chioggia, carote e zucchero di canna integrale per Quanti modi di fare e rifare | Afrodita's Kitchen

  13. Pingback: Quanti modi di fare e rifare …la torta ciosota! | Crumpets & co.

    • E magari neanche gli piace?! 😉 …con questa torta si ingannano bambini e scettici! … è deliziosa! 😉
      Grazie per averla provata!
      alla prossima

      Terry

  14. Pingback: Sofficini… Per quanti modi di fare e rifare | Mondo di Recette

  15. Pingback: TORTA CIOSOTA PER QUANTI MODI DI FARE E RIFARE | ...:::STEGNAT DE POLENTA:::...

  16. Pingback: Sofficini per Quanti Modi di Fare e Rifare | Stegnat de polenta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...